Avvertimenti mafiosi

29 novembre 2007 alberto bisin
Da Fini a Berlusconi.

Dal Corriere di oggi , Fini: «Nel momento in cui la Cdl non c'è più - ha poi osservato Fini -
ognuno avrà le mani libere: ognuno valuta in base ai propri
convincimenti e non a quelli di coalizione», riferendosi soprattutto al
disegno di legge sulle tv e sulle questioni della Giustizia.

Due commenti: i) quindi e' vero (non che noi lo dubitassimo) che Berlusconi usava la coalizione per i propri interessi privati (tv e giustizia), ii) la minaccia neanche tanto velata di Fini e' un puro, classico avvertimento mafioso.

Indegno!

5 commenti (espandi tutti)

Non è un avvertimento mafioso.

I mafiosi gli avvertimenti li fanno a chi è fuori della organizzazione per far capire chi comanda.

In questo caso siamo in presenza di un regolamento di conti all'interno dell'organizzazione.

Beh,  hai ragione. Regolamento di conti sarebbe stato piu' preciso. 

O avvertimento o regolamento... sempre di mafia si tratta :))

E a proposito di regolamenti di conti:

http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/politica/speciale-caso/speciale-caso/speciale-caso.html

Che sia questa l'origine del nome "Corte dei Conti"? :-)

Sbagliato, in questo caso dovrebbe chiamarsi "Corte degli Avvertimenti"

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti