Brava Ferrari!

21 ottobre 2007 michele boldrin
Raikkonen vince in Brasile e Ferrari ritorna campione del mondo sia piloti che costruttori.

A noi Boldrin fa piacere, siccome fa piacere anche a mia suocera lo annuncio pubblicamente! Non e' esattamente news breaking, ma fa lo stesso. Ogni tanto uno si sente in diritto di rendere pubbliche le proprie emozioni. Eppoi, in un posto come nFA, spesso accusato d'aver fatto del disfattismo anti italiano la propria bandiera, va bene manifestare la propria allegria quando qualche pezzo d'Italia che funziona bene vince e si afferma nel mondo. Siamo nazionalisti anche noi, anche se solo alla fin fine ed alquanto moderatamente ...

Maledetto il viaggio che m'ha impedito di veder la gara! Qualcuno ha un video? Questa e' la ragione segreta per cui faccio il post, totale self interest!

Ha ragione il Corriere, e' anche un po' la vittoria della giustizia. Alla storia che il Team McLaren ed i suoi piloti non sapevano nulla dei piani che i due meccanici rubavano a Ferrari, bisogna proprio esser grulli per crederci. Guarda caso, da quando li han beccati il campionato del mondo ha cominciato ad andare in maniera diversa.

Ad ogni modo, va ricordato che Raikkonen e' quello che ha vinto piu' gran premi questa stagione. Insomma, non ha vinto per caso, alla faccia della sua fama di "casinista spaccamacchine". Alonso e Hamilton si sono danneggiati fra di loro? Forse un pelino, ma al tempo stesso il loro competere all'interno dello stesso team ha probabilmente creato lincentivi per far meglio. Ad un certo punto Ferrari sembrava fuori gioco; sembrava una questione tutta interna a McLaren.

Schumacher non ha ancora trovato il successore, e spero non lo trovi. E' meglio cosi': sia Alonso che Hamilton sono almeno tanto buoni come Raikkonen, e forse anche Massa e' piu' forte di quanto si pensi. Poi c'e' Kubica, che meriterebbe una macchina migliore. Insomma, la F1 e' piu' equilibrata di qualche anno fa. Se Alonso torna in Renault, tre teams lotteranno ad armi pari per il titolo. Il che rendera' il tutto ancora piu 'emozionate e spettacolare. La concorrenza fa sempre bene, persino nello sport!

P.S. Il rischio della "ottanata" di cui parla Fausto sembra svanito, alla fine. Interessanti e rivelatrici le dichiarazioni di Alonso, al quale non sembra dispiacere piu' di tanto d'aver perso il mondiale. La cosa che piu' gli interessa e' che Hamilton non vinca: "Una vittoria di Hamilton a tavolino - aveva spiegato il campione nelle
ore di attesa del verdetto - mi farebbe cadere la faccia per la
vergogna, non sarebbe giusto. Se danno il titolo a tavolino ad Hamilton
sarà la fine di questo sport. Uno scandalo". 

 

 

4 commenti (espandi tutti)

Michele, cosa risponderesti se qualcuno ti dicesse che la vicenda Ferrari-McLaren e' una chiara prova empirica dell'esistenza di "knowledge externalities" i.e. la Ferrari spende fior di soldi facendo ricerca e la McLaren ne trae beneficio senza pagarne il prezzo corrispondente (sanzione a parte)!

E se cosi' fosse, perche' "spillovers" non dovrebbe avere un ruolo importante anche in altri contesti?

 

 

Carmine, cosa diresti se l'esistenza di furti in banche, rapine e sequestri e' chiara evidenza di "fiat money externalities" (fiat nel senso della teoria monetaria) e che quindi e' socialmente ottimo stamparne di piu'?

Io direi che e' chiara evidenza che ci sono i delinquenti ed occorre metterli in galera.

More seriously: McLaren ha ovviamente speso molte risorse e le e' costato molto cercare di RUBARE le conoscenze McLaren. Avrebbe avuto (forse) piu' successo evitando il furto e comprando direttamente da Ferrari ...

Se Ferrari-McLaren e' l'evidenza a favore delle esternalita', possiamo dormire sonni tranquilli.

Sono invece preoccupato dal fatto che tu continui a fare l'errore di quando eri a scuola, errore che qualche ignorante ti ha inculcato in testa. Confondi qualsiasi effetto del soggetto X sul soggetto Y con un'esternalita' ed intercambi amabilmente le parole "Externality" e "spillover" come se fossero la stessa cosa. Questo si' mi preoccupa alquanto!

 

Mea culpa per l'uso improprio dei termini. 


Comunque, a me sembra che il caso Ferrari-McLaren potesse avere due diverse interpretazioni:
1) Teoria "Ron Dennis": McLaren ha ottenuto informazioni sui progetti Ferrari ma non se ne ha beneficiato. Io concordo con questa teoria. Ma, mentre Ron Dennis afferma di non essere stato a conoscenza dei misfatti, io credo invece che McLaren abbia cercato di beneficiarsene pero' i tentativi sono stati per lo piu' vani.
2) Teoria "Jean Todt": McLare ha copiato parti della rossa e per questo e' riuscita ad essere igualmente o piu' competitiva che la Ferrari.


La storia Ferrari-McLaren dimostra che first mover advantage e segreti industriali danno i giusti incentivi per innovare ed essere i primi nel mondo della formula 1 .... fino a quando un meccanico "impazzito" (perche' non lo ha fatto per i soldi ma solo per vendetta) fa saltare tutto!
Lungi dal me affermare che un simile episodio possa smontare la tesi di "Against Intellectual Monopoly", mi sembrava interessante capire cosa succederebbe alla formula 1 se copiare/spiare/...(a livelli della McLare e non di semplici scambi di parole tra meccanici) diventasse prassi consolidata.

 

La Ferrari appartiene a quelle imprese italiane che producendo “beni commerciati” sono state e sono la spina dorsale dell’Italia. Il problema italiano, com’è noto a tutti, sono quei settori protetti dalla concorrenza internazionale che vivono come parassiti finché sarà loro consentito. Quindi anche su nFA ne vanno esaltati i successi.  Pure a me Boleo, anche se più appassionato del motomondiale e qui c’è stata un'altra rossa vincente: la Ducati (che con un budget annuale del settore corse pari a poco più del doppio dell’ingaggio di Valentino Rossi ha vinto quest’anno il mondiale costruttori e quello piloti), ha fatto molto piacere la vittoria della Ferrari nel mondiale costruttori (a tavolino per i noti fatti di spionaggio) ed in quello piloti. Sempre che la Fia non accetti il ricorso (ridicolo) che la McLaren ha presentato per l’”ottanata”.<?xml:namespace prefix = o ns = "urn:schemas-microsoft-com:office:office" /> 

 

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti