Giornate 2017

Le giornate FondazioneiCinquecento-nFA si svolgeranno a Conegliano il weekend del 17 e 18 giugno 2017, nel Teatro Dina Orsi. Saranno dedicate ad un'analisi del fenomeno del populismo e si articoleranno in quattro sezioni: (i) Sociologia e Comunicazione, (ii) Economia,  (iii) Mondo, (iv) Italia ed Europa. Presto il programma completo. Questo il modulo iscrizioni che permette a noi di programmare lunch e coffee break. Ovviamente siete liberi di alloggiare in luogo di vostra scelta ma un blocco di stanze a prezzo scontato sono state riservate all'Hotel Astoria. Per prenotare la stanza usate questo modulo. Arrivederci a Conegliano!

Lavori in corso

17 febbraio 2017marcello urbani

Abbiamo avuto un grosso incidente sul database il 13/2, e dopo alcuni giorni di crisi siamo riusciti a ripristinare un backup del 24/1.

Stiamo cercando di ripristinare il sistema com'era, sacrificando eventuali commenti prodotti tra ora e il ripristino.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana, 10-02-2017

10 febbraio 2017Paolo Piergentili

Questo week end vi proponiamo: insegnanti ed il loro difficile rapporto con i genitori, diseguaglianze inevitabili o meno in tempi di globalizzazione, sicurezza dei farmaci, grandi opere si vs grandi opere no non è solo in Italia, Mario Draghi e Cavour, futurologia dei trend globali.

Articolo recuperato da un feed, spero sia tutto a posto

Marcello

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Una postilla, tecnica, sulla polizza assicurativa di cui la Raggi è beneficiaria

6 febbraio 2017Costantino De Blasi

Una delle due polizze (quella da 30k) su cui è stato cambiato il beneficiario nel gennaio 2016 è sicuramente una vita intera a premio unico (lo si capisce dai commenti giornalistici). Questa tipologia di assicurazione prevede il versamento di una somma, a premi unici, ricorrenti o annui, in un contratto assicurativo. La polizza non ha durata ed è prevista l'assicurazione di un capitale o la controassicurazione. Da quello che si intuisce, ma è bene attendere conferme, quella stipulata da Romeo è del secondo tipo, ovvero con controassicurazione. La prestazione per il caso morte dell'assicurato è pari alla somma versata ridotta per i caricamenti e le spese di gestione e aumentata per le (eventuali) rivalutazioni. È possibile riscattare il contratto, e quindi perdere il diritto alle prestazioni, in qualunque momento. Il valore di riscatto è pari alla somma di versamenti effettuati al netto di costi e penali per estinzione anticipata ed è maggiorato degli interessi calcolati pro-rata.

Il riscatto è una vicenda contrattuale che ricade nella potestà del contraente ed è richiesto a sua discrezione. Solo nelle polizze stipulate nell'ambito di una gestione fiduciaria il contraente agisce in nome proprio e per conto del beneficiario. In ogni caso le somme riscattate prima della scadenza del contratto non rientrano nelle disponibilità del beneficiario designato per il caso morte.

Articolo recuperato da un feed, spero sia tutto a posto

Marcello

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana, 03-02-2017

3 febbraio 2017davide mancino

Questa settimana: sul Financial Times, il mercato del lavoro italiano rallenta; i primi traguardi dell'amministrazione Trump arrivano da dove meno ce li aspettavamo; lo spiegone de Il Post sulla guerra (le guerre) in Siria; i pericoli della percezione, ovvero 30 slide (e un quiz) da IPSOS per capire quello che sappiamo e quello che non.

Articolo recuperato da un feed, spero sia tutto a posto

Marcello

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana, 27-01-2017

Dialogo sui minimi sistemi

Una conversazione nata su FB, a seguito forse d'un post di Michele Boldrin, è diventata una conversazione fra noi tre sul tema di cosa sia il populismo oggi ed in che senso esso sia diverso dai populismi del secolo scorso o di quelli precedenti. Lontani dalla pretesa di avere analizzato l’argomento in modo sistematico ed esaurente, presentiamo qui le nostre riflessioni su tre aspetti del problema.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Valori burocratici, parte 3: il caso dell’Autorità garante della concorrenza e del mercato

4 gennaio 2017Paolo Piergentili

Ieri mi è arrivata una raccomandata inattesa, dall’Autorità garante per la concorrenza ed il mercato (AGCM). Non me la aspettavo proprio. Me ne ero quasi dimenticato, della questione, anche perché l’aereo lo prendo meno ultimamente. Il funzionamento di una burocrazia e la qualità del suo operato lo si vede anche (forse di più) dalle piccole cose come questa. E allora vediamo di raccontare l’episodio, che riguarda i parcheggi dell’aeroporto Marco Polo di Venezia.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Sotto l'albero di Natale di MPS c'è un Tesoro

24 dicembre 2016Costantino De Blasi

La prima considerazione che mi viene in mente è che se da troppi anni si parla di stato di crisi di una banca, vuol dire che nulla (o poco e male) si è fatto per risolvere quella crisi.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La vicenda Mediaset, tra italianità e Codice Civile

22 dicembre 2016Gianluca Codagnone

Alcune osservazioni su un caso complicato. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Per la fine della pubblica amministrazione

16 dicembre 2016Francesco G. Capitani

Meglio: del diritto pubblico. La pubblica amministrazione italiana è la peggiore pagatrice d’Europa. Non le conviene essere più virtuosa, perché norme irrazionali la proteggono dalla sua inefficienza. Le imprese soffrono e falliscono contro il muro di gomma delle burocrazie statali. Raramente il funzionario pubblico paga. La soluzione è quella di common law: rompere il tabù della pubblica amministrazione che conta più del privato. Ribaltare l'attuale prevalenza delle norme speciali pubblicistiche su quelle di diritto comune privato. In assenza di riforme strutturali, qualche segnale giurisprudenziale induce all’ottimismo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE