Il tabù dell'antisemitismo discrimina gli arabi? Una tesi ed un commento per discutere

26 febbraio 2015Paolo Di Muccio e ne'elam

La tesi è di Paolo Di Muccio che si chiede, riflettendo sul caso Charlie Hebdo ed altri eventi simili, se non sia venuto il tempo, per l'Europa, di fare a meno del "tabù" (legale) dell'antisemitismo. ne'elam prende in considerazione la tesi di Paolo e la discute, trovando argomenti a favore e contro sia nella discussione odierna sia in quella antica, riassunta attraverso alcuni passaggi del "Libro".

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

A teatro!

25 febbraio 2015redattori noiseFromAmeriKa

Scrivere un blog di economia genera a volte soddisfazioni inattese.

Game theory: a play

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Dai commenti: le spese militari greche beneficiano la Germania?

24 febbraio 2015andrea moro

L'attento lettore avrà notato, fra i commenti all'articolo di Michele e Brighella,un dibattito acceso sulle spese militari greche, che, secondo qualcuno, beneficiano la Germania. Ipocritamente, sostengono alcuni, i tedeschi (e anche i francesi) han lasciato che i greci si indebitassero per fare acquisti di armi da lore ed ora sollecitano l'austerity ma non insistono troppo sul taglio delle spese effettuate al supermercato degli armamenti teutonico. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

L'accordo greco: i titoli e i contenuti

21 febbraio 2015sandro brusco

In luogo dei consigli per le letture, questo sabato proponiamo una veloce rassegna del trattamento riservato dai giornali italiani all'accordo provvisorio tra istituzioni internazionali e nuovo governo greco.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

"Anno I E.R."?

18 febbraio 2015giovanni federico

Un anno fa, il 15 febbraio 2014, scrissi un post dal titolo Ma io tifo Renzi.  Facevo alcune previsioni, sostenendo che Renzi era il meno peggio dei politici italiani. A distanza di un anno …

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Grecia, euro, debito ed austerità

16 febbraio 2015michele boldrin e brighella

Se ne leggono di tutti i colori sulla Grecia, il default, l'uscita dall'euro, i tedeschi cattivi ... Fra i mille strawmen disponibili abbiamo scelto uno, due e tre, numerati in ordine di (rapidamente crescente) assurdità. Il primo contiene un argomento coerente. Gli altri due sono esempi del tipo di "argomentazioni libere" che vanno invece maggiormente di moda nell'opinione pubblica italiana. Dopo il debunking di un certo numero di assurdità arrischieremo alcune osservazioni nostre sul tema in questione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Letture per il fine settimana 14-2-2015

Qual è il numero ottimale di immigrati?

11 febbraio 2015John Cochrane

Quest’estate ho scritto per Peregrine (una pubblicazione della Hoover Institution) un articolo intitolato “Qual è il numero ottimale di immigrati negli Stati Uniti?” (qui la versione originale e qui un podcast, entrambi in inglese) La mia risposta: 2.002.052.035 (due miliardi, due milioni, e cinquantaduemilatrentacinque). Dico sul serio.

L'originale in inglese e' stato pubblicato il 25 giugno 2014 su The Grumpy Economist.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Riflessioni su Italia Unica, a due settimane dalla nascita

11 febbraio 2015michele boldrin e Costantino De Blasi

Il giorno 31 gennaio Italia Unica si è fondata, come partito, in quel di Roma. Proviamo a dire un paio di cose per aprire - almeno speriamo: la speranza è l'ultima a morire - un dibattito pubblico.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Meritocrazia e concorsi. Il caso dell'ENEA

10 febbraio 2015redattori noiseFromAmeriKa

A seguito dell'articolo sui "brevetti generalizzati" abbiamo ricevuto svariati commenti e segnalazioni di casi "esemplari". Un paio li abbiamo messi come commenti all'articolo in questione ma il presente, più dettagliato, ci pare meriti un post a parte. Riportiamo qui un documento ricevuto alcuni giorni fa da un gruppo di ricercatori dell' ENEA, l'ente pubblico di ricerca sull'energia.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE