Chi vincerà gli Europei 2008?

8 giugno 2008 fausto panunzi

Le previsioni di banche e statistici

Ieri sono iniziati gli Europei di calcio di Austria e Svizzera. In attesa
di vedere l’Italia domani sera, la domanda più ovvia che gli appassionati si
pongono è: chi vincerà gli Europei? Non ho intenzione di infliggervi le mie
previsioni (non ci ho mai preso!) ma di informare i lettori su due previsioni che ho letto.
La prima previsione viene dalla banca svizzera UBS e della banca austriaca
Raiffeisen Zentralbank. La trovate qui.
E’ basata sul metodo Elo (dal nome del fisico Arpad Elo), metodo usato per
classificare i giocatori di scacchi. Si basa, come il ranking Fifa, sui risultati
passati delle varie squadre, ma dando pesi diversi ad amichevoli e partite
ufficiali e tenendo conto anche del peso dell’avversario. Vale più una vittoria
di qualificazione che una amichevole e vale di più vincere con l’Inghilterra
che con San Marino. Secondo UBS vincerà la Repubblica Ceca
(vincitrice ieri nella partita inaugurale del torneo) battendo in finale
proprio l’Italia. Sempre secondo UBS la
Francia uscirà già nel girone eliminatorio così come il
Portogallo. Dopo la prima giornata qualche dubbio viene. Infatti per UBS la Svizzera dovrebbe essere
la prima nel suo girone, mentre la squadra vista ieri sera non sembra certo
all’altezza di battere Cristiano Ronaldo e compagni.

Tre statistici dell’Università di Vienna, invece,
basano le loro previsioni sulle quote dei bookmakers internazionali. La loro previsione è che vincerà la Germania, battendo in finale
la Spagna. L’Italia
invece, secondo questo studio, ha una probabilità di vittoria molto più bassa.

Infine, una curiosità.
La nazionale che ha il più alto valore di mercato totale è la Spagna, davanti all’Italia.
L’Italia ha i migliori portieri e il secondo miglior attacco dopo l’Olanda, in
termini di valore di mercato. La
Spagna ci supera in difesa e, soprattutto, a centrocampo.

Vedremo
in fretta chi ha ragione. Gli Europei durano solo 3 settimane.

164 commenti (espandi tutti)

La Spagna ha uno squadrone quest'anno. Se si mettono con la testa a far bene(non basta vincere 5 a 0 con l'ultima squadra se poi ti sciogli con le grandi)è un avversario ostico.
Comunque quest'anno, secondo me, non dobbiamo aver timore reverenziale di nessuno. Penso per la prima volta dopo Francia '98 siamo i più forti anche sul profilo tecnico.
Certo che se Donadoni invece di far giocare Del Piero mette in campo Quagliarella, bhe significa che ce la cerchiamo...

Il girone è di fuoco, se passiamo quello siamo con un piede e mezzo in finale.

La Spagna ha uno squadrone quest'anno

quoto

 

aggiungo che al di là delle statistiche quello che conta è la motivazione

 

la spagna ha l'occasione finalmente di vincere qualcosa 

Forse, ma spero vivamente di no.

Dopo aver assistito ai primi 30 minuti del primo tempo trasmessi dalla TV spagnola (dopo abbiam deciso che cenare fuori era più divertente) desidero solo che la Spagna perda ridicolmente, come d'altra parte ha sempre fatto sino ad ora in qualsiasi competizione internazionale. Il livello di sciovinismo, invidia e livore anti-italiano espresso dal terzetto di gilipollas (pendejos, per chi parla mexicano) spagnoli che facevano finta di fare la telecronaca era ributtante. E se lo dico io, che di patriottismo calcistico non soffro proprio (ho tifato sia Germania che Brasile contro l'Italia, quando mi sembrava il caso) dovete proprio credermi. Ributtante.

L'aspetto "partite di calcio fra nazionali come sostituto delle guerre europee" è sempre più palese.  Imbarazzanti destini ...

Visti anche i gironi superidicoli nei quali sono capitate, IMHO Portogallo e Germania hanno buone possibilità di arrivare al successo finale, ai quali aggiungerei come favorita anche l'Olanda - se continua a giocare come ieri sera. 

La Spagna si è mangiata in passato tante buoni occasioni per lasciare il segno, credo che alla fine continuerà su questa falsariga...

 

applicando gli stessi criteri statistici, come si sarebbe dovuta classificare 4 anni fa la Grecia, campione attualmente in carica ?

Non lo so, ma quelli di UBS sostengono che nel 2006 con gli stessi criteri avevano previsto la vittoria dell'Italia ai Mondiali. Nel'articolo di UBS c'è anche scritto che le previsioni per gli Europei sono più difficili di quelle dei mondiali. In effetti, a occhio, gli Europei sono stati vinti dalla Grecia nel 2004, ma anche dalla Danimarca (addirittura non qualificata e ripescata in seguito alla guerra civile nella ex-Yugoslavia) nel 1992 e dalla Cecoslovacchia nel 1976 (quando Panenka inventò il rigore che noi oggi denotiamo come "cucchiaio") in casa della Germania campione del mondo. Le vittorie di outsiders ai Mondiali sono invece praticamente inesistenti (forse solo la vittoria dell'Uruguay nel 1950 in casa del Brasile può essere considerata una sorpresa assoluta).

Sarebbe interessante vedere come è stato calcolato il "valore di mercato" dei diversi reparti. Tra l'altro ogni squadra - almeno in teoria - può portare un numero diverso di giocatori per ogni ruolo.

Il dato è comunque fortemente influenzato dall'età dei giocatori, ovviamente cruciale per determinarne il valore di mercato, al di là del puro presunto valore tecnico: gardatevi l'età di spagnoli, olandesi e portoghesi al confronto di italiani e francesi!

A proposito... moooolto attenti al Portogallo!

io ho visto un buon portogallo ieri. non solo fantasia ma anche quadratura. vedremo se reggera'.

Finora i due Paesi organizzatori, Svizzera e Austria, sono state le due nazionali peggiori. Gli inglesi che vedono questi Europei non saranno felici di vedere una squadra come l'Austria che gioca mentre loro guardano la tv.

certo che 'sta professione fa proprio male... ora anche pronosticare le partite di calcio come fosse un processo stocastico! o_O

 

Ad ogni modo, parlando di calcio giocato e non di statistica, dopo le prime due partite mi ha impressionato solo la Germania.

Vedremo domani e dopodomani 

A proposito della Germania il Corriere ha un titolo che dice: gli unici polacchi buoni erano quelli della Germania (Podolski e Klose, nati in Polonia e trasferitisi in Germania a 8-10 anni). Più in generale, i naturalizzati sono sempre di più. Ieri anche la Polonia aveva un brasiliano in squadra. Noi abbiamo Camoranesi (che almeno aveva il nonno di Senigallia). Leggevo alcuni giorni fa che al mondiale sudafricano su 700 giocatori circa la metà (!) saranno di orgine brasiliana. Deve veramente prevelere il criterio della nazionalità su quello della nascita? Non ho le idee molto chiare, vi confesso.

Deve veramente prevelere il criterio della nazionalità su quello della nascita? Non ho le idee molto chiare, vi confesso.

Dato che queste competizioni tra squadre nazionali sono essenzialmente sublimazioni di guerre (cosi' l'aggressivita' inter-tribale trova sfogo senza causare troppi morti e feriti), forse sarebbe una buona idea allineare i criteri a quelli richiesti per appartenere a un esercito nazionale...

Più in generale, i naturalizzati sono sempre di più.

Verissimo, ma devi considerare che l'Italia ha sempre utilizzato gli "oriundi". Se controlli le nazionali del '34 e '38 ti accorgerai che molti erano... argentini.

 

p.s.: Camoranesi ha origini in provincia di Macerata (Potenza Picena). ho anche giocato a calcetto con un suo pro-pro cugino che mi diceva di aver firmato qualche documento per ricostruire l'albero genealogico e agevolare la cittadinanza.

 p.p.s. sempre il comune di Potenza Picena, grazie ad un avvocato che si è "specializzato" nel ramo, è diventato il comune di elezione per molte neo cittadinanze di sportivi

beh, siamo sempre nelle Marche (anche se sbagliare provincia per un marchigiano come me è grave). So benissimo che negli anni '30 c'erano gli oriundi. Poi erano stati proibiti. Adesso si va oltre il concetto di oriundo e si naturalizza qualunque brasiliano che passa. Cambia veramente il concetto di squadra nazionale.

Vogliamo parlare del Brasiliano nella nazionale turca di due giorni fa?Oppure mi ricordo di un altro brasiliano nella nazionale giapponese di cui non ricordo il nome.
Forse un freno bisogna metterlo a queste naturalizzazioni forzate a livello di FIFA. Sono pur sempre competizioni per "nazionali" e naturalizzare ad hoc, magari grazie a normative sull'acquisto della cittadinanza più morbide della nostra, un giocatore solo perchè nella propria nazionale non trova spazio non mi pare un pratica corretta.
 

...come se il "problema" fosse limitato ai campi di calcio... gli stati arabi che fanno shopping di corridori kenioti ed etiopi, per esempio, dove li mettiamo? Non ho dati su cui basarmi, ma a rigor di logica il "problema" dovrebbe essere molto piu' serio negli sport minori, nei quali le grandi competizioni internazionali sono l'unico palcoscenico prestigioso e l'unica occasione di grossi guadagni (anche qui: la maratona non e' il migliore esempio, ma ci siamo capiti...).

Penso che la visione "politically correct" dello sport professionistico sia piena di totem e ipocrisie, di cui sarebbe bene liberarsi.  Due considerazioni:

1) Il fatto che lo sport abbia bisogno di regole per sopravvivere (le regole SONO lo sport) non implica che queste siano immutabili e che si debba accettare acriticamente qualsiasi cosa ricordi i bei tempi andati. Un esempio su tutti: a quando una seria discussione sul ruolo del doping fra i professionisti?

2) Lo sport e' uno dei pochi settori per il quale penso si possa parlare di merito e concorrenza senza ridere sotto i baffi. Rispetto ad altri mondi, le barriere all'ingresso sono basse, i criteri di valutazione oggettivi. Perche' proprio gli atleti dovrebbero essere gli unici a non poter beneficiare delle migliori condizioni che la globalizzazione offre ai lavoratori piu' dotati e motivati?

Mi sembra però che quello che tu dici sia più rilevante per le competizioni di club. In effetti la proposta Blatter di avere al massimo 5 stranieri in squadra si scontra con la mobilità dei lavoratori imposta dalla UE (e pare che Blatter risucirà a spuntarla).

Nelle competizioni per nazioni la mancanza di mobilità (in termini di nazionalità) è (o almeno sembrava finora) l'elemento essenziale per fare le squadre. Adesso questo criterio inizia a cedere e non mi è ovvio che sia una buona idea. Poi hai ragione nel dire che non è un problema solo del calcio. Uno dei migliori giocatori della nazionale italiana di pallavolo si chiama Zlatanov. Magari è italianissimo, ma se giocano Italia e Bulgaria a pallavolo mi aspetto che Bernardi giochi (giocasse, almeno) per l'Italia e Zlatanov per la Bulgaria.

Amauri ha "scelto" l'Italia (cioè ha capito che nel Brasile non sarà mai convocato)

Forse un freno bisogna metterlo a queste naturalizzazioni forzate a
livello di FIFA. Sono pur sempre competizioni per "nazionali" e
naturalizzare ad hoc, magari grazie a normative sull'acquisto della
cittadinanza più morbide della nostra, un giocatore solo perchè nella
propria nazionale non trova spazio non mi pare un pratica corretta.

Perhe' mettere un freno? Semmai, questo proverebbe che normative morbide sull'acquisto di cittadinanza sono vantaggiose per il paese che le applica (anche se svantaggiose per le schiappe locali). Meditate, gente, meditate... ;-)

per non parlare delle naturalizzazioni degli economisti....

Uhm, spero per i Ceki che i modelli di UBS siano migliori di quelli che hanno usato per i loro investimenti in CDO ("[...]This level of hedging was based on statistical analyses of historical
price movements that indicated that such protection was sufficient to protect UBS from
any losses on the position."[...]) ;-)

Sarei più tranquillo se la Francia non vincesse 1-0. Nei primi due giorni la partita delle 18 è stata vinta dalla seconda squadra (secondo il calendario ufficiale Uefa) per 0-1 mentre quella delle 20.45 dalla prima squadra 2-0. E oggi il calendario uefa recita Romania-Francia e Olanda-Italia. Ma la Gazza è più ottimista.

Riconsiderando meglio le cose, perdere 2-0 non era così male.

Ma come si può essere più in fuorigioco di van Nistelrooy? Pare che il guardalinee non abbia dato il fuorigioco perchè c'era Panucci fuori dal campo infortunato!! Se fosse vero avrebbe inventato una nuova regola. Il paragone con Fiorentina - Roma è assurdo.

Purtroppo non è solo l'arbitro: non abbiamo difesa. Barzagli e Materazzi sono una coppia ridicola. L'Italia senza difesa non può fare nulla.

Vogliamo parlare di Camoranesi? INGUARDABILE. E il Wunder-Toni campione di Germania? Irriconoscibile. Salvo solo il povero Pirlo.

Per il resto abbiamo fatto proprio schifo. Oltretutto contro una squadra che dalla cintola in giù è proprio modesta. Per me Donadoni ha sbagliato completamente la formazione; serviva un 4-1-4-1 con De Rossi fra centrocampo e difesa, per tutta la partita i loro tre fantasisti ci hanno fatto un paiolo così fra le linee.

Ma poi da quando in qua l'Italia prende gol in contro-piede? La vedo dura perchè probabilmente ci gioocheremo tutto contro la Francia...

Ma perché non fare giocare Chiellini? Alla fine non è male come giocatore.E' un classico difensore all'italiana tanto fisico e polmoni e dalla filosofia "o palla o caviglia"(purtroppo la applica anche in allenamento sta filosofia...sigh!...)
Poi, come si pensava di fare giocare titolare nella partita d'esordio Di Natale, quando nella vita la partita con più tensione che ha giocato sarà stata i quarti di coppa Italia con l'udinese. Così Donadoni l'ha definitivamente bruciato per sto europeo a livello psicologico.
Il bello che abbiamo due seconde punte di livello mondiale come Cassano e Del Piero e facciamo giocare Di Natale, che per carità buon giocatore, ma...di certo campione non è.
Poi ha fatto giocare Gattuso che bastava guardarsi le ultime partite di campionato per accorgersi che era un morto in campo(a Napoli Hamsik gli fece vedere i sorci verdi:D:D:D) così come Materazzi che non mi pare abbia fatto un finale di campionato esaltante.
Insomma Donadoni ha messo in campo una squadra di bolliti pur di rimaner coerente con il suo modulo e far giocare quelli che si sono qualificati. Mi pare il suo un atteggiamento da c.t. dell'Under 21 no di una nazionale maggiore...

Sì Chiellini lo puoi mettere a far legna ma uno fra Panucci, Killerazzi e Barzagli lo devi mettere dentro. Sicuramente Grosso è apparso in forma mundial quindi si potrebbe abbozzare 2 centrali come Panucci e Chiellini. A destra Zambrotta.

Contro la Romania la partita va vinta, direi dentro De Rossi per Ambrosini a centrocampo e fuori Di Natale per uno fra Del Piero o il Pibe. Meglio il Pibe perchè loro faranno catenaccio per 90 minuti, Alex potrebbe venir utile dalla ripresa.

 

Il problema è che Ambrosini e Di Natale sono le innovazioni di Donadoni rispetto alla nazionale di Lippi e toglierli per rimettere De Rossi e Del Piero vorrebbe dire cancellare la sua impronta. Non so se lo farà.

In conferenza il buon Donadoni è stato possibilista.

Al di là del De Rossi sì De Rossi no, bisogna mettersi in testa che nessuno ci farà vincere solo perchè abbiamo vinto la coppa del mondo 2 anni fa. Devono tirare fuori l'orgoglio, oltreutto per molti di loro sarà l'ultima competizione internazionale.  

Secondo me ieri tra Ambrosini e Gattuso quello da togliere era Gattuso. Grosso a me non e' mai sembrato questo fenomeno (3 partite dei mondiali a parte) e la difesa centrale fa pena chiunque tu metta (semplicemente perche' non abbiamo difensori centrali buoni). L'unica speranza secondo me e' che uno tra Cassano e Del Piero Venerdi' sia in partita (azzarderei 40% di probabilita') e ci faccia vincere. Altrimenti dimenticatevi gli Europei e iniziate a pensare ai prossimi mondiali.

Detto questo, qualcuno mi spiega perche' in Italia quando uno e' buono a 20 anni non lo si convoca in nazionale ("altrimenti si brucia") e poi invece convochiamo gente come Di Natale (ricordo anche Doni qualche competizione fa) a 27-28 anni sostenendo che e' un campione? Misteri di quel gran bar sport che e' l'Italia! 

L'uefa non ammetterà mai l'errore dell'arbitro. Non mi stupisce questa dichiarazione del suo segretario. Ma la ratio della norma è chiara: si vuole impedire che i difensori mettano fuori  gioco  gli attaccanti arretrando intenzionalmente dietro la riga di porta. Quello di Panucci è  ovviamente un caso del tutto diverso mancando ovviamente ogni intenzionalità.

Per me l'interpretazione è sensata. Toglie discrezionalità ad arbitro e guardalinee che non devono stare li a valutare se l'uscita dal campo è intenzionale o meno. Certo, ci sono casi lampanti come quelli di panucci, ma potrebbero esserci anche casi piu' sfumati.

E poi diciamocelo, ieri gli olandesi ogni volta che passavano la trequarti creavano un pericolo. Prima o poi 3 pappine ce le avrebbero messe, indipendentemente dall'arbitro (che nel complesso mi sembra abbia arbitrato bene, un po' troppo permissivista ma senza disparità di metro) 

Anche questa interpretazione lascia spazio alla discrezionalità. Supponi che passino 30 secondi (e non 3 come ieri) tra l'uscita di un giocatore dal campo per un contrasto ed il gol. Sarebbe ancora rilevante la presenza del giocatore dietro la riga di fondo campo? Immagino di no, ma chi decide dopo quanto tempo non è più rilevante?

Condivido il commento! Stare a discutere della regolarita' o meno del goal dell'Olanda e' ridicolo visto che ci hanno dato una lezione di calcio.

Per faovre, un po' di dignita' e smettiamola di lamentarci delle regole ingiuste o irragionevoli. Ricordo a tutti che le regole non presupponevano l'utilizzo da parte del quarto uomo del monitor di servizio durante la finale del 2006. E senza l'utilizzo di quel monitor Zidane sarebbe probabilmente rimasto in campo.

Nel calcio contano gli episodi. Puoi giocare male e vincere lo stesso. E' questa l'essenza del calcio. E l'Italia ha giocato male soprattutto DOPO l'1-0. Vi segnalo questo articolo di Repubblica sull'applicazione della regola del fuorigioco. Secondo il segretario dell'Uefa Panucci doveva chiedere il permesso all'arbitro per uscire dal campo!

Puoi giocare male e vincere, ma credo sia un po' piu probabile vincere giocando bene. Con l'Olanda, agli europei, e' gia' successo che vincessimo una partita in modo assolutamente immeritato: non e' sempre Domenica!

Infatti. Ieri era lunedi'.

In ogni caso, non capisco che cosa proponi, ne' tanto meno il senso ed il motivo del tono da te utilizzato.

Non propongo niente (o meglio non ritengo che le mie idee sulla formazione da mandare in campo o sui giocatori da convocare non siano cosi' interessanti). Dico solo che lamentarsi dell'arbitro dopo la performance di ieri sera...mah...non so se avete visto come abbiamo giocato...fate voi...

Scusa, Edoardo, ma ricordi la partita contro l'Australia a Germania 2006? In 10, dopo esserci sempre difesi, vinciamo al 90° con un rigore probabilmente inesistente. Dopo abbiamo giocato bene contro Ucraina e Germania, ma se l'arbitro avesse visto il replay cosa sarebbe successo? E anche con la Nazionale di Sacchi, tanto fissato con il bel gioco, cosa sarebbe successo se Roberto Baggio non fosse riuscito a far passare la palla tra una selva di gambe ad un minuto dalla fine contro la Nigeria? Poi ai supplementari abbiamo giocato bene malgrado fossimo in 10. Giocare bene o male non è indipendente dagli episodi. Un gol fortunato e ti sblocchi; un palo interno e ti smonti.

Si' che ricordo. Pero' riconoscerai anche tu che (pur giocando male quasi meta' delle partite) nel 2006 giocavamo meglio che nel 2002 ed i risultati si sono visti. E' verissimo: gli episodi contano, ma ieri abbiamo proprio fatto pena. Quindi mi rifiuto di prendermela con gli arbitri o di costruire alibi. Abbiamo giocato male e perso meritatamente. Ora speriamo di fare meglio. Tutto qui.

Mah. Andiamo per ordine:

Un episodio come quel gol in fuorigioco ha il suo peso, eccome! Chiunque abbia partecipato anche al piu' scalcinato dei tornei del dopolavoro ferroviario lo sa (e' anche vero che gli Azzurri sono dei professionisti e dovrebbero reggere meglio quel tipo di "colpi", ma lasciamo perdere): se becchi un gol del cavolo ti innervosisci, perdi la testa e dopo tutto va storto. E difatti, ieri, TUTTO e' andato storto, ogni contrasto, ogni passaggio anche il piu' semplice (eccetto la perla di Cassano...buttata alle ortiche da Toni)

Cio' detto: sicuramente ieri non eravamo messi bene in campo. L'assenza di Cannavaro si e' sentita, e come! Ci e' mancato un punto di riferimento solido alle spalle, che da' sicurezza al resto della squadra, e Materazzi e Barzagli hannoo fatto parecchio pena. A centrocampo, poi, proprio non c;eravamo. Loro avevano praticamente sempre un uomo in piu' la in mezzo al campo.

Speriamo che il senso di vergogna spinga i nostri a fare bene venerdi.

Mario, sono d'accordo con te su entrambi i punti. L'Italia ha patito l'assenza di Cannavaro in modo imprevedibile. Materazzi è stato tolto dopo che era caduto da solo nella nostra area e aveva toccato il pallone con la mano. Segno di bambola totale. Di Natale si è rivelato incapace di reggere la tensione di partite ad alto livello.

Ma, detto ciò, gli episodi contano. Ecco cosa dice Gallas, il giocatore francese, della partita di ieri sera: "Ma quando segni il primo gol due metri e mezzo in fuorigioco diventa tutto più facile".

Oggi in Spagna-Russia nei primi 20 minuti la Russia giocava meglio. Poi un errore difensivo ed è andata sotto. Sull'1 a 0 la Russia ha preso un palo e dopo poco ha subito il 2-0. A quel punto era finita. Ma giudicare la partita dal risultato finale è veramente fuorviante, nella maggior parte dei casi. Lo era ieri sera per l'Italia e lo era oggi pomeriggio per la Russia.

Dopo il primo gol rubacchiato ci siamo buttati in avanti, loro alla prima ripartenza ci hanno infilato il secondo. Queste cose tagliano le gambe alle squadre. L'episodio dubbio ha stravolto la partita, non si può dire che l'olanda avrebbe meritato lo stesso: non abbiamo la controprova. Anzi, all'inizio non andavamo mica così male...

E voi cosa ne pensate di Bagni commentatore tv? Ha una conoscenza dei giocatori enciclopedica, credo facesse l'osservatore prima, però ce l'ha gufata di brutto contro l'olanda a dire dopo 5 minuti che avremmo vinto facile.

Bagni è terrificante. Penso che solo la Morace (che commenta alcune partite non dell'italia) sia peggio.

Bagni è davvero agghiacciante.

La sagra dell'urlo, dell'ovvio, della presunzione. Non siamo ai fasti dell'epoca di Eraldo Pecci, ma insomma, ci si difende!

Vorrei sapere perchè la rai ha ottimi giornalisti e commentatori
per tutti gli sport tranne che per il calcio (ovviamente con rare
eccezioni, tipo quando, per pochi mesi, a commentare c'era Capello: uno
che se lo ascoltavi capivi davvero meglio quello che succedeva).
Pensate a Bulbarelli e Cassani per il ciclismo, o a Sacchi e Fioravanti
per il nuoto... e poi a Bagni, D'Amico, Failla, Goria, Galeazzi, la Sanipoli...!
Nazionalpopolari sino al midollo.

Per parlare di pallone sulla
rai, con rare eccezioni, devi avere una caratteristica cruciale: essere
uno sfigato. Ma si sa... sul calcio chiunque è libero di dire qualunque
boiata... ci si abitua... sinchè è il pallone fa niente. O no?

Oggi in Spagna-Russia nei primi 20 minuti la Russia giocava meglio. Poi
un errore difensivo ed è andata sotto. Sull'1 a 0 la Russia ha preso un
palo e dopo poco ha subito il 2-0. A quel punto era finita. Ma
giudicare la partita dal risultato finale è veramente fuorviante, nella
maggior parte dei casi. Lo era ieri sera per l'Italia e lo era oggi
pomeriggio per la Russia.

No no, scusa, ma non sono d'accordo.

Nel calcio - molto fisico e molto tattico - di oggi una squadra che è nettamente più scarsa tecnicamente può dare del filo da torcere a una più forte. Ed è vero che gli episodi possono essere determinanti. Ma il punto è che in una partita ci sono centinaia di "episodi", eventi casuali estratti, per le due squadre, da distribuzioni statistiche completamente diverse. Vedila come una questione di dominanza stocastica!!!

Spagna-Russia, se la rigiocano cento volte, la russia gioca sempre benino, e la Spagna vince... settanta? ottanta volte?

Altrimenti è come dire che informula uno due piloti che si danno cinque decimi di secondo sul giro in fondo sono uguali... e no! saranno cinque decimi su due minuti, ma ad alti livelli è una differenza abissale.

E l'Italia? Certo, gli episodi contano, ma una squadra forte, esperta, coesa, ben messa in campo, lucida, anche se per un episodio casuale va sotto... non prende poi gol in contropiede!

     Anche questa interpretazione lascia spazio alla discrezionalità.
Supponi che passino 30 secondi (e non 3 come ieri) tra l'uscita di un
giocatore dal campo per un contrasto ed il gol. Sarebbe ancora
rilevante la presenza del giocatore dietro la riga di fondo campo?
Immagino di no, ma chi decide dopo quanto tempo non è più rilevante?                                                                                                                                     

Questa non l'ho capita. Semplicemente, se panucci rimaneva mezzora fuori dal campo, veniva SEMPRE considerato rilevante ai fini del fuorigioco. In buona sostanza, per tutto il tempo in cui panucci sta a fondocampo, i giocatori dell'olanda non sono mai in fuorigioco (a meno che buffon non vada a farsi una passeggiata a centrocampo - il regolamento infatti, se non erro, dice che devono esserci almeno DUE giocatori dietro l'avversario, uno dei quali pero' è , nel 99.9999999% dei casi, il portiere)                        

Credo di no. Se un giocatore si è fatto male e sta fuori per riprendersi non credo sia contato come rilevante ai fini del fuorigioco per tutto il tempo in cui sta fuori (ma forse sbaglio io e ormai rinuncio a capire le regole Uefa).

Mi pare che il tizio dell'Uefa abbia detto (o forse l'ho letto da qualche parte) che Panucci sarebbe stato considerato in gioco almeno fino alla fine dell'azione. Una circostanza come quella di ieri e' veramente estremamente rara. E infatti col nostro culo proprio a noi doveva capitare, f*ck!

 

Dipende dove sta. Penso comunque che il principio guida sia che, finchè non finisce l'azione (o finchè l'arbitro non la interrompe), la condizione di "infortunio" non puo' essere ufficializzata (ad es. attraverso l'intervento dei medici o della macchinetta), quindi vale tutto. E poi scusa, se panucci fosse caduto e fosse stato disteso DENTRO il terreno di gioco, non ci sarebbe stato alcun tipo di polemica: gol regolare, punto e basta. Dal momento che cadere al di qua o al di la della linea è assolutamente random, ribadisco che l'interpretazione dell'arbitro mi sembra sensata.

Marco, che dirti? Lascio la parola ad un osservatore neutrale, il Times: "Not because
it was indisputably illegal, for it was quickly established that, despite
Italy’s ire, Holland’s first goal was within the new rules as so interpreted
by Fröjdfeldt, but because it was so daft, so wrong, so clearly a mistake,
that it should have been scrapped on commonsense grounds. Yet when was
clarity of thought last on nodding acquaintance with the offside laws? Not
for some time. Maybe this will spark a re-evaluation
.
Maybe Fröjdfeldt felt that Panucci was play-acting. Perhaps he believed that
it was a calculated ploy to trap Van Nistelrooy offside. If so, he was
incorrect. Dumb luck, not judgment, put Panucci out of play
. " Io la penso così e non perchè il gol lo ha subito l'Italia.

Ma anche io penso che sia stata solo sfiga, e che panucci non stesse assolutamente simulando. Ma...dura lex, sed lex. La storia del calcio è piena di ingiustizie, di episodi e di vittorie "immeritate" da un punto di vista morale/sportivo, ma assolutamente legittime da un punto di vista regolamentare.

Mi permetto: è assolutamente così. La "nuova" regola sul fuorigioco prevede, che qualora un difensore (risp. attaccante) esca VOLONTARIAMENTE dal campo di gioco, al fine di mettere in posizione di off-side un attaccante avversario (risp. di evitare di trovarsi in posizione di fuorigioco), la posizione di tale giocatore è, ai fini della regolarità dell'azione, cmq ATTIVA. Inoltre, il giocatore che abbia deliberatamente compiuto questa azione è meritevole di ammonizione. A riguardo, va notato che tale regola ha molto più valore nei confronti del difensore che esca dal terreno di gioco per mettere in off-side l'avversario, che vs l'attaccante, poichè quest'ultimo, per essere ritenuto in posizione ATTIVA, deve ricevere palla (o, almeno, fare "velo") e uscendo dal terreno di gioco, non sfrutta la posizione favorevole.

Nel caso specifico, la terna arbitrale deve aver ritenuto l'uscita dal terreno di gioco di Panucci, INTENZIONALE. In tal caso avrebbe, però, dovuto ammonire l'italiano (cosa non fatta). E', quindi, evidente, l'errore, poichè Panucci si trovava a terra per lo scontro fortuito con Buffon. Ne consegue che Van Nistelrooy era in fuorigioco attivo e la rete da annullare.

Il fatto che un burocrate dell'UEFA abbia sentenziato la regolarità della rete ha ben poco valore: le lobby difendono le proprie azioni (come i sindacati i propri associati, siano essi produttivi o fannulloni)..

Saluti. 

La prova definitiva che aveva ragione l'arbitro, visto che notoriamente domenech ogni volta che apre bocca spara solo ca*##te :-D

Ma Domenech dice che l'arbitro aveva ragione e, poichè, come tu stesso dici, dice solo ca*!@te, vuol dire che l'arbitro aveva torto.

Hai ragione, ma avevo letto poco prima un titolo sulla gazzetta che mi aveva fuorviato, pensavo che domenech avesse dato torto all'arbitro.

A questo punto replico con "l'eccezione che conferma la regola" :-D 

Italia e Francia probabilmente no. Noi senza difesa dove andiamo? Camoranesi ridicolo. Di Natale non ce la fa a quei livelli. Adesso anche quello con la Romania diventa un incontro difficilissimo perchè si può solo vincere.

In un blog che parla soprattutto di economia è divertente vedere come sia vero che il mestiere più amato dagli italiani sia quello di allenatore della nazionale, altro che Tremonti !
Non mi ritengo un esperto di calcio, anche se ho lasciato anche io le mie ginocchia sui campetti più disparati, poi cominciai il basket e lì ci ho rimesso due crociati, però vorrei porre una domanda a tutti:  io non so se i cambi prima, dopo, il modulo, Del Piero, ma so una cosa: se hai fiato, anche se sei una mezza pippetta qualcosa la combini, magari quando gli altri sono stanchi, ma noi dove ci avviamo con una squadra di ultra-trentenni ? Ho visto Gattuso perdere contrasti, Materazzi non si reggeva in piedi, Barzagli in chiarissimo debito di ossigeno, insomma con dei simpatici vecchietti potresti anche vincere una partita, non certo un torneo (nel basket NBA San Antonio è un esempio, spazzata via da Los Angeles nei quarti finali).

Poi il fuorigioco, certo importante, ma poi ? L'Olanda comunque premeva, e poteva arrivare il gol in tanti modi.

E adesso anche io, cappellino in testa, dico la mia: Buffon, Zambrotta, Gasperrini,Chiellini, Grosso, Aquilani, De Rossi, Ambrosini, Pirlo, Cassano, Del Piero.

Saluti dai cumuli di spazzatura, più alti della figura di cacca contro gli orange... 

E perchè strano? Il calcio è una passione di tanti italiani. Io inizio sempre a leggere il giornale dallo sport, poi la politica. Il resto viene dopo.

Io facevo lo stesso prima di Calciopoli, ora spesso non leggo piu' le pagine sportive. Comunque ricordate sempre che il nostro presidente del consiglio ha fatto chiaramente meglio come presidente del milan che come politico...rassegnamoci: noi abbiamo un vantaggio comparato in quello!

...Berlusconi e Napolitano si danno reciprocamente una mano per blindare ancora più la Casta, che rappresentano e dirigono, proibendo le intercettazioni giudiziarie. Perché tutta la storia della "tutela della privacy" (ma non possono dire "privatezza"?) attorno a quello ruota: la volontà di tutte le componenti della Casta di non dover dar conto all'opinione pubblica ed ai cittadini dei propri loschi affari e dei privilegi che essi procurano.

Così le prossime telefonate in cui BS raccomanderà le sue amanti e le amanti dei suoi comparielli a lavori super pagati in RAI, non si potranno leggere o ascoltare; ugualmente privati rimarranno i sorlerti e disinteressati consigli economici e finanziari dell'onorevole D'Alema ad amici "would be" banchieri, in nome e per conto del partito.

Ma tutto questo è evidentemente secondario a fronte della grande questione nazionale: pirlo libero o schiappa mediano?

continuando ad andare off-thread (gli Europei), ma concordando con Michele, trovo abbastanza ridicolo e strumentale il fatto che si vogliano tagliare le intercettazioni perchè, tra l'altro, "costano troppo".

La domanda che ci dovrebbe porre è se servono o meno.

Appurato che servono a reprimere reati, si dovrebbero trovare soluzioni con i gestori delle reti per avere costi ridotti, non certo eliminare le intercettazioni perchè non si ha sufficiente forza contrattuale con la Telecom e con la Wind.

In ogni caso, poi, il costo è un falso problema, perchè spesso le intercettazioni sono servite a scoprire magagne finanziarie ed a recuperare somma anche ingenti, che i colletti bianchi inquisiti sono stati ben felici di pagare per alleviare le rispettive posizioni processuali.

A titolo di esempio, ricordo che le intercetazioni che, assieme ad altri riscontri, portarono alla scoperta dei "furbetti del quartierino" hanno avuto l'effetto indiretto di far confiscare e quindi acquisire al patrimonio dello stato una cifra vicina al costo annuale delle intercettazioni stesse su base nazionale.

Ma perchè, scusa, senza il pallone che ti aspetteresti? Una sollevazione popolare? Gli italiani nei bar intenti a discutere di tutela della privatezza?

Ce li vedo, tutti, a smanettare su internet per accertarsi se è poi vero che l'Italia è il paese con più intercettazioni al mondo, se è vero che queste intercettazioni siano tra le più odiose responsabili del debito pubblico, se è poi vero che negli US in un anno si facciano... quante intercettazioni? quante ne ha contate il nostro simpatico ministro? 1000? 2000? 

Bah... forse davvero è meglio parlare di pallone... almeno lì c'è un arbitro che fischia un inizio, e una fine... tutte le altre chiacchiere contano poco, non c'è nessuno da infinocchiare..."per favore", disse il mitico Biscardi (anche lui un intercettato, ma è un'altra storia), "parlate due tre alla volta"!

Che grande... 

Ho appena letto su Repubblica che l'On. Roberto Giachetti (Pd) ha fatto un'interrogazione parlamentare per stabilire se è vera la notizia secondo cui lunedì pomeriggio Berlusconi avrebbe chiamato Donadoni per comunicargli la formazione. Pensate se ci fosse veramente l'intercettazione della chiamata in cui Berlusconi dice: "Fuori De Rossi e dentro Ambrosini".

scusa, ma che reato sarebbe? l'intercettazione serve per aiutare le indagini su reati. a meno che berlusconi non abbia costretto donadoni a mettere ambrosini con minacce o similia, non è reato. ha rilevanza politica, ma non penale, non trovi? siccome non ha rilevanza penale, l'intercettazione non ha senso di esistere. Se esiste, va cancellata e non divulgata pubblicamente, per il diritto alla privacy. Non trovi?

Certo, sono d'accordissimo con te!

Eppure... se un'intercettazione del genere esistesse, pagherei di tasca mia per farla pubblicare :D

(Che poi... anche per calciopoli, in molti casi non si trattava di veri e propri reati, no?)

E chi ha detto che è un reato? L'avrei solo trovata molto divertente.

Fantastico! Quindi questa volta niente dichiarazioni come queste

Scherzi a parte (l'interrogazione mi sembra davvero ridicola), SB l’aveva detto prima
delle elezioni e degli Europei che una delle prime cose che avrebbe fatto sarebbe stata quella di
limitare le intercettazioni (qui).

Le intercettazioni sono sacre, inviolabili e, almeno in Italia, si dovrebbero quadruplicare (suggerisco ad esempio di mettere sotto controllo tutti gli idraulici, fabbri, elettricisti italiani e poi confrontare numero di chiamate ricevute * ricavo medio per intervento con reddito dichiarato ogni anno). Detto questo, gli Europei sono molto piu' interessanti e divertenti (specialmente le partite di Spagna e Portogallo).

Tra l'altro credo che l'italiano medio non ci trovi nulla di strano nel fatto che BS raccomandi la showgirl di turno. Quindi non ne discuterebbe lo stesso. Forse discuterebbero della clinica milanese (sempre merito delle intercettazioni), forse di Alitalia, forse del prezzo della benzina, chi lo sa?

Alla fine, secondo me la Lega si opporra' al provvedimento sulle intercettazioni e si arrivera' ad un compromesso per cui le intercettazioni saranno mantenute come strumento di indagine, ma molte di esse non potranno essere pubblicate sui giornali. Vediamo se mi sbaglio. Domanda finale: i criteri di economicita' sono completamente assenti da tutta la pubblica amministrazione italiana. Come mai le "perdite" sulle intercettazioni sono diventate cosi' terribili?

Comunque: Pirlo davanti alla difesa tutta la vita...

Ringrazio Boldrin per aver messo in evidenza la notizia. 

Chissà per quali ragioni il nostro "stoico" presidente della Repubblica, anzichè "super-monitare" contro la proposta del governo (lo pagassimo un tot a monito, sarebbe comunque un bel risparmio), l'ha sostenuta, ritenendo la "tutela della privatezza" dalle intercettazioni una questione che necessiti di essere affrontata con urgenza...

Assodato che i DiPietristi faranno reale ostruzionismo (almeno loro), gli oppositori-ombra ipocritamente si accoderanno ad essi,  fingendo sdegno  (e pregando affinchè passi la legge-bavaglio), è reale, a vostro avviso, la possibilità che la lega metta i bastoni tra le ruote a BS? Io temo che una promessa di pseudo-federalismo fiscale + due lire a Malpensa bastino per zittire Bossi&Co. 

Per chi possa essere interessato, Travaglio ha parlato lunedì dell'affaire intercettazioni, preferendolo alla questione del centrocampo da schierare contro gli Orange (dal sito beppegrillo.it):

http://it.youtube.com/watch?v=IdTGfBquxV4 

 

ciao a tutti!

sempre riguardo alle intercettazioni segnalo questo articolo del corriere, in cui vengono discussi e in buona parte confutati la maggior parte degli argomenti usati a giustificazione delle nuove regole sulle intercettazioni.

simpatica anche l'esclusione pro forma dei reati di mafia e di terrorismo: proprio le tipiche categorie di criminali che si mettono d'accordo per filo e per segno al telefono..

 :ciao:

 

 

 

Ecco qua la notizia. Giocheranno De Rossi e Del Piero. Chissà se i rumeni hanno intercettato Donadoni.

Segnalo un amico che si è divertito a fare un paio di regressioni. Vedono se perdere il match iniziale ha effetti sul passare il turno e sulla vittoria finale. La conclusione è:

the very first match does not mean much. The fact that having a kick-start increases the chances of being first is intuitive, but the marginal effect is not big indeed. What we found surprising is the fact that being second [nel girone iniziale, nota di Rabbi] has a statistical significance on winning the tournament.

Ma, speriamo. Stasera vedremo. Alla partita di stasera non c'è appello. 

Quello che mi fa morire dal ridere sono i commentatori che dicono: "l'Italia ora e' all'ultima spiaggia e in queste condizioni si esprime sempre al meglio". Dico solo Euro 2004!

Cerca di pensare ai Mondiali del 1994 per avere un precedente più ottimistico sull'essere all'ultima spiaggia alla seconda partita. Ma è vero che i commentatori stanno abusando di questa idea che l'Italia giochi meglio con la pressione addosso. In tornei così brevi la pressione c'è ad ogni partita.

Ah, i tempi con Pertini in tribuna dove son finiti?!

 

Beh, essendo ministro della semplificazione, direi che si esprime in modo adeguato...

Comunque sull'Irlanda, ci aveva visto giusto. Se avete 5 minuti da buttare ascoltate il commento audio al referendum irlandese sul sito di Repubblica: io sono sempre piu' convinto che i giornalisti italiani siano per il 98% incompetenti.

Ma è vero quello che ha detto un commentatore Rai e cioè che in questo torneo è possibile che si vada ai calci di rigore già alla terza partita per stabilire chi passa il turno?

Esatto. Nel caso di assoluta parità (confronto diretto, diff. reti e gol segnati), si va ai rigori invece che alla monetina. Questo p.e. è quanto potrà verificarsi tra Turchia e Rep. Ceca se pareggiano la terza partita. A quel punto al 90° si tirano direttamente i rigori. Non so però come la cosa sarà organizzata in caso tale situazione di parità assoluta si verifichi tra squadre che hanno già giocato. Cosa fanno? Le riconvocano in tenuta da gioco per fargli tirare i rigori? Oppure li fanno calciare ai presidenti delle rispettive federazioni, in giacca e cravatta? Oppure li fanno tirare a ciascuna squadra nella rispettiva sede di allenamento e poi mixano i filmati e li mandano in onda alternati? Misteri UEFA...

 P.s.: dico la mia sul primo gol olandese: per me è assolutamente regolare perché, a norma di regolamento, un giocatore può uscire dal campo solo con il permesso dell'arbitro. In tutti gli altri casi va considerato in gioco, almeno secondo la nuova interpretazione FIFA scaturita dall'episodio di Fiorentina - Roma di due stagioni fa. Ovvio che per l'attaccante il problema del fuorigioco non si pone perché, essendo fuori campo, anche se considerato "in gioco", sarà comunque "passivo" perché non participante all'azione (salvo, p.e. che sia dentro la porta ed ostacoli il portiere: la valutazione è identica a quella usuale). Il difensore invece è fregato: se è fuori senza autorizzazione, anche per infortunio o per allacciarsi una scarpa, tiene tutti in gioco. Sfiga nera, ovvio, ma... dura lex, sed lex. E lo spirito è ovviamente quello di favorire gli attaccanti, come tante altre regole recenti.

Nicola, una norma che ti dice che uno che si è fatto male deve avere l'autorizzazione dell'arbitro per uscire dal campo è demenziale e vale quello che diceva il Times qualche giorno fa: sarà un gol regolare secondo il regolamento, ma palesemente contro il buon senso.

Sui rigori, immagino che siano tirati solo tra squadre che sono GIA' in campo. Ma cosa accadrebbe se tre squadre arrivassero alla pari?  

 

Il gol di Toni era regolarissimo. Che furti in questo Europeo!

Il gol c'era tutto, ma anche Perrotta poteva mettere dentro quella palla da 1 metro...

Se vincesse l'Olanda andrebbe a 6 e sarebbe qualificata. Gran biscotto con la Romania nell'ultimo turno con vittoria dei rumeni che andrebbero a 5. A quel punto noi saremmo fuori. Per noi il risultato migliore sarebbe forse la vittoria della Francia.

In caso di punteggio uguale, si guarda lo scontro diretto?

Si. Se l'Olanda vince stasera, e poi vince ancora con la Romania, ce la giochiamo direttamente con la Francia. Ma se l'Olanda vince stasera non ha poi ragione di vincere con la Romania. Non la vedo bene

Si, bisogna che l'Olanda non vinca oggi. Senno' il rischio che regalino la prossima partita alla Romania e' altissimo - e noi e la Francia ci guarderemmo negli occhi per 90 minuti :-)

 

Dopo il primo tempo non butta bene per noi. Speriamo che la Francia si svegli nel secondo tempo

A casa!!

fausto panunzi 13/6/2008 - 21:36

Noi e la Francia siamo a casa. Gran biscotto a favore della Romania martedì sera. Per fortuna non me la vedo. A fine mese torna Lippi CT.

Re: A casa!!

luigi 14/6/2008 - 16:09

Io questa cosa del far allenare la nazionale a un allenatore senza esperienza mica l'ho mai capita. Ma lo fanno per risparmiare o perche' nessun allenatore si vuole assumere il rischio?

Che brutto gioco, questa Italia...

Che pippone Del Piero!!

Brutto gioco?? Stavolta non mi pare proprio. Abbiamo avuto una marea di occasioni, purtroppo e' mancato quell'epsilon che te le fa trasformare in gol. E quando quell'epsilon c'e' stato, ci ha pensato l'arbitro e il guardalinee a cancellarlo. Il gol subito, poi, e' tutto colpa dello svarione di zambrotta. E c'e' chi poi dice che gli episodi nel calcio non contano...

 

Dicono per il gruppo C che le probabilità di qualificarsi sono in questo ordine:

1. Olanda

2. Romania

3. Francia

4. Italia 

Siamo quasi fuori, inutile illuderci

Anche secondo me siamo fuori. Aspetterei stasera x fare classifiche, pero'....

Io invece sono ottimsta.

L'Olanda che si è vista fino ad ora se la mangia la Romania e il Cigno di Utrecht mi ispira fiducia, non lo so, chiamatela ispirazione del momento ma per me la Romania non vince.

Poi battiamo la Francia e andiamo a prenderci la coppa. Scommettiamo?

Riporto da Gazzetta.it. L'Italia passa se...

1. Batte la Francia e l'Olanda vince con la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (4). 2. Batte la Francia e l'Olanda pareggia con la Romania. Passano Olanda (7 punti) e Italia (4). 3. Pareggia con gol contro la Francia e l'Olanda batte la Romania. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) per il maggior numero di gol nella classifica avulsa. 4. Pareggia 0-0 con la Francia e la Romania perde 3-0 con l'Olanda. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) grazie al miglior coefficiente Uefa (rispetto alla Romania).

Per chi avesse dubbi sul caso n.4, ecco i criteri se c'è parità, sempre da Gazzetta.it:

Ai quarti le prime 2 di ogni girone. In caso di parità si guardano:
1) punti negli scontri diretti;
2) differenza reti negli scontri diretti;
3) gol negli scontri diretti;
4) differenza reti generale;
5) gol segnati nel girone;
6) coefficiente qualificazione;
7) fair play;
8) sorteggio.
Se due squadre si affrontano nell’ultima gara e al 90’ sono pari per punti, differenza reti e gol segnati, si va direttamente ai rigori.

(niente rigori a mezzogiorno tirati dai capidelegazione, quindi. Peccato, perché con Albertini e Gigggi RRRiva avremmo avuto buone chance...).

4. Pareggia 0-0 con la Francia e la Romania perde 3-0 con l'Olanda. Passano Olanda (9 punti) e Italia (2) grazie al miglior coefficiente Uefa (rispetto alla Romania

Ma in questo caso non saremmo a pari con la Francia? dovremmo avere:

  ITALIA   FRANCIA
 Punti   2     2
 Punti scontri diretti    1     1
 Gol scontri diretti    0     0
 Differenza reti gen.   -3     -3
 Gol segnati nel girone    1     1
 Coeficente qualificazione  2.364  2.091
     
     

quindi in teoria passiamo noi, ma la regola dice:

Se due squadre si affrontano nell’ultima gara e al 90’ sono pari per punti, differenza reti e gol segnati, si va direttamente ai rigori.

quindi non si guarda al coefficente? O si intende che se le squadre sono tre si ricorre cmq a questi criteri e quindi passiamo noi??

Cmq "cavilli" a parte complimenti all olanda che gioca da paura speriamo continuino a farlo con la Romania.

Sull Italia:

1)unica nota positiva (almeno per me) l ennesima figura di m... di Del Piero, lo volevate eccovelo!!

2) Chissà se con Pirlo(per me il migliore) che arranca nel finale non ci avrebbe fatto più comodo Montolivo(al posto di ambrosini!?), ma d altra parte è questa la considerazione che in Italia abbiamo dei giovani in ogni campo(anche quelli di calcio!)

 

No, Grinny. Se ITA - FRA 0-0 e OLA - ROM 3-0, la classifica avulsa è a tre squadre (ITA, FRA e ROM, tutte a due punti). A quel punto vale la diff. reti nei confronti diretti tra queste tre squadre (ovviamente 0 per tutte e tre), e poi il numero di gol segnati sempre nei confronti diretti: è questo il criterio che esclude FRA (ITA e ROM 1 gol segnato, FRA 0 gol segnati). A quel punto, tra ITA e ROM, pari anche per diff. reti globale (-3) e per gol segnati globali (1), vale a discriminare il coeff. UEFA, che ci favorisce (e non so perché, visto che il girone di qualificazione lo abbiamo vinto entrambe, ma forse noi con più punti in proporzione alle gare giocate... alla fine sarebbe curioso qualificarsi grazie all' "inutile" - inutile perché di fatto fu solo un favore alla Francia - gol di Panucci al 94° in Scozia).

Purtroppo, quindi, l'intrigante prospettiva dei rigori con la Francia è impossibile sotto qualsiasi combinazione di risultati.

Carina anche l'ipotesi di Astaroth sull'incentivo per gli olandesi a mettere sotto pressione la Spagna piazzandogli tra i piedi nei quarti o ITA o FRA. Purtroppo il girone D si chiuderà il giorno dopo quello C (il nostro) e quindi l'Olanda non potrà sapere al 100% se la Spagna sarà davvero prima o seconda (in questo momento, per dire, è 1-1 con la Svezia, gol di Torres e Ibra, e sta "ballando" un po', dimostrando i soliti limiti caratteriali). Anzi, scopro solo ora che il tabellone del torneo è stato assurdamente diviso in due parti separate, invece di incrociarle come sarebbe doveroso, per cui OLA rischierebbe davvero di trovarsi in un'eventuale semifinale ITA o FRA "redivive". Morale: zero incentivi, largo alle riserve (l'UEFA ha appena ufficialmente avallato la cosa: http://www.rai.it/dl/RaiSport/ContentSet-6394b0c6-53f8-43a6-ab26-72c926058e6b.html) e poca voglia di lottare contro gli ottimi e grintosi rumeni (che peraltro hanno battuto gli olandesi già in qualificazione).

Però alla fine la Spagna ha vinto, quindi direi che ha ormai probabilità altissime di qualificarsi prima. A quel punto davvero l'unico motivo per cui gli olandesi vorrebbero buttar fuori Francia e Italia sarebbe la convinzione che queste siano meglio della Spagna, e quindi, piuttosto che correre il rischio di ritrovarsele in semifinale, preferiranno regalare un quarto più agevole alla Spagna.

E' vero, il tabellone diviso in due parti separate è assurdo, ma proprio per questo ci permette di fare questi conti: la scelta degli olandesi (impegnarsi/non impegnarsi) contro la Romania avrà molto probabilmente effetti su di loro in semifinale, dando per scontata una loro vittoria su Svezia, Grecia o Russia. A occhio mi sembrerebbe più conveniente ritrovare squadre "asfaltate" pochi giorni prima, oppure, mi ripeto, almeno sperare che queste creino qualche problema in più alla Spagna nel quarto di finale.

Tutto questo, è ovvio, dando per scontato che Francia e Italia siano più forti della Romania, cosa che non condivido molto, anche in base ai risultati delle qualificazioni. Certo, però, se si considerasse la Romania un avversario più temibile, allora molto meglio provare a farla fuori subito...

Comunque, se anche quello che dico fosse vero, ciò assicurerebbe un discreto impegno delle seconde linee olandesi, non certo una loro vittoria. Solo mi sembrano fuori luogo i paragoni col biscotto Danimarca-Svezia di 4 anni fa: là dall’antisportività ci guadagnavano entrambi, qui no, anzi forse l’Olanda avrebbe qualcosa da perdere…

grazie per il chiarimento... per quanto riguarda il coefficente di qualificazione la uefa lo calcola sui risultati sia delle qualificazioni ad euro 2008, che quelle ail mondiali 2006

mondiali 2006: ROMANIA 12 giocate 25punti       coeff. 25/12=2,083

                    ITALIA 10 gicate 23 punti            coeff. 23/10=2,3

euro2008 ROMANIA 12 giocate 29punti             coeff. 29/12=2,417

             ITALIA    12 giocate 29punti             coeff 29/12=2,417

Sarebbero determinanti le qualificazioni ai mondiali (mi sembra si calcolino cosi i coeff. correggetemi se sbaglio)!!

Per quanto riguarda Olanda-Romania 

Sinceramente non vedevo il motivo(tanto meno il diritto) di impedire all Olanda di far giocare chi vogliano loro; non credo abbiano la necessità di fare troppi calcoli e se giocano le riserve magari mettano un pizzico di impegno in piu per guadagnarsi un posto da titolari.

Salgono le quotazioni della Spagna, con un gicatore che trasforma in goal ogni tiro in porta ti gira tutto bene cmq tu giochi.

E pensare che David Villa quest'anno al Valencia ha fatto pena! Invece Toni non la butta dentro: tutti i gol sembra averli fatti per il Bayern

Olanda-Romania

Astaroth 14/6/2008 - 14:11

Volevo chiedere se secondo voi l'Olanda avrà qualche incentivo a battere la Romania martedì. I giornalisti sembrano escluderlo tutti: si dice che, perdendo, l'Olanda eliminerà in un colpo solo Italia e Francia. Se si tratta di portare a casa lo scalpo, allora di sicuro loro hanno un incentivo a perdere; ma se si tratta di vincere il torneo, più che fare un favore a se stessi lo farebbero alla Spagna. Il quarto di finale della Spagna sarebbe infatti, sulla carta, più semplice contro la Romania che non contro l'Italia o la Francia e di conseguenza gli spagnoli potrebbero arrivare molto meglio alla (probabile) semifinale Olanda-Spagna. Perchè non regalar loro la meno peggio fra Francia e Italia e sperare in un quarto più teso e combattuto (con possibilità di supplementari, infortuni, espulsioni...) rispetto a Spagna-Romania? Certo, questo non giustificherebbe comunque lo schierare la squadra oranje migliore contro la Romania, ma almeno delle seconde linee motivate a mettersi in mostra e a far risultato. Per come gira adesso all'Olanda potrebbe essere sufficiente...

Eccessivo ottimismo?

Incentivi

luigi 14/6/2008 - 16:06

ma sarebbe proprio illegale se la federazione italiana promettesse un bel premio partita ai giocatori olandesi?

Questo riporta il dibattito al mio post dello scorso anno sui premi per vincere.  Come sono state le partite di ieri? Io ero in viaggio e non ho visto niente purtroppo. Non vedrò neanche Italia - Francia e ne sono contento

Siccome siamo già fuori dagli Europei, vi invito ad usare il vostro karma per tifare Boston, che tra poche ore potrebbe diventare campione NBA sul campo dei rivali di sempre :)

Il risultato di Svizzera-Portogallo dovrebbe togliere ogni illusione su cosa accadrà in Olanda-Romania.

Era implicito nel mio commento, del resto "strategicamente" all'Olanda non converrebbe eliminare in una botta sola DUE squadre che se reincontrate in semifinale sarebbero molto piu' toste da battere?

A rigor di logica una delle DUE e' gia' eliminata, quindi perdendo l'Olanda ne fa fuori solo UNA. Oltretutto qualcuno ha suggerito che a Van Basten conviene "regalare" alla Spagna (che probabilmente incontrera' in semifinale) un'avversaria piu' esperta della Romania.

La triste verita', comunque, e' che ovviamente l'Olanda non giochera' col sangue agli occhi e, secondo me, tutto dipende da come finisce il primo tempo: se gli arancioni non segnano un goal e si rimane sullo zero a zero i minuti finali saranno un assedio.

La Repubblica ceca è già a casa. Speriamo almeno di rimanere noi, ma è dura.

in breve:

-la Francia è stata definivamente più sfigata di noi: Ribery fuori subito, rigore più espulsione di Abidal, e (ciliegina sulla torta) Henri che segna...nella porta sbagliata.

-l'Italia ha fatto la solita partitaccia, tirando a campare sulle sfighe altrui invece di risolvere i propri problemi di gioco. Quasi una metafora della situazione socio-politico-economica...

-grazie Marco Van Basten. 

-ci vorrà ben altro per impensierire la Spagna.

Come sempre, pare che lo sport nazionale sia l'auto-fustigazione. In realtà:

- se fosse passata la Francia, sarebbe stata una qualificazione ancora più immeritata

- i calciatori s'infortunano (all'Italia, non dimentichiamolo, manca il miglior difensore dall'inizio del torneo)

- rigore ed espusione erano lapalissiani

- gli azzurri hanno colpito due pali e sbagliato altre occasioni, poi hanno controllato la partita

- la Francia ha mostrato evidenti problemi (e forse, finalmente, Domenech sarà cacciato)

- ringraziamo l'Olanda (che però, giustamente, ha giocato con le riserve)

- la Romania non era poi una grande squadra (ma il goal di Toni era regolare .....)

- con la Spagna, vedremo (l'esperienza insegna di non giudicare dal girone di qualificazione)

 

 

-l'Italia ha fatto la solita partitaccia, tirando a campare sulle sfighe altrui invece di risolvere i propri problemi di gioco. Quasi una metafora della situazione socio-politico-economica...

Eh vabbe', allora continuiamo a farci male. Con Toni un po' piu' rilassato era 2-0 dopo 25 minuti, con la fortuna avuta dall'Olanda finora erano 3 (tacco di Toni splendido). Per la Francia io ho visto un solo tiro in porta pericoloso di Benzema, se questo vuol dire vincere sulle sfighe altrui (Ribery non è manco il fratello povero di Zidane), allora il calcio è veramente lo sport piu' opinabile che ci sia...

edit: l'unica cosa stonata, questa si' profondamente italica, è che dopo il gol dell'Olanda e' subentrato un atteggiamento di mission accomplished e per un bel pezzo abbiamo smesso di giocare. Tipico vizio italiano, mai fare piu' del necessario!

edit2: altro vizio tipicamente italiano è quella di fare sul serio solo col fuoco al sedere. Speriamo che cio' deponga a favore del paese nel suo complesso :)

IL TUO è UN COMMENTO ASSURDO E SENZA LA MINIMA BASE VERITIERA. Per punti:

- abbiamo collezionato molte più occasioni nitide dei francesi (almeno 4 con Toni DAVANTI AL PORTIERE DA SOLO) e meritato la vittoria. Rigore più espulsione nascono da una magia su lancio di Pirlo e da un gran gesto tecnico di Toni nell'agganciarla. SOLO MERITO NOSTRO PER IL RIGORE!!

-Ridicolo paragonare una partita colla situazione politico-economico. Ma che senso ha? Oltretutto dopo un'impresa straordinaria: qualificarci battendo i francesi, non succedeva da 30 anni!?!? MAGARI LA NOSTRA SITUAZIONE RISPECCHIASSE I SUCCESSI DELLA NOSTRA NAZIONALE! MAGARI!

-Ribery infortunato ma noi abbiamo un certo Cannavaro Fabio che 2 anni fa alzava una coppa da protagonista (e con la fascia di capitano)... gli infortuni esistono no?

-Se giochiamo così la Spagna ce la mangiamo a colazione col latte.

Per ultimo volevo ricordare che avevo previsto il risultato di questa sera (vedesi mio commento precedente, non so usare il rimando ma l'ho scritto nella discussione "bookmaker inglesi".

Adesso ci andiamo a prendere la coppa!

un po' di risposte sparse:

- Ribery non è manco il fratello povero di Zidane
Assolutamente in disaccordo, finora l'unico dei galletti ad aver predicato nel deserto
- la Francia ha mostrato evidenti problemi...
Ci mancherebbe, giocando quasi l'intera gara 10 contro 11...
-Rigore ed espusione erano lapalissiani...
Mai detto che non lo fossero.
-Come sempre, pare che lo sport nazionale sia l'auto-fustigazione.
No,
ma un po' di spirito critico aiuta. Perdonatemi, ma non riesco a fare
l'ultrà: sempre poi che non si voglia considerare "impresa
straordinaria" battere un avversario - ridotto in 10 per l'intera gara
- con 2 gol di scarto.
-Se giochiamo così la Spagna ce la mangiamo a colazione col latte.
A
questo punto non so davvero che partita hai visto, Sentenza. Il bel
gioco ieri sera ha davvero latitato (sia da parte nostra che loro eh).
L'unica cosa positiva è il risultato. Vediamo di battere la Spagna
(per la gioia di Michele) che viaggia col vento in poppa, poi ne
riparleremo.
-Il calcio è veramente lo sport piu' opinabile che ci sia.
E' cosi', non lo sapevate?

Premessa 1: mille di queste discussioni dopo una vittoria!

Premessa 2:se mandano marino bortolazzi a fare l'opinionista in rai vuol dire che possiamo dire veramente tutto ed il contrario di tutto. 

nell'ordine:

-Ribery era l'unico che aveva predicato fino ad allora, ma anche avere dietro Fabio Cannavaro era decisamente tutta un'altra cosa. Praticamente abbiamo perso la prima partita con l'Olanda per assenza di difesa e questo  (insieme a "ciccio" Obrevo) ci ha portato a giocarci l'accesso ai quarti con la Francia; tutti hanno degli imprevisti, la forza della squadra è reagire!

-in situazione di 11 contro 11 Toni si è divorato un'occasionissima davanti al portiere da solo (più il rigore). La Francia non ha avuto neanche lontanamente delle occasioni così.

- la frase "se giochiamo così la Spagna ce la mangiamo a colazione col latte" non equivale a dire "ieri abbiamo giocato un calcio champagne, siamo i brasiliani d'Europa" (titolo che lascio volentieri alla Croazia). La Spagna non si batterà col bel gioco, ma chiudendosi e ripartendo! Ieri siamo stati bravi a gestire il risultato, a chiuderci e ripartire (era meglio se Toni ne metteva dentro almeno una, ma amen insomma). E la Spagna la possiamo battere se giochiamo da vecchie volpi, facendoli sfogare per poi punirli in contro-piede!

Non so voi, ma io non vedo l'ora...

 

 

Non lo so

fausto panunzi 18/6/2008 - 12:13

Non so dirvi se siamo passati immeritatamente o no. Non ho vsito la partita. Ero in volo da Hong Kong. Sull'aereo ho rotto le scatole agli steward per sapere il risultato, ma gli asiatici non sapevano neanche di cosa stessi parlando. A fiumicino non ho visto bandiere italiane sulle case e ho iniziato a temere il peggio. Acceso il cellulare, il primo messaggio che ho letto è di un mio amico francese che diceva: Toni è il nostro migliore alleato. Panico. Poi il messaggio di mia moglie e allora mi sono messo a esultare tra gli altri passeggeri sbigottiti. Ho appena visto la sintesi della partita. Mi sembra che Toni si sia mangiato 3 o 4 gol. La Francia ha avuto solo l'occasione di Benzema. Come è possibile dre che non abbiamo meritato? Dalla sintesi non sembra che sia così.

Dalla sintesi che ho appena visto, l'Olanda nel primo tempo ha sbagliato dei gol incredibili. Se fosse finita 0-0 vi confesso che io avrei pensato alla più totale malafede. Mea culpa.

Son certo che a voi, banda di tifosi impazziti, questa piccola statistica farà un gran piacere!

A me, invece, fa ricordare che i treni qui arrivano in orario, oltre che essere ad alta velocità.

P.S. Se il link sopra non funziona, provate questo e poi cliccate "resultados" ...

Son certo che a voi, banda di tifosi impazziti, questa piccola statistica farà un gran piacere!

Michele, Italiani Spagnoli una fazza una razza.

Commenti

luigi pisano 20/6/2008 - 17:07

1)  Se battiamo la Spagna, domenica, siamo dei gran fichi

2)  Se i Glazer impediscono a Ronaldo di andare a Madrid (e lo tengono in tribuna tutta la stagione, ma questo sarebbe troppo...) sono dei gran fichi.  Prender nota, in via Durini...

Entrambe imprese molto complicate, purtroppo. Il mancato rispetto dei contratti è patologico. In effetti uno dei primo a rompere il contratto in modo plateale fu Ronaldo (l'altro, il ciccione) e sempre per il Real. Lo stesso fece Zidane con la Juve. Il Real è la squadra meno rispettosa delle regole a livello europeo. L'arroganza di Florentino prima e di Calderon adesso è veramente senza limiti.

Re: Commenti

20/6/2008 - 18:35

Luigi io uno con quei capelli per quei soldi li' glielo porterei a Madrid col riscio'. Ieri le 3 pere dei concreti teteschi mi hanno riconciliato col calcio.

La Turchia ha vinto la terza partita di fila all'ultimo minuto (o anche dopo). Esattamente come la Grecia 4 anni fa. Sono a pezzi (hanno una marea di infortunati) ma non vorrei essere nei panni della Germania mercoledì sera.

E la Russia che va a vincere contro gli Oranje?

Per me si dopano tutti come dei cavalli! Come facevano a correre così? Squadra rognosissima e in più c'è Hiddink! Mah, vedremo...

Quando dai al miglior allenatore al mondo diversi mesi per preparare una competizione breve i risultati sono questi... Do you remember Corea 2002?

Vi ricordate il 22 giugno di 4 anni fa? Fu il giorno del gran biscotto tra Svezia e Danimarca. Speriamo che oggi ci sia più propizio.

Vincenzo, la Corea di 6 anni fa fu spinta in avanti (contro Italia e Spagna) dagli arbitri. E' vero che due anni fa con l'Australia fu l'Italia ad avere un grosso aiuto arbitrale. 

Qualcuno conosce l'origine dell'espressione ''biscotto''?

risposta trovata in rete, non so quanto affidabile, ma mi sembra coerente:

il termine "biscotto" deriva dal biscotto, appunto, dopante che si dava al cavallo nelle gare truccate di ippica. In seguito venne adottato da tutto il mondo sportivo, in particolar modo da quello calcistico

Si', questo e' anche quello che dice wikipedia

Pero' poi secondo me il termine deve aver preso una accezione diversa perche' nel calcio il biscotto si ha solo quando ci sono due squadre che si mettono d'accordo per farne fuori una terza (come nel caso appunto di olanda e romania): per dire, non ho mai sentito dire che moggi facesse biscotti. In questo senso secondo me prevale nell'immaginario collettivo l'idea che il biscotto sia in realta' una specie di sandwich in cui una delle due squadre viene presa in mezzo. Un biscotto tipo i ringo, insomma, o tipo il biscotto gelato (gnam).

... paura totale. La Spagna è più forte, purtroppo.

Noi come speriamo di segnare? Dopo il primo tempo non saprei trovare una risposta a questa domanda.

Adesso mi è più chiaro: il piano non ce l'avevamo. Meglio la Spagna, in ogni caso.

Sicuramente meglio loro, aggiungo:

-Donadoni ha messo su una bella difesa, supplendo alla mancanza di cannavaro ecc, ma ci deve spiegare cosa ha portato a fare borriello se con un toni irriconoscibile per 4 partite non lo mette MAI dentro! E Quagliarella? che senso ha avuto portarselo? Inzaghi veniva comodo in una partita come stasera.

-Non siamo usciti per colpa di Donadoni ovviamente, i rigori sono una questione di fortuna e tanti altri fattori difficilmente controllabili.

-Finisce l'era di una generazione mi sa, ora dentro coi giovani (ce ne sono tanti di bravi e promettenti).

l'italia da sempre (unica eccezione l'italia di bearzot) con le squadre forti fa sempre la stessa partita sparagnina

 

solo che contro la francia ai  modiali avevamo lippi

 

qui avevamo donadoni che è uno sfigato 

Non sono mica d'accordo. Contro la Germania ai mondiali avevamo giocato meglio noi, ad esempio, e pure contro la Francia a questi europei. Chiaro che poi noi abbiamo inventato il contro-piede e quando lo facciamo bene non ce n'è per nessuno; solo che:

-se li fai giocare devi avere uno davanti che la mette dentro anche con mezza-occasione, e toni è un paracarro;

-devi avere o una squadra che corre veloce o uno che fa lanci di 50 metri sui piedi. Noi di solito avevamo Pirlo ma questa volta mancava: si è sentito!

-contro la Francia in finale ai mondiali non mi pare che Lippi sia stato decisivo, come non lo è stato Donadoni ieri nella sconfitta colla Spagna.

meglio la Spagna, ma neanche poi di tanto. Se una cosa abbiamo pagato tanto, secondo me, è stata la mancanza di una prima punta incisiva e sempre pericolosa (Toni, oltre a cascare in continuazione come in tutto l'europeo, è riuscito a deviare a Grosso il pallone della vittoria). Pazienza, ai rigori tra l'altro può capitare (soprattutto se hai di fronte un portiere come il loro).

E' vero, meglio la Spagna, ma non di tanto. Anche io, come Sentenza, ieri sera mi aspettavo che il terzo cambio fosse Borriello per Toni. Perchè  abbia convocato Borriello è un mistero.

Ieri sera ci sono mancati Gattuso e soprattutto Pirlo. Ora tornerà Lippi. Che cosa ci lascia di buono Donadoni? Due cose. La prima è Chiellini, che ormai sarà titolare inamovibile con Cannavaro. Ottima coppia centrale. La seconda è il ritorno di Cassano in Nazionale. Ma i problemi che Lippi affronterà non sono pochi. Zambrotta, Toni, Camoranesi, Perrotta sono stati tutti sotto tono. Grosso in difesa non è bravo, anche se spinge benissimo sulla fascia. E poi periamo che i giornalisti la smettano con Del Piero in Nazionale. Non è per lui. Almeno questo potrebbe essere un piccolo equivoco risolto

a propos Luca Toni, e' divertente la competizione organizzata dal guardian per i suoi lettori:

http://www.guardian.co.uk/football/gallery/2008/jun/26/euro2008.italy?picture=335291158

cheers

Tre partite e quattro squadre rimaste. Italia a casa. Per chi si tifa adesso? Inziamo da Germania-Turchia. Qua per me è facile. Ragioni familiari mi impongono di tifare Turchia. Con zero chanches, date che la Turchia è a pezzi. Ma la Germania è troppo brutta, ha giocatori troppo scarsi per indurmi a tifare per loro. E poi loro sono i nostri nemici storici, non si può tifare per loro. In realtà poi mercoledì sera io tiferò solo per Bruce, ma magari stockli potrebbe organizzarsi per sapere gli aggiornamenti della partita mentre siamo allo stadio. (Tanto Thunder Road non la farà: l'ha già fatta l'ultima volta che è venuto a Milano).

Poi Spagna-Russia. Qui è più difficile. Hiddink-Occhetto mi sta fortemente antipatico dai tempi della Corea. Troppo spudorato l'appoggio degli arbitri a loro favore. Ma Andrei Arshavin conto l'Olanda è stato abbagliante. Nei supplementari saltava l'uomo come se fosse ancora nel primo tempo. La Spagna è forte, ma ieri sera si è visto che hanno limiti anche loro. Il loro centrocampo tiene palla ma costruisce poco. Anche l'attacco non è così incredibile. Per lorof ortuna, Villa è esploso agli Europei dopo aver fatto pena in campionato, mentre  purtroppo Toni ha fatto l'opposto. La Spagna ha però un vero fenomeno, colui che ha deciso la partita di ieri sera: Iker Casillas. Come Buffon tra i pali, meglio in uscita bassa, meglio anche ai rigori. Insomma, la Spagna dovrebbe vincere. Quindi, credo che la finale sarà Germania-Spagna, mentre io tiferò per Turchia-Russia. 

In fin dei conti mi piacerebbe la Turchia vincitrice, ma non credo che la favola si realizzerà, anche per la squadra rimaneggiatissima che andrà ad affrontare la Germania - come al solito priva di grandi giocatori ma concreta, agli appuntamenti che contano ci sono quasi sempre.

La vera finale è Spagna Russia: l'unica squadra imbattuta da un lato, contro la rivelazione del torneo dall'altro. Non so chi preferire: gli spagnoli ci hanno buttato fuori, i russi li allena Guus Hiddink (già Australia 2006 e soprattutto Corea 2002). Dovessi scommettere un dollaro, direi Russia, anche per la vittoria finale.

 

			 
			
"Il calcio è un gioco molto semplice: 22 uomini rincorrono un pallone per 90 minuti e, alla fine, vincono i tedeschi "
(Gary Lineker) IO TIFO GERMANIA (se non altro per vicinanza geografica visto che sono trentino). Deutschland, Deutschland uber alles!

Tre partite alla fine degli Europei e ormai incombono i giochi di Pechino. Ecco le previsioni di medaglie per i diversi Paesi. Di solito anche Andrew Bernard di Dartmouth College pubblica le sue previsioni.

Vado sullo scontato: vince la Germania. 14 giocatori per la Turchia sono troppo pochi e i miracoli come Grecia 2004 difficilmente si ripetono dopo 4 anni. Ma spero di sbagliarmi. La mia finale ideale è Turchia-Russia: due nazioni largamente non europee che si sfidano per vincere gli Europei.

Vince la Spagna. Russia deludente.

Beh, questa l'ho presa in pieno.

Li ha vinti stasera la Turchia. Il resto non conta (pregasi notare l'ora in cui ho messo il commento).

Il calcio è uno sport che si gioca in 11 contro 11 e in cui alla fine vince la Germania.

Non ho visto la partita ma ho letto che la Turchia è stata veramente sfortunata. D'altra parte avevano avuto fortuna fino a oggi.

Più che di sfortuna (termine proibito a chi segna un gol a 5 secondi dalla fine di un quarto di finale...), parlerei di totale esaurimento fisico di una squadra che ha giocato molto bene ed ancor meglio aveva contrastato tatticamente la Germania (sempre grande i'Terimme).

Come puoi vedere dagli highlights, sia sul secondo che sul terzo gol tedesco chi doveva coprire sulle avanzate di Lahm (ovvero, l'attaccante Kazim) è, nel primo caso, rimasto letteralmente piantato in terra, nel secondo addirittura è stramazzato al suolo vittima di crampi, distorsione o chissaché. 

La cosa buffa è che Lahm è stato scelto dall'UEFA come man of the match. Peccato che dalla sua parte i turchi abbiano fatto i loro comodi per tutti i 90 minuti: tipico caso di terzino che sa solo attaccare, ma quanto a difendere... Grosso a confronto è un mastino.

La Germania è un vero mistero. Fa giocare Lehman, Lahm e Podolski che hanno giocato da riserve tutto il loro campionato. Lahm non giocava nel Bayern proprio per i suoi limiti difensivi, come Grosso nell'Inter. Podolski era la riserva di Toni e Klose. Lehman è stato riserva di Almunia! Eppure sono in finale.

Più che di mistero, parlerei di costante universale. Tredici finali (7 mondiali e 6 europee) testimoniano la capacità di far rendere sempre al 101% le (a volte scarse, a volte scarsissime, a volte buone, ma mai ottime, almeno a mia memoria) risorse a disposizione. Se pensi che sono arrivati in finale anche nel 2002 ai mondiali (e se Kahn non fa la paperissima su Ronaldo, chissà come finisce) e nel 1996 agli europei (vincendoli pure), con squadre a dir poco modeste...

La Germania migliore che mi ricordi è quella del 1980 (europei in Italia, ma già nel 1982 era in declino) e, forse, quella del 1990 (mondiali in Italia). Quelle del 1970 e 74 son troppo giovane (???) per ricordarle (e in ogni caso in entrambi i casi era al massimo la n.2, molto dietro Brasile ed Olanda). 

Infine, non dimentichiamo che la Germania ha sempre pesato moltissimo a livello FIFA e UEFA, anche se stavolta non mi pare ci siano stati episodi arbitrali a lei particolarmente favorevoli. Certo, il girone era facilino, anzichenò.

Da Gazzetta.it    Calcio, Havelange: "Mondiali '66 e '74 furono pilotati"

RIO DE JANEIRO - I Mondiali di calcio del 1966 e del 1974 furono
pilotati. Lo ha dichiarato l'ex presidente della Fifa Joao Havelange al
quotidiano brasiliano 'Folha de San Paulo'. "Nelle tre partite che la
Selecao brasiliana gioco' nel 1966 su tre arbitri e sei guardalinee
sette erano inglesi e due tedeschi", ha detto Havelange. "La fecero
finita con il Brasile, Pele' usci' con una lesione e Inghilterra e
Germania arrivarono in finale, come voleva Sir Stanley Rous, l'inglese
che a quell'epoca guidava la Fifa". Poi l'affondo sulla Coppa del Mondo
del '74. "In Germania fu la stessa cosa. Nell'incontro Brasile-Olanda,
l'arbitro era tedesco, noi perdemmo 2-0 e la Germania ottenne il
titolo", ha affermato Havelange. "Eravamo i migliori del mondo, erano
gli stessi fuoriclasse che nei titoli mondiali del Brasile del 1962 in
Cile e del 1970 in Messico, ma dovevano vincere i Paesi ospiti". 

La domanda è: da chi, dato che Havelange era il presidente della Fifa? Mi pare una minchiata- 

 

Chapeau

fausto panunzi 26/6/2008 - 21:49

Agli statistici di Vienna: hanno azzeccato la finale, come leggete nell'articolo. Loro prevedono anche la vittoria della Spagna. Io farò il mio pronostico per la finale domenica.

Germania - Spagna è la finale degli Europei. Mancheranno Ballack e Villa. Assenze entrambe pesanti. La Spagna metterà Fabregas e la Germania Boroski. Nessuno dei due è un sostituto perfetto del titolare. Finora la Spagna è stata la squadra migliore, grazie al suo centrocampo e ai gol di Villa. La Germania è stata solida, ma non brillantissima (anche se della partita con la Turchia ho visto solo la sintesi). Il pronostico è scontato a favore della Spagna. Io però tiferò Germania, per ragioni - lo ammetto - non nobili. La Germania è quasi sempre in finale o vincitrice. Non fa neanche più notizia quando vince. Fa parte a pieno titolo del club dei grandi del mondo.  Come l'Italia (e forse a maggior ragione). La Spagna no. E allora preferisco che il club dei vincitori resti ristretto. Già abbiamo dovuto accettare la Francia dal 1998. Non si sente proprio il bisogno di averne altri in questo club. Gli spagnoli la menerebbero (giustamente!) per mesi, dicendo che la storia è cambiata, ecc. Allora quali speranze ha la Germania? Tecnicamente poche. Ma se passasse in vantaggio, la testa degli spagnoli si riempirebbe di brutti pensieri. Ricordate che paura (infondata) avevano dell'Italia. Pensate passare in svantaggio in finale con la squadra che si è meritata la frase di Gary Lineker sull'essenza del gioco del calcio (si gioca 11 contro 11 e alla fine vince la Germania). Sarebbe durissima per chiunque. Insomma, forse vincerà la Spagna (spero di no), ma non sarà una passeggiata. In ogni caso, la Spagna è stata la squadra migliore, con il giocatore migliore (Iker Casillas) in un torneo che, secondo alcuni, è stato il migliore dai mondiali di Messico 1986. Ma non sempre nel calcio vincono i migliori. E questa è la ragione che rende il calcio molto più appassionante del tennis o del basket.

ho scommesso sul 3 a 2 per la Germania...vedremo, anche se i tedeschhi partono svantaggiati.

Bagni ha detto che ha visto male gli spagnoli durante il riscaldamento. Per la Germania è finita.

¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡¡Gooooooooooooooollllllllll!!!!!!
¡¡¡¡¡¡¡¡Gooooooooooollllllllllll!!!!!!!!!! ¡¡¡¡¡¡El Niño!!!!!!
¡¡¡¡¡¡The Kid!!!!!!! ¡¡¡¡¡¡¡Qué grande eres!!!!!!!! ¡¡¡¡¡¡¡Cómo te
queremos!!!!!!!
Gran pase de Senna al desmarque de Torres con Lahm,
el 'Niño' es más listo y la pica espectacularmente por encima de
Lehman... Era el hombre del partido.

UBS, basandosi sui risultati passati delle squadre, ha fatto un fiasco colossale. Gli statistici di Vienna, basandosi sulle quote dei bookmakers, hanno azzeccato la finale, anche se con il vincitore sbagliato. Il valore di mercato delle squadre ha previsto correttamente il vincitore ma ha sopravvalutato l'Italia.

Tutte le agenzie di bookmakers presenti nella mia zona, prima dell'inizio dei campionati, avevano le stesse squadre in cima al ranking che indicava la probabilita' di vittoria finale:

1) Germania

2) Spagna

2) Portogallo ed Italia, a parimerito  (tipicamente date 7/1)

Io pensavo fosse la Germania, quella sopravvalutata....

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti