Accade Domani

12 luglio 2009 redattori noiseFromAmeriKa

Della serie: Pubblicità=Progresso.

Presentiamo il premio Accade Domani, della cui giuria abbiamo l'onore (e l'onere) di far parte.

L'associazione Italia Futura organizza il premio Accade Domani:

A noi sembra una cosa potenzialmente interessante. Nella sua pagina web, l'associazione dichiara

Vogliamo concorrere a superare il ritardo che l’Italia sta accumulando ogni giorno nei confronti dei principali paesi europei. Un ritardo che non si misura solo negli indicatori economici, ma soprattutto nella difficoltà della politica a disegnare un futuro per il paese.

Niente da eccepire. Fa un po' sorridere - riescono mai ad essere contenti? direte voi! - che il sito dell'associazione presenti come "giovani" delle persone che in media sembrano avere l'età nostra (grazie del complimento, comunque), ma dettagli a parte le intenzioni sembrano tutte encomiabili.

Fatevi sotto con idee e proposte, dunque. Per quelli a cui piacciono le presentazioni in video, eccolo.

La scadenza è il 30 ottobre, quindi invece di rovinarvi la pelle esponendola al sole (che da un lato fa venire i tumori e dall'altro fa sembrare brutti e ridicoli quando s'invecchia un po') usate l'estate per lavorare su di una buona idea da presentare in autunno, quando sarà matura per la vendemmia!

6 commenti (espandi tutti)

E' sicuramente un'iniziativa interessante, l'unico problema è che la composizione della "giuria" di blogger ha un'inequivocabile traccia di comparaggio e cuginanza, in cui voi siete l'eccezione che conferma la regola. Per il resto, buon lavoro ;)

Chissà se è ammissibile l'idea di ramazzare via gran parte della classe dirigente del paese di cui non faccio né farò mai parte. In ogni caso dubito che basti la Fondazione Italia Futura. Che se la mia idea fosse realizzabile sarebbero forse tra i ramazzati.

luigi zoppoli

Ho datto un'occhiata al sito della fondazione, ho cercato di capire di cosa si occupa il premio, ma non ho capito una beata mazza.

per la realizzazione di un progetto rivolto alla dimensione locale della nostra vita sociale.

Un teatrino, un cinemino di strada, una ripulitina del vialetto della casalinga di Voghera ? Insomma che significa ?

Possono partecipare al concorso Accade Domani singoli cittadini di qualunque nazionalità, o associazioni

Che c'entrano le associazioni? Che vogliono? Forse sto diventando scemo, forse lo sono sempre stato, ma non ho capito niente.

Visto che farete parte della giuria: su cosa dobbiamo spremere le nostre povere meningi ?

Idee imprenditoriali, brevetti, nuovi prodotti, qualcosa di sociale ? Io a Ottobre devo vendemmiare, ho tempo solo ad Agosto.

 



 

Whow, Marco! Che catastrofico!

A dire il vero, non so rispondere alle domande che fai, ossia non so rispondere in modo preciso. Credo che neanche chi dirige l'associazione che ha bandito il concorso lo sappia esattamente. Cercano idee per cose "socialmente utili" e realizzabili "localmente" dove, credo, localmente sia il comune o il quartiere o al più la provincia. La mia lettura del bando è estremamente ampia: dall'igiene pubblica all'istruzione ai trasporti a utilizzi nuovi ed utili della rete (nel senso di internet) ... credo tutto sia ammissibile.

A noi non è stato dato nessun obiettivo, ci hanno semplicemente chiesto di stare in giuria, punto e basta. Quindi noi, nel senso di nFA, non andiamo cercando nulla se non di fare un favore, stando in giuria e facendo pubblicità, ad un'associazione che sembra avere intenzioni ragionevoli. Nient'altro.

Ma se presento un progetto per candidarmi alle primarie del PD (€ 30.000,00 sono più che sufficienti, a occhio dico che avanzano..) vale ?

E' un progetto locale (little Italy), di ampio respiro  (spiegare agli ex tutto cosa è il mercato, cosa è una piccola impresa, compito quasi improbo), di educazione civica (cosa significa lavorare per vivere), insomma il target dovrebbe essere buono e in accordo con il loro bando.

Guarda, ti dico anche come spenderei i 30.000,00 euro.

€ 10.000,00 per le 2.000 tessere necessarie per la candidatura (un accattone di tessere qualunque docet).

€ 5.000,00 per una mezza pagina su un giornale (straniero o italiano poco importa, Di Pietro docet), in cui attacco la dirigenza del PD con il sistema morettiano.

€ 5.000,00 per il sito web-blog (Grillo docet).

€ 8.000,00 (a nero, ovviamente, come fanno tutti i parlamentari italiani, leghisti in primis) per due persone addette stampe (belle ragazze, ovviamente, Berlusconi docet) per tre mesi.

€ 2.000,00 per la cena di candidatura (mastella docet).

Non parlo di niente, sparo cazzate a raffica (più o meno quel che fa la dirigenza PD..), ogni tanto attacco Berlusconi su quello che fa (e non è che ci vuole molto, provvede già di suo), faccio una bella proposta demagogica, et voilà, il gioco è fatto.

Insomma, i maestri ci sono, nel loro campo sono il top, basta prendere esempio e ci si diverte.

 

Oddio, per insegnare a questi cosa significa lavorare per vivere ci vorrebbe una roba tipo rivoluzione culturale maoista, non ti ci vedo molto a dirigerla ma puoi provare.Per insegnargli cosa è una piccola impresa ci vuole qualcosa di più radicale, la mia immaginazione ed il mio stomaco non arrivano a tanto.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti