Chihuly a Nashville

6 ottobre 2010 andrea moro

Se passate da Nashville entro fine ottobre, consiglio vivamente, fra un locale country e l'altro, la visita di Cheekwood Botanical Gardens per ammirare una stupenda mostra dei vetri di Dale Chihuly.

Chihuly si è formato fra i maestri soffiatori di Murano, e infatti in alcune delle sue serie si ispira ai classici temi veneziani. La sua bravura ed originalità stanno nella capacità impareggiabile di interpretare la natura circostante le sue esposizioni, difficile da rendere tramite le foto che vi propongo. Bisogna davvero vederle. Se ne avete l'occasione, qui o altrove, non lasciatevela scappare.

123 commenti (espandi tutti)

Andrea confessa, al di là delle splendide creazioni di Dale Chihuly (l'albero è proprio bello), volevi provare uno slide show su nFA-).

Comunque vedere dei colori tanto vividi su nFA è impressionante, in genere se ne vedono di tutti i colori nelle discussioni...

Bellissime opere. Non dico che varrebbe la pena andarci apposta a Nashville, ma quasi quasi...

Chihuly a Nashville

Biba 6/10/2010 - 15:22

 semplicemente fantastiche....arte nell'arte

mi chiedo invece cosa sono quei simboli rossi a fianco degli articoli

cornetti scaramantici ....o che altro?

Sono peperoncini che misurano quanto è ''hot'' la dicussione, dove ''hot'' è misurato dal numero di commenti. Quanti più commenti tanti più peperoncini, fino a un massimo di 3.

quello l'avevo capito,....era il peperoncino che mi sfuggiva

 somiglia più ad un cornetto scaramantico cmq

io ci metterei delle faccine sono più simpatiche viste le tematiche trattate ma poi ....up to you

mero suggerimento

cmq complimenti per aver scovato e proposto quelle bellissime sculture in vetro

Se uno vive a nashville non e' poi cosi' difficile da scovare... l'evento is a big thing. Comunque chihuly fa esibizioni in tutte le parti del mondo, prima o poi passera' anche vicino a casa tua. Controlla il suo sito. 

beato te che vivi negli USA ti invidio....ma che ci fai a Nashville se non sono troppo indiscreta?

a me ricorda i cantanti countryhippy e quelli che si fanno le canne

sono molto ignorante in merito a questo artista che trovo cmq fantastico grazie x le dritte

vedrò se nel mio perigrinare in giro x il mondo lo trovo  

Come mai qui ci sono 58 commenti e 3 peperoncini e La dimensione delle nazioni con 65 commenti non ha alcun peperoncino?

perche' - se non erro - i peperoncini danno un'indicazione della derivata rispetto al tempo, non del livello

il tempo conta, ma in questo caso il problema e' che il modello degli articoli nella sezione biblioteka non ha i peperoncini.... correggeremo

Chihuly a Nashville

Biba 6/10/2010 - 19:14

oops ho visto ora il tuo CV scusa non vorrei averti dato del cannato

I'm so sorry but as always I never think before I write

I'm so sorry but as always I never think before I write

Allora hai scelto il sito giusto.

E, comunque, cosa c'è nel CV di Andrea che escluda le canne? Di bambu ovviamente ...

noooooooooooooooooo ma tutti economist siete......Whereof one cannot speak,
thereof one must be silent

I've to be silent bytheway

Chihuly a Nashville

Biba 6/10/2010 - 22:32

forse hai ragione con tutti quelle tabelle e tutti quei numeri me le farei anche io le canne.....ma ti assicuro non di bambù forse.....

è l' economist professor che mi ha spiazzato ....poi ho visto la sua foto sul sito e....non ha la faccia da cannato e quindi ho detto oops

in merito al sito giusto non so.... ho veramente seri dubbi tutti troppo seri ed edotti

troppo....

 io mi sento così piccola piccola con la mia non edotta scienza ... certo che la cosa divertente è come il maschilismo erudito emerge in alcune diatribe è veramente impressionante

una sorta di lobby USa/italy made .. del tipo eravamo 4 amici al bar...massacrate veramente i poveri tapini esterni che capitano x caso....che a volte che cercano di esporre le loro idee ma, che non fanno parte dei 4 amici e.... alcuni e vi do ragione  sono veramente tanto carnevaleschi

diciamo che mi considero la parentesi "rosa" in un covo di persone.... colte, coltissime che un pò incutono .....non mi viene il termine vedi....

cmq complimenti a tutti voi

Biba, scusami se mi intrometto, ma ti dispiacerebbe articolare un po' meglio le tue impressioni, che mi interessano molto? Creco di spiegarmi.

Praticamente dall'inizio del sito, c'è sempre stata una drammatica prevalenza maschile, sia per gli autori degli articoli sia per i commenti. Non possiamo ovviamente avere dati precisi sui lettori, ma ho guardato gli ultimi dati su chi ha donato soldi per la fondazione e anche lì la prevalenza maschile è schiacciante.

Noi consideriamo questo un grosso problema, che abbiamo sempre avuto e che non siamo mai riusciti a risolvere. Ne abbiamo già parlato in questo post di un paio di anni fa, ma direi che da allora non abbiamo fatto alcun passo avanti. Chiaramente facciamo qualcosa che tende a respingere il pubblico femminile, ma non ci è ben chiaro cosa. Quindi, tornando a bomba: puoi farmi qualche esempio del ''maschilismo erudito che emerge in certe diatribe?'' E' chiaro che lo stile del sito tende a essere spesso assai diretto, e sicuramente in alcuni casi anche aggressivo. E' qualcosa che possiamo evitare senza perdere altre carateristiche che invece vogliamo conservare, in particolare il fatto di dire quello che si pensa senza troppi fronzoli? Cosa possiamo fare secondo te per migliorare la qualità del dibattito sul sito?

Ciao Sandro ,1 chiaro esempio è dragonfly che non va al di la del suo naso e non sta alla acutezza femminile ......noi veniamo da Venere e voi mi spiace da Marte

da buon maschilista si è risentito xchè mi sono permessa di ironizzare sul suo pseudonimo, ma credimi non era certo x offenderlo non mi permetterei mai e poi mai ma era solo x rendere un pò più divertente questo interessantissimo ma alquanto impegnativo e seriosissimo blog

a mio avviso, ma ti prego senza offesa, è un pò pesante perchè argomentate da maschilisti,rispondete da maschilisti, vi atteggiate da maschilisti  affrontando tematiche già di loro conformi ad un cervello maschile, calcoli, tabelle, grafici, ecco xchè nessuna donna ci si mette a discutere con voi

se non sono stata esaustiva domani ci riprovo ma.....mi raccomando non mi riprendere anche tu sulle virgole e per dirtela tutta a volte dimentico anche le h ma con questo.....sono simpatica ugualmente

buona notte

Ciao Biba, in effetti vorrei qualche esempio in più sulle cose che facciamo male, e se possibile qualche consiglio su cosa fare per migliorare. Non possiamo (e non vogliamo) ovviamente controllare quello che dicono coloro che intervengono per commentare, ma con particolare riferimento a noi redattori, puoi fare qualche esempio in cui ci ''atteggiamo da maschilisti'' o ''rispondiamo da maschilisti''? Grafici e tabelle sono inevitabili quando si cerca di discutere seriamente di economia, e tante donne le usano, quindi il problema non può essere quello.

Ciao Sandro e buonasera a tutti gli altri intanto mi scuso a priori se qlc si è sentito "touché" ma il mio asserire che siete dei maschilisti nell 'argomentare  è solo dovuto sicuramente dalle tematiche seriose e assolutissimamente interessanti ma solo x 1 cervello maschio che sicuramente implicano anche grafici e tabelle x comprovare ,convincere e argomentare con gli altri ma che x NOI che veniamo da Venere a volte sono interessanti da leggere ma poco interessanti x discutere

per quanto riguarda invece rispondete da maschilisti ecco lì che 1volta toccati sul vivo (vedi ris che hanno dato ai miei commenti) vi risentite xchè vi considerate menti eccelse e vi viene difficile accettare che 1 donna possa entrare a far parte di una discussione seria o ludica che sia in quanto femmina (naturalmente non tutti, ma la maggior parte ) poi.....il resto cazzate  

da buon maschilista si è risentito xchè mi sono permessa di ironizzare sul suo pseudonimo

Ma perché, è forse notorio che a risentirsi per commenti intorno al proprio pseudonimo sia affare tipicamente maschile?

a mio avviso, ma ti prego senza offesa, è un pò pesante perchè argomentate da maschilisti,rispondete da maschilisti, vi atteggiate da maschilisti  affrontando tematiche già di loro conformi ad un cervello maschile, calcoli, tabelle, grafici, ecco xchè nessuna donna ci si mette a discutere con voi

Affermazioni di questo tipo potrebbero ingenerare risposte che credo, ma non sono sicuro, tu ascriveresti ad un tipico atteggiamento maschilista. Evito le risposte è ti chiedo dunque: per te le tabelle sono davvero maschili? E anche i calcoli?

E' mia opinione che le ragioni per le quali il pubblico femminile si tiene alla larga da nfa non stiano in quelle forme di contrapposizione marte-venere che richiami.

assolutamente si nessuna donna si risentirebbe se qlc ironizza sul suo pseudonimo anzi.....forse intelligentemente starebbe al gioco

naturalmente senza trascendere nell'offesa questo resta indubbio

si per me le tabelle e i calcoli sono tipicamente maschili fanno perte di un emisfero cerebrale tipicamente ascritto all'uomo MASCHIO

le donne i conti non li fanno mai neanche quelli della spesa figurati gli altri....

a meno che naturalmente non siano x scelta di indirizzo o per esigenze di lavoro ma non sicuramente nel quotidiano e nei momenti di relax come può essere considerato questo

Sarà, ma per esperienza personale vedo che i conti molte donne li sanno fare benissimo, e si appassionano tanto quanto gli uomini di argomenti come l'economia e la politica, anche nel quotidiano, non solo per obblighi professionali.

Questo commento mi sembra una raccolta di banali luoghi comuni, perfettamente adeguato ad una società come quella italiana in cui le donne nell'economia, nell'industria e nella politica sono una percentuale al livello iraniano, mentre nel resto del mondo le cose vanno in modo un po diverso.....

Trovo sinceramente poco condivisibile qualsiasi argomento tipo "nessuna donna si risentirebbe se qlc ironizza sul suo pseudonimo", mi sembra una versione speculare del maschilismo più retrogrado, gli imbecilli sono altrettanto diffusi tra gli uomini che tra le donne, oltre a questo l'idea che esista un emisfero cerebrale MASCHIO mi sembra surreale, sarebbe come dire che le donne hanno mezza testa atrofizzata.

Non nego che esistano differenze tra i due sessi, ma non sono certo quelle banali su una presunta maggior sensibilità femminile o su una qualsiasi differenza a livello intellettivo, se Biba trova noiosi e tipicamente maschili i calcoli dovrebbe considerare che per il 99% delle casalinghe in famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese con i soldi sono una cosa essenziale e se non sono CALCOLI ed ECONOMIA questi non so cosa possa essere considerato tale.

scusami Pietro intanto IO non sono la totalità ma parlo x me

odio tutto ciò  che è calcolo e ti assicuro che vivo benissimo

x tirare a fine mese non ho bisogno di fare calcoli uso semplicemente la testa

che poi ci siano donne appassionate di calcoli non lo metto in discussione ma ti garantisco che la percentuale che le porta a bloggare di economia e di finanza nei momenti di relax è veramente bassa

credimi, io ho letto alcuni dei vostri blog impegnati e ti assicuro che a volte ho difficoltà a comprendere ciò che esprimete

ammetto la mia " ignoranza " anche xchè il mio lavoro mi porta a fare dell'altro con questo chapeau agli autori del blog

indubbiamente la Vostra è 1 preparazione da esperti in materia e io mi limito a leggervi e cerco di imparare da Voi ma mi viene spesso difficile.... figurati quindi entrare nel merito

vedi infatti l'adesione femminile  a questo indubbiamente interessantissimo blog

 scusami ma dopo 1 giornata faticosa al lavoro tra riunioni e decisioni da prendere sinceramente meglio rilassarsi trattando argomentazioni magari da "gallina" ma sicuramente più easy e meno impegnative dove chiunque possa partecipare senza essere così erudito o edotto

 

il punto è che io NON sono un esperto, faccio tutt'altro che studiare economia nella vita e nel lavoro, e proprio per questo nel tempo libero trovo interessante e anche rilassante affrontare argomenti come quelli di questo blog.

La mia impressione è che la scarsa adesione femminile a questo blog sia dovuta più all'idea che simili argomenti siano PALLOSI e ad una sottovalutazione delle proprie capacità che ad altro.

In fondo è sufficente limitarsi a parlare di cio che si capisce e si conosce, e molte volte qui capita di poter esprimere commenti adeguati senza essere scenziati....

scusami, ma tanto divertenti non sono...poi dipende dall' idea che tu hai

alcuni tendono ad essere una lezione di finanza ed economia che sicuramente x chi è addetto e addentro ai lavori è sicuramente interessante

anche xchè gli  autori, se non sbaglio tutti sono professor, associate professor e chi più ne ha ne metta in economia quindi che vuoi che noi si discuta o si partecipi....no assolutamente impossible credimi

meglio CHIHULY x me

 io generalmente tendo a non rilassarmi discutendo di economia anche se torno a ripetere mi attira ma poi.....sono sincera mi perdo e mi addormento

Penso che l' avversione di molte donne (non tutte fortunatamente) verso questo tipo di discussioni, con annessi calcoli e tabelle, più che a ragioni genetiche sia da imputare a un sessismo culturale che danneggia in primo luogo proprio il genere femminile.

Lo stile aggressivo-competitivo son invece d' accordo a catalogarlo come tratto distintivo degli òmini...

si per me le tabelle e i calcoli sono tipicamente maschili fanno perte di un emisfero cerebrale tipicamente ascritto all'uomo MASCHIO

le donne i conti non li fanno mai neanche quelli della spesa figurati gli altri....

A me pare che quanto affermi sia vero statisticamente, oggi, in Italia, ma non credo sia dovuto al 100% a differenze innate: per una parte significativa cio' dipende dall'impostazione culturale oggi esistente, in Italia.

La materia in cui lavoro, Fisica, e' considerata maschile, e oggi in Italia e' decisamente frequentata in maggioranza da maschi.  Tuttavia nel corso degli anni la percentuale femminile in Italia e' aumentata significativamente, e ha raggiunto nella classe di eta' dei giovani laureati forse percentuali simili agli altri Paesi, sempre relativamente modeste ma comunque significative e in aumento. Inoltre alcune donne hanno gia' raggiunto senza dubbio i vertici mondiali della disciplina, sia teorica che sperimentale. L'anno scorso o il precedente, nel concorso di ammissione alla Normale ha vinto una donna, che ha concorso per Matematica ma ha superato anche in Fisica tutti gli altri concorrenti, se ricordo bene. E anche nei passati recenti concorsi diverse donne si sono classificate molto bene. Fino a 20-30 anni fa il concorso a Fisica era vinto solo da maschi per quanto so.

Tutto cio' indica secondo me che esiste una componente culturale che riduce - per conformismo - la partecipazione delle donne nelle discipline scientifiche, e che questa componente culturale e' in diminuzione, anche in Italia.  Inoltre non sembra esistere una barriera strutturale che impedisca alle donne di raggiungere i vertici delle discipline scientifico- techiche.

L'avversione ai numeri poi e' ben diffusa anche tra gli uomini, e ricordo ancora miei compagni maschi di liceo che affermavano di aver scelto il Classico con il primario obiettivo di fare meno matematica e scienze possibile.

Premetto che non credo che il "maschilismo" del sito sia dovuto ai contenuti, nè alle tabelle o ai calcoli, ... forse ai modi a volte... robusti?

Comunque intervengo per portare un piccolo contributo riguardo al tema "emisfero cerebrale maschile":

A parte che biologicamente esistono differenze tra cervello femminile e maschile, un mio collega "maestro di scacchi" mi riportava il fatto che sebbene in giovane età i livelli di capacità tra maschi e femmine erano pressochè identici, con l'avanzare dell'età i maschi prendevano nettamente il largo, fatto osservabile più volte e in vari gruppi.

Se interessano dati, cercherò di procurarli... altrimenti mi risparmio la fatica :-)

Questo fatto, cmq, potrebbe avallare l'ipotesi proposta da Biba, anche se personalmente non credo sia questo ad allontanare le donne dal sito (per lo meno non solo o non principalmente).

il largo x dove?

mi stai a dire che il cervello maschile ha dei punti in più rispetto al nostro?

"quando si riesce ad accettare che l'universo sia 1 cosa che si espanda in 1 nulla infinito, che è cmq qualcosa,allora anche accostare tra loro le righe  e i quadretti diventa facile"

a libera interpretazione

Era un dato scientifico, non un tentativo di offesa. E parlavo solo di capacità scacchistica non certo di QI... ma da come interpreti gli interventi, nel tuo caso, si potrebbe estendere anche ad esso... giusto per rispondere ironicamente come te. :-)

I'm so sorry about that, anche il mio un dato scientifico, nessun tentativo di offesa

ma ti dirò di più :"date a 1 donna le scarpe giuste e conquisterà il mondo"

date a 1 donna le scarpe giuste e conquisterà il mondo

Ma non era la carta di credito ?

P.s.

Convengo con Andrea, cambia browser, passa a Mozilla o Chrome, Internet Explorer è una vera schifezza.

quella è un optional che passa in second'ordine

e poi....essenziale è verificare di chi è

il second step è che " x 1 grande donna, ci vuole 1 grande diamante " non è mia ma della Taylor

questo è quello che il mio convento mi passa ovvero che mi hanno installato ma, dato che  il mio QI è limitato in materia e forse non solo.....continuerò ad usare il grassetto che ogni tanto si ingrandisce sempre più e chi leggerà penserà che sia psicolabile o che mi sia fatta delle canne ma... non è così

Nessun QI limitato in materia, il grassetto lo puoi limitare, il riquadro lo puoi creare in cinque semplici passi:

1. Copia la frase che vuoi riportare

2. Incolla la frase che vuoi riporatre.

3. Dai INVIO per andare a capo

4. Seleziona il testo copiato, e vai nel menù a tendina (è quello in cui appare la scritta la scritta "paragraph") e seleziona "Blockquote". Si riquadra il testo evidenziato.

5. Posiziona il mouse fuori dal riquadro e continua a scrivere.

Auguri sinceri.

P.s.

Su facebook circola una petizione "salvare il MADRE", se ti va sottoscrivila

Marco ci provo allora:

Su facebook circola una petizione "salvare il MADRE", se ti va sottoscrivila

niente da fare non succede nulla,ho seguito passo x passo tutto quello che mi hai detto  e non si colora....pazienza sarà explorer allora

senti, io volentieri ,il problema è che non sono su facebook, c'è altro modo x sottoscriverla?

un altra cosa ti volevo chiedere

xchè hai evidenziato tutto il mio testo in azzurro, quello della  proposta a sandro?  x altro non mi ha detto se il mio cogitare avesse o meno senso?

io ho risposto un pò in ritardo a 1 sua domanda

ma......NFA sta x non fatemi arrabbiare x caso?

 

xchè hai evidenziato tutto il mio testo in azzurro, quello della  proposta a sandro?  x altro non mi ha detto se il mio cogitare avesse o meno senso?

Perchè Andrea non la trovava (la tua proposta), io invece mi ricordavo di averla letta e gliel'ho riportata, per questo era evidenziata, era per fargli risparmiare tempo.

La proposta sul MADRE la trovi qui (clicca sulla parola "qui" e ci arrivi direttamente).

Sulla tua proposta staranno valutando i redattori (credo).

P.s.

Io non vedo le sfumature dei colori (sono discromatico) e non sapevo che il campo blockquote fosse in azzurro. Mi hai ricordato il mio handicap senza volerlo, e poi ti stupisci se ci si dà dell'ignorante ?

 

anch'io non vedo nessun campo azzurro nelle blockquote. sono più che certo che sia un mio handicap informatico, non sensoriale. comunque, è una pagliuzza :-)

dragon, scusami assolutamente non volevo offenderti e  me ne scuso 

il mio ironizzare era solamente dovuto alla fantasia che non credevo potesse esserci, visto il rigore e le occupazioni che ricoprite

ho sempre pensato ai primi della classe inquadrati e non avvezzi alla goliardia e invece devo ricredermi

p.s. io invece con le virgole ci litigo abbastanza ,ti do ragione...ma è che spesso faccio troppe cose insieme e alla fine il risultato è quello che vedi

 

ecco fatto, sottoscritta

lo sfondo è celeste xmetà, la finestra bianca,l'elettrocardiogramma sempre che vigila dall'alto su 1 sfondo carta zucchero

questo è quello che vedo io

P.S. quella dell'immagine sono io alleprese con il pc

certo.

 ti piace la mia immagine ? sono io al pc

tu continua a correggermi cmq quando ritieni e io prometto non ironizzo più sui nick, anche se cmq ti assicuro che mi sono sbellicata nell'immaginarvi a disquisire

ora ne ho trovato un 'altro ne' elam ( mi fa tanto al-quaedino ma nel lato buono)

marco, se ti interessa prossimamente a parigi ci sarà una mostra su jean Michel Basquiat al museo di arte moderna se ne hai la possibilità vai a vederla

è molto interessante come artista a mio avviso lo conosci?

 

p.s. non mi dire più che è 1 sito democratico

 

Basquiat è un grande, mi piace molto, ma riguardo Parigi non mi muovo così spesso per le mostre di arte moderna.

Non ho mai detto che è un sito democratico, sono un ospite, come te e tanti altri, e rispetto chi mi offre ospitalità. Discuto, dissento o acconsento e cerco di aprire la mente.

se ti viene in mente qualcun'altro fammi sapere

 

io sicuramente ho problemi a comunicare, ormai ne sono certa

pazienza,leggerò e non commenterò più

un pò più vicino e cmq molto interessante è la mostra di cattelan a palazzo reale a mi

tre opere espone, le più provocatorie

ma ti dirò di più :"date a 1 donna le scarpe giuste e conquisterà il mondo"

questo non dato scientifico ma di fatto

Mi pare che il post di due anni fa produsse, grossomodo, il risultato di una moltiplicata (ma temporanea) partecipazione femminile che (con molte sfumature e alcune declinazioni) affermava "si vi leggiamo ma non commentiamo". Allora non intervenii. Leggevo e non commentavo. Una cosa però non l'ho capita e continuo a non capirla:

Noi consideriamo questo un grosso problema, che abbiamo sempre avuto e che non siamo mai riusciti a risolvere.

perchè un problema?

I mean, perchè sia un problema bisogna, almeno, percepire una stortura (una incrinazione, un fastidio... maybe a pain in the ass) rispetto ad un ideale che si possiede ma che, evidentemente, non si raggiunge.

Quindi seguono le domande: quale sarebbe l'ideale che avete di nfa? Fondazione a parte, cosa -fra quello che dipende solo da voi- non riuscite a cambiare, pur volendo?

Sinceramente interessata alla questione, nell'attesa continuo a leggervi, ad assistere al crescente numero di battibecchi, a godere delle precise stilettate di Andrea Moro e delle contestualizzazioni più rotonde di Brusco, a tenermi a distanza di sicurezza da Michele Boldrin e, in generale, a fruire di questa esperienza nel complesso molto positiva.

 

Sabrina, noi nFA lo facciamo, oltre che per divertimento, per essere letti e perché pensiamo che certi temi, soprattutto in economia, vengano troppo spesso trattati in modo sciatto e superficiale.

Siamo quindi interessati a massimizzare, per quanto possibile, il numero dei lettori. Io parto dall'ipotesi che che le donne sono più o meno interessate ai temi che si discutono su questo sito quanto gli uomini. Magari non è vero, magari è vero che sono interessate un po' meno, ma non posso credere che siano interessate tanto meno quanto appare dalla sproporzione che si vede dai commenti sul sito (che è qualcosa come 99 a 1). Può sicuramente essere vero che tra i lettori, che non riusciamo a misurare, la sproporzione sia meno forte. Però tutte le volte che possiamo misurare la sproporzione è enorme. Vale per i commenti, vale per gli articoli e vale per le donazioni alla fondazione. A questo punto io concludo che, data l'evidenza disponibile, il fenomeno è reale.

Da qui il problema. C'è una fetta enorme della popolazione che, per ragioni che non riusciamo bene a comprendere, potrebbe leggerci e non ci legge. Il sospetto è che non siano i contenuti o i temi trattati che alienano il pubblico femminile (se così fosse non ci sarebbe molto da fare) ma altri fattori, più legati allo stile o a non so che. Siamo quindi interessati a capire se è possibile effettuare cambiamenti che, senza snaturare il sito, aiutino ad attrarre pubblico femminile o perlomeno rendano meno forte la repulsione che al momento sembriamo esercitare su tale pubblico.

Innanzitutto grazie per la risposta a stretto giro.

 

Mi pare di capire che il problema sia almeno su due piani:

1. come attrarre nuovi lettori e magari anche lettrici (massimizzando quanto più possibile il numero di persone che iniziano a trattare certi temi con minore superficialità e sciatteria)

2. come “trattenere” e coinvolgere nuovi lettori/lettrici (di cui vi manca la voce)

 

1. Passaparola? Notorietà e visibilità aiutano molto, certo, ma come mai nessuno (o forse molto pochi) dei lettori maschi non trasmette (almeno non con successo) la propria conoscenza/interesse/passione a colleghe, amiche, mogli, figlie, pazienti, clienti ecc.? Se certi temi interessano uomini e donne circa allo stesso modo, vi saranno molte occasioni in cui potrebbe essere possibile: “sai cosa leggevo ieri...”. Se c'è volontà di discutere con tutte le voci nella quotidianità come mai questo non si rispecchia su nfa o più in generale nella fruizione di siti tematizzati (la ciliegina sulla torta forse ha percentuali ribaltate...).

Nella mia personale esperienza, ho conosciuto il sito su indicazione di un caro amico e mi sono fermata per interesse.

 

2. Sul layout del sito davvero non saprei, essendo fra le già lettrici (e priva di un gusto estetico particolarmente sviluppato/raffinato) l'aspetto non mi ha evidentemente allontanato.

Sul contenuto direi che potreste sperimentare molto.

Magari una redattrice vi spaventa (dato il buon equilibrio e l'amicizia che vi legano da lunga data) però potreste calorosamente (regolarmente) invitare articoli a firma femminile pescando fra le molte economiste di vostra conoscenza (fate pesare le vostre meritorie intenzioni di divulgazione...). Qualcuno citava la “womeneconomics”... cos'è?

Nell'articolo di due anni fa e nella discussione che ne è seguita (e che ancora riemerge a tratti) si parlava di tasso di aggressività, di giudizi spesso molto netti e di insicurezza nell'argomentare una posizione senza maneggiare con nonchalanche dati e tabelle.   Avete una sezione Ex-cathedra, createne una Aeque principaliter: vietati i dati, valgono solo aneddoti (possibilmente vissuti non inventati) ben narrati. Nessuna validità scientifica solo voglia di condividere qualcosa che ci è rimasto attaccato. Quanto c'entra l'economia? Tanto quanto entra nel quotidiano...

 

Mi sono dilungata abbastanza, buona fortuna e grazie.


 

Sandro ho pensato... (ogni tanto cogito pure io anche se non sembra)

sai cosa potresti proporre x attrarre e coinvolgere sicuramente più utenti del gentil sesso? allora senza snaturare cmq la filosofia del sito( altrimenti gli altri "i dissidenti" cioè quelli che non fanno parte del bar  si risentono perchè hanno il terrore che diventi un blog alla de Filippi più che a Piero Angela) dovresti aggiungere 1 sezione nuova titolata magari "rosa shoking" dove l'argomentazione trattata sarà la notizia più shokkante della settimana

la grafica è.....da l'idea del rigore dei temi trattati ma va bene tutto sommato

l'unica cosa che ti suggerirei elimina in testata "l'elettrocardiogramma" quello che fa da sfondo ai temi e noise, xchè così da l'idea che coloro che interagiscono siano "geriatrici"

 io mi sento così piccola piccola con la mia non edotta scienza ... certo che la cosa divertente è come il maschilismo erudito emerge in alcune diatribe è veramente impressionante

tranquilla, qua esiste eccome anche il maschilismo non-erudito, se non proprio ignorantone. io posso, purtroppo, adeguarmi solo a questi due ultimi tipi, tu quale preferisci? suvvia, un parere femminile, come per il colore di un maglione...:-)

Chihuly a Nashville

Biba 6/10/2010 - 23:05

intanto il tuo pseudonimo è già tutto un programma sei x caso un drago che vola?

dipende da erudito ....indubbiamente una testa colta intriga tu che ne pensi? certo un erudito palloso no a tutto c'è 1 limite

sai cosa mi da idea che sia a volto uno sfoggio dello "zingaretti" però è divertente non mi capacito ancora di che cosa io centri in mezzo a tutto ciò un pò come "i cavoli a merenda "mi sento non so se mi capisci xrò è divertente alla fine evadere dalla monotonia del quotidiano no?

 

 

ho rimosso il mio commento alle ore 10:30' di lunedi 11 ottobre 2010, perchè ritenuto offensivo. qua sotto ricopio e rinnovo le scuse che avevo formulato la mattina dopo.

col chiarore del mattino, ti porgo le mie scuse , incondizionate; al massimo ricordo le difficoltà del mezzo tecnico, il post, particolarmente "freddo" e che mi serva da lezione.

ti sembrerà difficile da credere, ma la mia curiosità di conoscerti non aveva motivazioni diverse da quelle che sandro brusco, sicuramente un erudito-educato, ha ben espresso dopo il mio incivile flame.

ti saluto, con grande cordialità.

Chihuly a Nashville

Biba 7/10/2010 - 00:05

sei poco elastico di mente .....sai quante cazzate scrivo, dico e penso durante 1 lunga infinita giornata di lavoro.....cmq se la cosa ti disturba  la prox volta le uso x risponderti

in compenso hai usato 1 :1- e 1)

tu sei 1 esempio di maschilista erudito o non..... non sta a me giudicare che mette i puntini sulle ,,,,,,,,ma chi se ne frega delle,,,,,,io sto benissimo anche senza credimi fossero le virgole il problema della vita  

ora ne ho messa 1 ti basta ?

nessuno ti ha chiesto di bloggare con me buona notte e .....

 

col chiarore del mattino, ti porgo le mie scuse , incondizionate; al massimo ricordo le difficoltà del mezzo tecnico, il post, particolarmente "freddo" e che mi serva da lezione.

ti sembrerà difficile da credere, ma la mia curiosità di conoscerti non aveva motivazioni diverse da quelle che sandro brusco, sicuramente un erudito-educato, ha ben espresso dopo il mio incivile flame.

ti saluto, con grande cordialità.

non ti devi scusare......ma soprattutto non mi devi dare nessuna motivazione

tu hai semplicemente puntualizzato, xchè io ho leggermente ironizzato sul tuo pseudonimo ma, ribadisco, era solo 1 piccola battuta che non pensavo sortisse 1 così dura replica e che ti potesse offendere ( non mi permetterei mai credimi non fa parte del mio stile offendere poi a che pro) tutto lì 

 mi spiace che tu te la sia presa e mi spiace ancora di più che tu abbia pensato tutto quello che hai pensato che nei miei pensieri era ed è cmq lontano anni luce

vedi dove voi siete a senso unico? se la ris che vi viene data da 1 donna non è quella che voi vi aspettate di leggere allora che fate ......subito vi ponete sulla difensiva e cominciate a farvi 100000 elucubrazioni mentali del tipo e invece di esseri chiari da subito x cercare di mediare che fate....vi tirate la zappa sui piedi da soli

dragon credimi io non ho minimante pensato che tu potessi avere motivazioni diverse da quelle che hai, anzi ho pensato che tutto sommato fossi una persona molto sensibile e semplicemente curiosa

cmq dimmi se le virgole le ho centrate questa volta

 

Ragazzi, fantastico che Biba abbia sollevato il problema!

Concordo sostanzialmente con lei sul maschilismo del sito, magari con toni più pacati, forse perchè probabilmente io sono più vecchia...

Ci pensavo appunto leggendo il serrato dibattito sulla meritocrazia, tanti spunti interessanti, ma mi sentivo un po' sulla luna. Pensavo: come si vede che i partecipanti a questo blog sono nella quasi totalità: maschi, bianchi, giovani (o almeno non ancora vecchi), di status socioeconomico se non elevato, almeno confortevole. Le geometrie teoriche che descrivono, e i dotti dibattiti che ne conseguono, sono senza dubbio interessanti e meritevoli di riflessione. Ma nel mondo sublunare le cose vanno piuttosto diversamente. Oltre ai tanti competitors che scalpitano ai nastri di partenza ansiosi di tuffarsi nel mercato ci sono molti più bystanders, che per mancanza di inclinazione o di opportunità alla gara non parteciperanno mai.

Ci sono, appunto, le donne, che ad un certo punto della loro vita si confrontano con il dilemma: bambini o non bambini? Poche società (parlo di quelle economicamente avanzate, è ovvio) hanno fatto qualcosa per depotenziare questo dilemma. Il qualcosa, naturalmente, è un costoso welfare, tipo Svezia. Senza welfare, c'è la soluzione USA: costosi servizi privati, non infrequentemente cattivi. Ma poi il problema è ancora più profondo: anche se sono ricca, o ben assistita, e ho la migliore delle tate (o asilo) ha senso avere figli per lavorare fuori tutto il giorno e non vederli mai? Molte allora "scelgono" di non averne, ma è una rinuncia che ha costi molto alti, fra cui quello che gli uomini faranno figli con le "altre", quelle che si accontentano di una posizione subalterna e della non indipendenza economica.

Poi ancora ci sono i malati, e i vecchi non autosufficienti: questi ultimi un gigantesco problema sommerso delle società ricche, di nuovo interamente sulle spalle delle donne. Che si tratti di membri della famiglia che se ne fanno carico, oppure di donne di paesi più poveri che lasciano le loro famiglie per alzare un po' di soldi guardando i vecchi dei paesi più ricchi (siano sempre benedette). Anche quando si ha la fortuna, e i mezzi, per usufruire di una badante, i problemi connessi alla cura degli anziani sono sempre e comunque a carico delle donne di casa. Non so che livelli di welfare per gli anziani abbiano i paesi a civiltà avanzata come la Svezia, ma sono certa che sempre si tratta di servizi molto costosi.

Insomma, economisti: è proprio impossibile concepire una società avanzata che abbia rispetto e amore per i suoi bambini e i suoi vecchi? E' impossibile concepire un mondo in cui si lavori, sul serio, per metà giornata, così che l'altra metà possa essere dedicata alla famiglia, allo sport, alla cultura, allo svago, cioè ad ottenere un surplus di civiltà? A che ci serve la ricchezza, se non a vivere meglio, con più serenità e felicità, qualunque cosa essa sia?

Cara pielle, a parte il fatto che non credo che i tuoi toni pacati siano solo questione di età, sono perfettamente d'accordo con te sul carico che voi donne avete in generale e che, forse, noi del "pianeta Marte" spesso sottovalutiamo, dando per scontato i ruoli e le responsabilità.

In effetti, gli argomenti dei post sono molto settoriali, ma è anche vero che mi pare nato per questo, per consentire uno scambio a volte molto serioso, altre volte ironico e sarcastico, su temi che riguardano economia, cultura e politica. Non mi pare che ci siano discriminazioni rispetto al sesso nei commenti, perchè non se ne fa, appunto, una questione di sesso, ma di contenuti.

Ho letto le risposte di Biba nei post e mi sono francamente sembrati da "gallinella in mezzo ad un pollaio", desiderosa e smaniosa di essere considerata da qlcuno, chiunque fosse... E quale ambito migliore per essere considerata da rappresentanti di sesso maschile, se non un blog prettamente tale?

Alessandro grazie x la gallinella ma ricordati che nel pollaio ci sei anche tu e francamente scusami sei mentalmente molto molto limitato

tu sei il tipico pallosissimo maschio adulto maschilista limitato cerebralmente .... che ti assicuro noi ne facciamo veramente volentieri a meno

credimi io sono a contatto con uomini tutto il giorno da mattina a sera e di cazzate ne santo veramente tante ma come questa.......credimi il tuo commento è così basso che non meritaulteriore risposta

cmq hai ragione ho i baffi e i peli lunghi sulle gambe e smanio x dialogare con te

Come vedi, sono anche autoironico... ed, evidentemente, non l'unico limitato mentalmente, visto che tu non hai colto.

Può essere che io sia stato offensivo, ma, come vedi, non sono solo gli uomini ad irritarsi quando si fa ironia su di loro e tu ne sei un esempio.

Ho soltanto espresso l'impressione che mi hai fatto, d'altra parte scrivi tu stessa che parli senza pensare.....se poi dai un certo tipo di impressione, te la sei anche andata a cercare e, come te, anch'io sono libero di scrivere quello che penso.

Se poi mi sono sbagliato, meglio così

 

ehi...attento un conto è ironizzare , un conto è puntare il dito eessere offensivi

sorry, ma tu praticamente mi hai dato della cretina in cerca di storie abbi pazienza che cosa pretendevi che ti replicassi...tutto a un limite

hai poco da essere autoironico qui siamo della serie signori si nasce non si diventa

ma parlare senza pensare scusami, non necessariamente vuol dire essere galline

 nel mio caso intendevo che esprimo sempre ciò che penso, mi ritengo una persona schietta, senza peli sulla lingua, semplivemente diretta e credimi è 1 qualità che ad oggi in un modo di falsi ipocriti pochi hanno

 ma ,chi caspita sei tu x sentenziare ma cmq ....il mondo è bello xchè è vario

Pielle, poni domande a cui non posso rispondere in modo breve (e nemmeno in modo lungo :-)). Non lo so se la nostra società tratta i bambini molto peggio di di quanto venivano trattati nel passato. Mi limito a cercare di capire se c'è qualcosa che posso fare per aumentare il numero delle lettrici del sito.

Tu dici due cose:

1) Si vede che il sito è scritto da (e, sottinteso, soprattutto per) ''maschi, bianchi, giovani (o almeno non vecchi)''. Sul ''maschi'' ti dò ragione, ed è la ragione del cruccio. Sul ''bianchi'' ti dò ugualmente ragione ma non credo ci sia al momento nulla da fare. E' un dato di fatto che le persone che parlano italiano e che sono interessate ai temi che si trattano sul sito sono nella quasi totalità bianche. Ne riparliamo quando l'Italia sarà più etnicamente diversificata. Sul ''giovani'' consentimi di dissentire. Io ormai vado per i 50, e credo sia una condizione comune a tanti lettori. In altre parole, l'impressione che ho io (ma la verità è che non ho dati duri né in un senso né nell'altro) è che la composizione per età sia abbastanza bilanciata. Ma pongo anche a te la domanda. Cosa possiamo ragionevolmente fare per diminuire l'aura di maschilismo che aleggia nelle discussioni del sito?

2) Le donne sono più impegnate nella cura della famiglia (ho capito giusto?) per cui hanno meno tempo per dedicarsi a letture amene tipo nFA. Può darsi che sia vero, ma se le cose stanno così allora non ci possiamo fare nulla e dobbiamo rassegnarci a essere letti solo da maschi. Io ho qualche dubbio che le cose stiano in questi termini. In un commento al post di due anni fa avevo pescato indagini sulle abitudini di lettura dove si mostrava che le donne leggono meno quotidiani degli uomini ma più libri. Se prendiamo per buono questo dato il problema non sembra essere il tempo libero ma i gusti. Siccome mi piace pensare che la lettura di nFA sia più equiparabile a letture di approfondimento (tipo libri) che agli ultrasciatti quotidiani italiani, io qui continuo a vedere da parte nostra un'opportunità mancata.

Just my thoughts.

1. Non mi sembra nemmeno che il punto fosse "Se le donne leggono nFA o meno", bensì "Perchè non commentano e perchè dunque non bilanciano il naturale maschilismo di nFA". In fin dei conti, se ce la contiamo solo tra uomini, non possiamo che che finire con l'ignorare il punto di vista degli assenti... E questo mi porta al...

2. Se non potete influenzare/capire/incentivare la partecipazione femminile tra lettori e commentatori, perchè non fate uno sforzo per avere una redattrice? A patto che NON scriva (solo) di womeneconomics, altrimenti l'operazione è inutile. Siamo tutti contro le quote rosa... però...

Caro Sandro Brusco, mi sembra che le tue risposte vadano un po' fuori tema. Forse la colpa è mia che non mi sono spiegata bene. Però, vedi, uno dei sintomi dell'"aura di maschilismo" è proprio questa tendenza a rispondere cavillando, cercando di avere la meglio nella tenzone verbale con gli interlocutori. Certo che gli italianofoni sono pressochè tutti bianchi. Certo che molti di voi non sono così giovani (infatti ho aggiunto, almeno non vecchi). Certo che nel passato, e in troppi posti ancora oggi, i bambini sono trattati peggio che nelle nostre società avanzate. Ma il tema vero era: gli economisti hanno qualche cosa da dire sui problemi "sporchi" della società? O il mondo si descrive asetticamente con un po' di equazioni, e tanto peggio per chi non rientra negli schemi?

Quanto al punto 2, il problema non è che le donne hanno meno tempo di dedicarsi alla lettura di nFA. Infatti io ad esempio lo leggo, anzi da quando ne ho scoperto l'esistenza è una specie di droga. Per i motivi che ho spiegato nel mio post precedente, una donna invece può sentirsi estranea a nFA quando ad esempio, attaccate il welfare state senza porvi gli enormi problemi che ne conseguono.

Pielle, scusami se ho dato l'impressione di cavillare, non era assolutamente mia intenzione. Voglio solo capire meglio cosa si può fare per rendere il sito meno ostile verso le donne. Capisco bene allora che il tuo suggerimento è quello di trattare maggiormente (ovviamente da un punto di vista economico, che è l'unico su cui abbiamo speranza di dire qualcosa di sensato) temi legati all'assistenza e al welfare?

All'ultimo incontro di Firenze abbiamo per esempio discusso di mercato del lavoro femminile in Italia e delle ragioni della drammatica differenza di partecipazione alla forza lavoro delle donne italiane rispetto ad altre economia sviluppate. Secondo te, avere ulteriori interventi su temi simili può aiutare?

Sandro, scusa se mi intrometto ma, dagli ultimi 2 post che leggo mi sembra che emerga l'assoluto non interesse al cambiamento e all'inserimento di argomentazioni che possano attrarre una parte dell'emisfero femminile

questa è la chiara espressione di positivà al maschile nei nostri confronti quindi penso sia inutile continuare a farsi e porsi domande a questo punto o no?

ciao Sandro et al,

ho molto apprezzato il fatto che abbiate messo in programma l´intervento della Profeta e penso che sia un tema interessante e da li´- difficolta' di women in science- si possa partire.

Qualche idea da chi vi legge ma non scrive:

1) IL MARKETING NO! non me ne importa assolutamente nulla dello styling o dei temi- a volte si va a finire nel calcio e quello non mi interessa e mi annoia un po´ma sdrammatizza...vi fa sembrare piu' umani...in particolare Boldrin- ma a parte questo...se le donne vogliono leggere Elle o Forum al femminile o anche ben piu' edotti blog che trattano di letteratura o cultura...prego "vadino" pure. Per carita' evitiamo di genderizzare anche nfa- il marketing con le faccine- cuoricini??? no grazie, io vi leggo perche´scrivete di politica e economia, perche´imparo, e cio´che leggo "challenges" i miei luoghi comuni e la mia formazione umanistica.

2) IL WELFARE SI! pero' il problema della chiusura nei confronti di quelle misure di welfare che semplificano la vita alle donne e delle maggiori difficolta' delle donne nella carriera accademica anche io l' ho sentito un po´"negato" da nfa. Penso al post di Giovanni Federico sulla Finlandia- sí le spese per l´istruzione sono piu´basse-perche' le ore di frequenza sono meno- ma non bisognera' mettere in conto anche tutte le spese per i doposcuola municipali? i due anni di part-time per le donne che hanno bambini che cominciano l'elementare? il ri-collocamento delle donne dopo la maternita' e i vari servizi? Si esce forse dalla teoria...

2) PRATICHE TRIVIALITA'  E qui vengo al terzo punto: NFA e' un blog demanding in termini di tempo e competenze. temo che le donne, bianche che parlano italiano, competenti in scienze sociali, indipendenti dall´accademia italiana o cosi´sistemate da non temere piu´di tanto, non siano molte (o almeno non ancora!). Temo che siano comunque tra i 30 e i 40 e che, tra lavoro e cura dei figli, non abbiamo molto tempo libero. Il mio lo passo a leggervi ma stare al passo con la discussione mi richiederebbe cosi' tanto tempo che dovrei scegliere tra il dormire la notte o usare il tempo per la ricerca per starvi dietro....

3) un´altro punto, condivido quello che scrivete e forse vi voterei pure MA ho la forte sensazione che se mai dovessi tornare in Italia e se mai NFA potesse avere un qualsivoglia impatto sulle politiche italiane mi ritroverei a fare la casalinga (abbastanza disperata) e mi girano un po´le "palle", cioe´siete un po´troppo dalla parte degli uomini che hanno fatto carriera- di coloro che ce l´hanno fatta e chissenefrega degli altri ... ma fortunatamente siete anche dalla parte dei bambini (non ridete...si va nel melodrammatico), e potete raggiungere quelle donne che guardano oltre.

4) Donne e numeri, dove vivo c´e´una vivace e interessante comunita´di donne scienziate- ingegnere- statistiche, che possiedono un Phd, lavorano in universita', e soprattutto che hanno una mailing list alla quale in diverse occasioni ho segnalato i vostri articoli. NIENTE, sono donne preparate, ma poco interessate alla politica come la fate voi e soprattutto all´uscire dai luoghi comuni (polarizzati o catto- fascista - in senso nostalgico- o visceralmente anti neo-liberal); come se i numeri appartenessero a una sfera diversa rispetto a quella del dibattito politico. VI PREGO CONTINUATE A INSISTERE SUI NUMERI, QUESTO E´IL FAVORE PIU´GRANDE CHE POTETE FARE ALLE DONNE soprattutto a quelle educate senza mai avere avuto contatto con i numeri, insegnate loro che ci si puo´arrivare e che per parlare di politica e economia si devono avere numeri e dati (magari anche narrativi?)!  

Proprio quest´ultimo punto mi convince che dovete continuare cosi´soprattutto dal punto di vista della forma e del rigore (e lasciarci apprendere nel silenzio). Magari un po´piu´di pietas per i perdenti e coloro ai quali le cose non sono andate proprio come avrebbero dovuto andare e qualche discussione piu´pratica e meno teorica- teoria economica vedi post Alesina- potrebbe rendervi piu' simpatici alle donne italiane!

Un editor che ha 5 minuti liberi mi fa il favore di scrivere qualcosa a proposito di questo

3) un´altro punto, condivido quello che scrivete e forse vi voterei pure MA ho la forte sensazione che se mai dovessi tornare in Italia e se mai NFA potesse avere un qualsivoglia impatto sulle politiche italiane mi ritroverei a fare la casalinga (abbastanza disperata) e mi girano un po´le "palle", cioe´siete un po´troppo dalla parte degli uomini che hanno fatto carriera- di coloro che ce l´hanno fatta e chissenefrega degli altri ... ma fortunatamente siete anche dalla parte dei bambini (non ridete...si va nel melodrammatico), e potete raggiungere quelle donne che guardano oltre.

mi pare un profilo sollevato con una certa frequenza.

 

Non è tutto, ma certamente può aiutare. Sarei venuta a Firenza, se non avessi avuto impegni concorrenti proprio in quei giorni.

issento completamente (avevo pensato di esordire con un educato "Gentile Pielle" poi mi sono autocensurato per non apparire artificiosamente gentile).

è proprio impossibile concepire una società avanzata che abbia rispetto e amore per i suoi bambini e i suoi vecchi? E' impossibile concepire un mondo in cui si lavori, sul serio, per metà giornata, così che l'altra metà possa essere dedicata alla famiglia, allo sport, alla cultura, allo svago, cioè ad ottenere un surplus di civiltà? A che ci serve la ricchezza, se non a vivere meglio, con più serenità e felicità, qualunque cosa essa sia?

Secondo me non c'è nessuna incompatibilità tra mercati concorrenziali e rispetto per i vecchi e i bambini, fruizione del tempo libero e godimento della ricchezza accumulata. Anzi io credo che sia proprio il contrario! Se oggi possiamo dedicare del tempo a leggere nFA invece di dover andare a caccia nella foresta è anche grazie alla divisione del lavoro, al libero scambio e in definitiva alla concorrenza!

Non dobbiamo guardare alla competizione come a un far west dove i machi la fanno da padrone e i poveri e deboli vengono calpestati. Non mi pare che nessuno su questo sito abbia mai preso le parti dello stachanovismo più spinto e del vivere per lavorare anzichè lavorare per vivere.

Dove c'è libero scambio (imho) i più deboli se la passano meglio perchè la torta è più grande e le persone più ricche, che lavorano di meno, possono dedicare del tempo allo svago e delle risorse ai più deboli. E' invece dove manca la libertà e lo scambio che sono tutti più poveri e per i deboli si mette male.

Da quello che leggo negli altri commenti mi pare di capire che il punto di vista che ho espresso può apparire maschilista (giuro che mi sfugge il modo in cui questa parola viene usata, ma fa niente) e soprattutto lontano dalla realtà della società meno agiata.Penso ci sia un equivoco che va chiarito.

Le geometrie teoriche che descrivono, e i dotti dibattiti che ne conseguono, sono senza dubbio interessanti e meritevoli di riflessione. Ma nel mondo sublunare le cose vanno piuttosto diversamente. Oltre ai tanti competitors che scalpitano ai nastri di partenza ansiosi di tuffarsi nel mercato ci sono molti più bystanders, che per mancanza di inclinazione o di opportunità alla gara non parteciperanno mai.

Ricordo in un altro commento femminile una critica simile. Che il problema sia anche questo? Il modo in cui vengono tratti gli argomenti troppo teorico e poco vicino alla realtà di tutti i giorni?

Mi riferisco alla forma, perchè ovviamente c'è poco altro così vicino alla realtà di tutti i giorni dell'economia e della politica.

Pielle sei fantasticaaaaaaaaaaaaaaaa io non so e non voglio sapere quanto tu sia come dici"vecchia" ma sicuramente il tuo spirito, ironia e intelligenza sono giovanissimi

complimenti sei un mito ce ne fossero come te

concordo pienamente con tutto quello che hai scritto....qui non si tratta di una lotta tra uomo e donna, femminismo e maschilismo, qui si tratta solo di acutezza e sense of humor che noi abbiamo e ahimè gli edotti un pò meno

touchè..........

femminismo e maschilismo, qui si tratta solo di acutezza e sense of humor che noi abbiamo e ahimè gli edotti un pò meno

Ognuno parla per sè, me compreso, ma una cose che mi attirò subito in nFA fu lo stile: diretto, "edotto", e con tanto "sense of humour".

Se rileggessi i commenti di un anno fa scopriresti che una buona parte erano cazzeggio, un'altra discussione "edotta", poi il sito è cresciuto tantissimo, ha acquisito molta visibilità, e si è un pò perso questa parte "leggera", e forse anche un pò lo spirito, dovuto all'asprezza di alcuni thread .

Devo dire che ho letto i vari thread di questo post e un pò ti dò ragione, però devo anche dire che quando si è parlato di scuola l'interesse femminile è salito, ma anche loro a dar giù di grafici e tabelle, quindi non è questo quello che tiene lontani i commenti, quanto forse l'incertezza dovuta al "clima di aggressività"  che anche io sto notando in alcuni commenti, oltre al trollismo che è arrivato.

Beh, comunque, da parte mia posso solo dire che non conoscevo Chihuly, (o forse sì, perchè l'albero l'avevo già visto, ma non ci potrei giurare sul dove e quando) ma che mi è piaciuto molto, però devo anche dire che è proprio l'Italia che è fuori da questo nuovo "mondo", a parte Milano che organizza molte cose alla Triennale non ci sono molti eventi in Italia, a Napoli i musei più boicottati sono il PAN (Palazzo Arte Napoli) e il M.A.D.R.E., di cui ti risparmio l'acronimo, che sono gli unici luoghi in cui artisti come Chihuly potrebbero esporre, adesso Roma ha il suo nuovo Museo Arte Contemporanea, ma è ancora troppo presto per poterne parlare, ovvero l'Italia ha un'arte antica, ma adesso non produce più niente di nuovo, "allegro", e sta finendo un pò fuori dai circuiti.

Inoltre penso che, come nazione, ci stiamo intristendo e incarognendo, e quindi perdendo quel "sense of humour", nonchè quella parte "femminile" (gentile?) che una volta avevamo, nFA anzi è un'isola felice rispetto al resto, soprattutto grazie agli editors, che, forse perchè viventi in USSA, mantengono ancora la barra dritta, facendosi anche perdonare il neo di essere interisti (eh lo so, che c'entra il calcio?, c'entra, c'entra..). Ti garantisco che quando ci ritroviamo (come a Firenze) ci divertiamo e scherziamo, oltre che essere seriosi e compunti, ma quel clima che, sembra, non si riesce (più?) a riprodurre sempre su nFA è lì vivo e vegeto, tanto che mia moglie ci viene più che volentieri e non si perde una sessione.

Concludo con uno dei miei artisti preferiti, se a Parigi espone fatti un giro, altrimenti accontentati.

Non mi piace mai chi dice "una volta era meglio" ma stavolta devo sottoscrivere. Non so se sia la ragione della scarsa presenza femminile su nfa, ma sicuramente c'è stata una deprecabile crescita dell'aggressività nei commenti, dovuta alla maggior visibilità del sito, perchè la maggioranza della nazione non ha mai avuto questo gran "sense of humor": ci prendiamo molto sul serio (c'era un bellissimo pezzo di Guareschi al riguardo, scritto nel 48!, ma non so come postarlo). Credo Marco, tu ne abbia una percezione diversa perchè Napoli, a mio avviso, è sempre stata un'eccezione da questo punto di vista.

Domanda: cosa intendi dicendo che PAN e MADRE sono boicottati ?

PS

Gli interisti vanno capiti e perdonati, sono tifosi che sbagliano. Dopo un sincero pentimento io sarei addirittura farevole ad un loro graduale reinserimento nella societa civile :-)

 

Domanda: cosa intendi dicendo che PAN e MADRE sono boicottati ?

Che il PAN fa gola a molti (palazzo Diomede Roccella di Carafa, pieno centro "chic"), per cui non gli si dà l'opportunità di aprire gli spazi, nè i soldi per allestire una mostra degna di tal nome, nè lo si pubblicizza, si aspetta di farlo morire, per poi rivendere (valorizzare ?) al privato di turno.

Il M.A.D.RE. (Museo Arte Donna Regina) è il frutto di quelle cose che Bassolino sapeva fare: creare e recuperare spazi, difatti il MADRE è un Museo Regionale di Arte Moderna nel vecchio cuore di Napoli, e si apriva il Giovedì, venerdì e sabato per l'aperitivo fra le opere d'arte e lo splendido giardino interno, divenendo (come la Triennale di Milano, cui è ispirato) un luogo di contaminazione, inoltre, caso unico in Italia, la gestione del MADRE era in attivo, pur avendo un giorno a settimana completamente gratuito, e delle discrete opere d'arte all'interno.

Alleanza Nazionale ha raccolto le firme e presentato denuncia alla Procura per farlo chiudere agli aperitivi (troppa gente, un successone..), sono intervenuti tre o quattro volte i carabinieri (mandati da chi?) con la scusa del "disturbo alla quiete pubblica", hanno denunciato il Direttore per lo stesso motivo, totale: il Madre adesso perde soldi pubblici, il nuovo governatore Caldoro ha già tuonato contro lo scempio dello sperpero di denaro pubblico, forse venderanno l'immobile (fantastico!) a qualcuno. Si aspetta Tulliani e Santa Lucia e il gioco è fatto.

Come boicottare e rendere ancora più triste una città in cui c'è poco da stare allegri.

In mezzo ci metto pure il povero Nino D'Angelo che aveva fatto un teatro popolare a Forcella (il Trianon) ed a cui la Regione ha tagliato i trasferimenti. Che sono invece aumentati verso altri lidi.

ma una cose che mi attirò subito in nFA fu lo stile: diretto, "edotto", e con tanto "sense of humour"

Idem per me

Se rileggessi i commenti di un anno fa scopriresti che una buona parte erano cazzeggio, un'altra discussione "edotta"

Ricordo ancora quanto all' inizio mi colpì trovare in questo misterioso sito liberista e tecnico dalla fredda grafica articoli come questo, con annessi rimandi, o questo. Alla vista della pagina di "Cuore" risi per un quarto d' ora ( e lo faccio tutt' ora).

Concordo pienamente con te Marco purtroppo.....

è come dici tu siamo fuori dai circuiti o forse... non sarà mai che per non so quale ragione vogliamo rimanerne fuori? mi dici anche quale sarebbe il tuo artista preferito xchè concludi con ciò ma hai omesso il nome

P.S. io non mi sarei mai permessa di scatenare 1 FLAME WAR anche perchè come dici giustamente tu non avrebbe avuto alcun senso ma, ne è emersa, in seguito a forse mie "non adeguate" affermazioni una tale aggressività nelle risposte di alcuni che veramente mi hanno lasciata basita e che cmq ne hanno scatenato la mia forse sbagliata e non ponderata risposta

la cosa che cmq ho notato è che si nota in maniera chiarissima questa enorme competizione che si scatena ogni qual volta si replica quasi a voler dire "attento io sono meglio di te" una competitività oltre che nel quotidiano che continua anche nel blog 

Takashi Murakami è l'artista, lo visualizzi cliccando sotto i nomi sottolineati, che sono degli Hypertest che ti rimandano a una pagina internet, il primo hypertest è per l'artista, se clicchi sul secondo vedi alcune delle sue opere.

Sulla competizione potrei anche essere d'accordo, ma questo è un sito meritocratico-accademico, se non sei d'accordo su qualcosa devi dimostrare il tuo punto di vista, altrimenti sarebbe peggio: ci parleremmo uno addosso all'altro senza evidenze, tenendo poi sempre presente che errare humanum est.

E comunque se qualcuno ammette un errore, o è pescato in errore, non gli viene fatto niente, tutt'al più lo invitiamo a Firenze dove sarà bruciato vivo e mangiato a pezzettini ben cotti, il tutto innaffiato da un buon vino. Ma di più non gli succede.

Si è divino.non per niente è 1 degli artisti contemporanei più noti al mondo....espone a Versailles ora , lui stampa anche i suoi disegni sui monogrammi di Louis Vuitton

quelli che più mi divertono sono i suoi personaggi così chiassosi ma allo stesso tempo così perfetti ad ogni ambientazione rigorosamente classica e poi i colori....in questo devo dire che gli orientali sono maestri trasmettono gioia attraverso l'uso del colore ne convieni con me? 

Sulla competizione potrei anche essere d'accordo, ma questo è un sito meritocratico-accademico, se non sei d'accordo su qualcosa devi dimostrare il tuo punto di vista, altrimenti sarebbe peggio: ci parleremmo uno addosso all'altro senza evidenze, tenendo poi sempre presente che errare humanum est.

ok, va bene dimostrare ma bisogna anche saper essere tolleranti con chi non è poicosì addentro a volte alla materia (io x esempio ) che sicuramente sparerò cazzate ma non x questo devo essere tacciata da cretina o da " cercatrice di incontri con uomini edotti"

credimi sono capitata x caso  incuriosita da NOISE e ho voluto capire che cosa trattasse il blog, ho provato ad interagire ma ......molte riserve sulle ris di alcuni incarogniti e quasi scocciati della mia poco edotta intrusione, poi ho letto un pò di post e se 1 sbaglia la grafia ti massacrano, se usa il grassetto gli si dice che urla, magari non si pensa che possa avere poca dimestichezza con il pc, ora anche io uso il grassetto ma non urlo è solo che non riesco a rimettere il carattere normale e che ci posso fare pazienza .....e poi comunque se andiamo di citazioni anche " scripta manent "

E comunque se qualcuno ammette un errore, o è pescato in errore, non gli viene fatto niente, tutt'al più lo invitiamo a Firenze dove sarà bruciato vivo e mangiato a pezzettini ben cotti, il tutto innaffiato da un buon vino. Ma di più non gli succede.

il problema è ammettere l'errore ,ben pochi lo ammettono siamo realisti , sai cosa penso che a volte si manchi di umiltà

in questo devo dire che gli orientali sono maestri trasmettono gioia attraverso l'uso del colore ne convieni con me?

Convengo, ma è in tutto il mondo che si sta riscoprendo il colore, siamo noi che siamo rimasti indietro.

Oppure quando lo usiamo combiniamo delle arlecchinate pazzesche, mentre sulle forme ne diamo di polvere agli altri. Io di Murakami ne ho visto due esposizioni: una a Milano (piccolina) ed una nella bruttissima Francoforte, che però organizza cose incredibili. Riuscii anche a fare due foto a delle sue opere prima di beccarmi un cazziatone megagalattico da un guardiano.

Su tutto il resto devo dire che sei un mito, quell'ammissione sul grassetto è stupenda.

Marcello Urbani ti potrà sicuramente dare tutte le indicazione per usare al meglio l'editor di testo (ci sono passato anche io..), altrimenti puoi scrivere il testo con un programma tipo word, poi fare copia e incolla nella finestra del commento, lo fanno in molti e funziona.

Comunque nessuno ti ha tacciata come cretina o altro, sulle virgole e la buona scrittura ci teniamo (io per primo), perchè scrivere bene fa capire bene, se vuoi esprimere un commento non usare abbreviazioni, non scrivere come scriveresti un sms o un post su facebook, ma questo non significa dare addosso, purtroppo non abbiamo un servizio di triage su nFA e quindi capita di riprendere persone che non hanno alcuna colpa, se non quelle di essere nuove.

Sull'errore, o sull'errare, si può anche rimanere fedeli a un'idea, se non si è convinti della tesi dell'altro, oppure si può usare la tesi dell'altro per vedere le cose da un punto di vista diverso, ti faccio l'esempio per me migliore: non condivido mai (vabbè, quasi..) le opinioni di Alberto Lusiani, ma le rispetto tantissimo perchè sono l'altro lato che io non riesco proprio a vedere. E ti si aprono nuovi orizzonti che mai avresti pensato esistessero. Per il resto qui si parla (tanto) di economia, politica e altro.

P.s.

Per togliere il grassetto devo cliccare su quella B grande in alto a sinistra.

intanto grazie x le dritte che mi hai dato, poi vedo se riesco a passare dalla teoria alla pratica

 ritornando a Murakami ho letto da qualche parte che all'inizio dell'estate è stato esposto anche a Venezia e che era presente all'apertura della mostra

è attraverso il cartoon che si esprime, peccato che sia abbastanza inavvicinabile come prezzi ( 1 superenalotto che dici ?)

ora comincio a capire anche perchè sono così ostile e reticente ai numeri,tabelle,grafici perchè sono monocromatici quindi tristi

tu sei napoletano e quindi mi capisci sicuramente

ora tornando invece alla " cretina " se tu rileggi un paio di passaggi indietro, in 1 dragonfly si risente perchè ironizzo sul suo pseudonimo dicendogli che è tutto 1 programma  e mi da dell'ignorante xchè non uso le virgole e va beh....in un altro invece, un certo Alessandro dice che le mie risposte sembrano quelle di " 1 gallina nel pollaio" quindi, io proporrei questa equazione vediamo che soluzioni escono e se riuscite a risolverla

gallina sta a cretina come gallo sta a x

x è uguale a ?

sai un'altra cosa curiosa che ho osservato e che sicuramente tutti voi avete notato ma non avete mai osato chiedere è che ..... avendo scoperto che se clicchi sul nome di chi ti risponde ti esce un universo mi fa sorridere che persone edotte, alcuni sicuramente economisti importanti o cmq professori universitari di importanti atenei, si sono creati degli psudonimi ridicolissimi e pazzeschi tipo:dragonfly,meo patacca,pastore sardo,spike,chemist,docktorfranz ecc ma te li vedi al mattino in giacca e cravatta a disquisire pastore sardo con dragonfly?oppure in 1 importante ateno a tenere 1 lezione di economia finanziaria? ma chissà cosa gli sarà mai frullato nel cervello e poi come mai pararsi dietro uno pseudonimo....vediamo se rispondono e ci svelano l'arcano

e cmq sai che ti dico:" 'O purpo s'adda cocere cu' l'acqua soja

Alcuni sicuramente economisti importanti o cmq professori universitari di importanti atenei, si sono creati degli psudonimi ridicolissimi e pazzeschi tipo:dragonfly,meo patacca,pastore sardo,spike,chemist,docktorfranz[...]  

ma chissà cosa gli sarà mai frullato nel cervello e poi come mai pararsi dietro uno pseudonimo....vediamo se rispondono e ci svelano l'arcano

Grazie per avermi dato del professore universitario di un grande ateneo che fa lezione in giacca e cravatta. Non so a cosa sono più allergico se alla giacca e cravatta o ad un certo mondo universitario. Entrambi credo.

Il mio buffo nick lo uso perchè per una serie di ragioni ci sono affezionato, e non essendo un prof di economia ma un ingegnere aerospaziale, non aggiungerebbe nessuna autorevolezza a quelle 4 cose che scrivo usare il mio nome al posto del nick.

 

a maggior ragione.... la tua forma mentis è ancora più rigorosa  di quella del prof di economia

 la cosa più buffa è che vista la serietà e la rigorosità del blog, leggere questi stravagantissimi nick mi fa sbellicare dalle risate....

pensa che è la prima cosa che mi ha colpito ....poi di conseguenza tutto il resto

 tu ad esempio ingegnere aerospaziale, quindi inquadratissimo, rigoroso, immerso tra i calcoli e sommerso dai numeri ma come ti identifichi in 1 vampiro?

naturalmente senza offesa x nessuno ma solo mia curiosità

Vampiro?

non ho visto twilight e dintorni e l'unico vampiro che conosco si chiama dracula. Beh qualcuno sostiene che anche Visco lo fosse, ma malgrado tutto lo preferisco a 3condoni.

No non c'entra niente coi vampiri, anche se la cosa mi diverte.

spike è 1 vampiro di 120 anni con caratteristiche umane prova amore e affetto ed è più carino di dracula....

Sull'errore, o sull'errare, si può anche rimanere fedeli a un'idea, se non si è convinti della tesi dell'altro, oppure si può usare la tesi dell'altro per vedere le cose da un punto di vista diverso, ti faccio l'esempio per me migliore: non condivido mai (vabbè, quasi..) le opinioni di Alberto Lusiani, ma le rispetto tantissimo perchè sono l'altro lato che io non riesco proprio a vedere. E ti si aprono nuovi orizzonti che mai avresti pensato esistessero. Per il resto qui si parla (tanto) di economia, politica e altro.

eureka... ce l'ho fatta ora devo capire come si fa ad evidenziare come fai tu con l'azzurro invece che usare il grassetto. questo non mi riesce proprio ...ho provato con il pennello ma quello serve a pulire e non a colorare sarà il prox passo

si, ho perfettamente capito dove vuoi arrivare tu nel post, ma il problema mio è riuscire ad arrivare a condividere prima e di conseguenza  argomentare poi di 1 qlc talmente astruso e lontano da me  anni anni luce 

hai voglia aprire orizzonti......i miei buchi neri sono credimi......

 bloggano solo ed esclusivamente tra di loro di economia o di politica sinistrorsa spinta del resto non gliene può fregar de meno.....leggono incuriositi la novità, intervengono per farti pelo e contropelo e spariscono nuovamente tra i loro numeri,grafici e tabelle tutto in assoluta monocromia.

 

eureka... ce l'ho fatta ora devo capire come si fa ad evidenziare come fai tu con l'azzurro invece che usare il grassetto. questo non mi riesce proprio ...ho provato con il pennello ma quello serve a pulire e non a colorare sarà il prox passo

Se posso aiutare: copia la parte che vuoi citare, dal menu a tendina seleziona "Blockquote" ti apparira un rettangolo puntinato Incolla dentro la citazione. Quando pubblichi ti apparirà la citazione con l' azzurro.

ho provato ma da me non funziona ...

<em>allora copio con ctrl c la parte da evidenziare, vado su sta benedetta tendina che suggeriscono pure con un bel N.B seleziono Blockquote"<em>

aiutooooooooo questo è quello che mi succede addirittura ora è diventato grandissimo vedi?giuro non sto urlando..

 

 

<em>allora copio con ctrl c la parte da evidenziare, vado su sta benedetta tendina che suggeriscono pure con un bel N.B seleziono Blockquote"<em>

Eppure funziona esattamente così.  Spiacente non esserti stato utile.

 

ma che ti devo dire.... sono impedita 

 sta tendina non mi si fila proprio anzi.... ti dirò di più.

 seleziono sto benedetto  block, importo il testo e nel momento in cui do invio mi commuta in paragraph

senza speranza?

Che browser usi? Con chrome funziona, con explorer sicuramente non funziona, con altri non so.

ma che ne so...penso explorer sai

hai letto la mia proposta? che ne pensi?

cambia browser allora....

e no, non ho letto la tua proposta e l'ho pure cercata... dov'è?

è 1 parola....come si fa?

hai ragione non puoi averla letta perchè l'ho mandata a sandro che avevo confuso con te

cmq visto che anche tu fai parte della redazione va bene anche il tuo di commento "l'ispirazione non dà preavvisi " e io questa ho avuto

aspetto ris

Scusa se mi intrometto:

Sandro ho pensato... (ogni tanto cogito pure io anche se non sembra)

sai cosa potresti proporre x attrarre e coinvolgere sicuramente più utenti del gentil sesso? allora senza snaturare cmq la filosofia del sito( altrimenti gli altri "i dissidenti" cioè quelli che non fanno parte del bar  si risentono perchè hanno il terrore che diventi un blog alla de Filippi più che a Piero Angela) dovresti aggiungere 1 sezione nuova titolata magari "rosa shoking" dove l'argomentazione trattata sarà la notizia più shokkante della settimana

la grafica è.....da l'idea del rigore dei temi trattati ma va bene tutto sommato

l'unica cosa che ti suggerirei elimina in testata "l'elettrocardiogramma" quello che fa da sfondo ai temi e noise, xchè così da l'idea che coloro che interagiscono siano "geriatrici"

oops ....quindi... ? qualcosa non va?

bloggano solo ed esclusivamente tra di loro di economia o di politica sinistrorsa.......

come mai definisci "sinistrorsa" l'ottica politica del blog?

 

 

non ho visto berlusconiani ne tanto meno leghisti e poi xchè la cultura è tipica delle menti sinistrorse

gli edotti sono x la maggior parte di sx

In realtà abbiamo almeno un leghista convinto (Alberto Lusiani) e qualche simpatizzante (Franco Bocchini, Giuseppe Bottacin, anxia,... ).Non sono tutti volgari ed ignoranti come spesso li dipinge la stampa.

Per il resto, il blog non ha nessuna linea ufficiale, e tutte le opinioni sono benvenute purchè sostenute razionalmente.Per lo più però siamo libertari, e l' idea di classificarci come sinistra o destra secondo il metro italiano ci fa venir l' orticaria.A volte qualcuno si definisce di destra o sinistra, ma si riferisce al grado di redistribuzione del reddito che ritiene tollerabile, non a un qualche partito italiano.

Ti sembriamo di sinistra perchè oggi comanda BS e diamo addosso soprattutto a lui, un paio di anni fa davamo addosso a Prodi & c.

Ah, dimenticavo: non ci riconosciamo nemmeno con tanti che si dichiarano libertari ma spesso sono più fronda di BS, come (la gran parte di) questi.

scusa x l'orticaria intanto, meno male solo quellaè curabile e passa in fretta

io così ho recepito dagli attacchi e dai discorsi ,ma.....meglio così allora

Lusiani non lo facevo leghista...premetto non lo conosco giuro ma, lo trovo così pacato, riservato e discreto 

di nulla, classificaci pure come ti pare, mi ero spiegato male. Intendevo dire che l' idea di qualificarmi da solo come di destra o di sinistra nel senso che si da in italia ai termini (ossia appartenenza ad un gruppo di tifosi) mi da l' orticaria, e so che è un sentimento diffuso.

Su Alberto hai perfettamente ragione, è pacato, riservato, discreto ... e leghista fino al midollo :)

scusa, forse anche io ho reso male ma mi era parso  .....ma poi... cmq non cambia nulla ognuno è libero di pensarla come meglio crede e noi... tifiamo milan tiè

ecco allora perchè mi è così simpatico

Su Alberto hai perfettamente ragione, è pacato, riservato, discreto ... e leghista fino al midollo :)

Io sono prima di tutto convinto della validita' del metodo scientifico, e quindi dell'utilita' di analizzare  quantitativamente i dati (facendo seguire ove possibile dell'elaborazione di teorie che predicano risultati di esperimenti riproducibili). Questa e' la mia convinzione piu' radicale.  La mia convinzione a favore della LN deriva da analisi e ragionamenti e vale qui e oggi.  In particolare penso che qui e oggi la LN, pur con gravi difetti e', rispetto alle pessime alternative disponibili, il partito con la proposta politica complessiva piu' utile per iniziare a capire e curare i grandi problemi e le immense anomalie italiane. Inoltre aggiungo che preferisco la LN delle origini, quella con Gnutti e Pagliarini, che aveva un'impostazione piu' liberale e perfino con accenti libertari.

alberto te ne si fa un vanto non 1 colpa

ad oggi meglio loro di chiunque altro con forse qualche neo di troppo che stona

So che non é il senso del commento, ma a leggerlo pare che ci sia una "linea ufficiale di nFA", mentre non é così.

Preciso solo perché non mi piacerebbe il lettore casuale pensi che nFA sia un posto dove possono parlare solo persone "allineate", dove ci sia scarsa disponibilità ad ospitare interventi da posizioni diverse, etc. Cosa che peraltro potrebbe contribuire a tenere lontane persone, donne o uomini che siano.

Grazie, ho aggiunto un disclaimer :)

Mah, in realtà io non mi definirei simpatizzante della Lega, della quale non condivido la gran parte delle posizioni espresse negli anni piú recenti. Mi piaceva la Lega di Miglio, ma era un'altra cosa, poi la degenerazione social-confessionale con massicce dosi di demagogia ne ha cancellato l'iniziale approccio liberale: ultimamente l'ho votata solo con motivazioni di carattere tattico, solo per tentare - non saprei dire con quali risultati, però ..... - di spostare il baricentro politico verso nord, giacché penso che sia in atto una "meridionalizzazione" comportamentale del Paese.

Anche nella speranza che si compia qualche passo verso un sistema organizzativo di tipo federale, che mi pare un mezzo per responsabilizzare i poteri locali ed ottenere, così, una gestione piú efficace delle risorse pubbliche: sebbene il percorso in atto non appaia particolarmente promettente, rimango dell'idea che "piutosto de gnente xe mejo piutosto", e che nessun'altra forza politica sia realmente interessata alla questione .....

 

E .... Biba, io uso il mio nome e metto tra parentesi il nick - che deriva dalle prime esperienze anonime di cazzeggio in rete - ma che ci vuoi fare, sono un rigoroso ingegnere .... :-)

ti facevo più chimico tedesco ai tempi del nazisno  che ing

e cmqorache il tempo del cazzeggio mi pare terminato .....tutti sanno che sei n'è vero?

Ohibò, addirittura una sorta d'inventore dello Zyklon B, io che non riuscirei a far del male nemmeno a chi lo meriterebbe senza dubbio alcuno .... :-)

In ogni caso, c'è scritto nel mio profilo - basta cliccare - e pensa pure che non siamo pochissimi, qui, a presentare questo vergognoso curriculum studiorum .....

 

..... e, per la verità sì, in parecchi ci si conosce e capita di vedersi, ma non direi che sia un male: tu che dici?

 sai è il doktor alla tedesca che inganna

ora l'ho letto.. è il nord est allora che tradisce

sai 1 volta un edotto mi disse che quelli del nord/est ( sicuramente aveva dei problemi) erano più avanti di noi del nord/ovest

ma non ho che dire io....dipende dal tipo di cazzeggio

qualche simpatizzante (Franco Bocchini, Giuseppe Bottacin, anxia,... )

Ciao Marcello. Ero tentato di mantenere il silenzio ma invece mi dai una perfetta opportunità di sfogo.

Simpatizzante è sempre stato una parola grossa. Diciamo che ero rimasto senza alternative...nulla di nuovo, ovviamente.

Oggi però non mi va proprio di simpatizzare. Nella pausa pranzo ho letto che:

1) Zaia ritiene, siccome aveva fatto l'obiettore di coscienza, che i nostri aerei in Afghanistan debbano restare disarmati (ma, bontà sua, rispetta il volere del parlamento);

2) Essendoci un neobuco di quasi 1 miliardo nella sanità regionale (fonte Il Gazzettino), secondo lui dovuto all'abbassamento "elettorale" dell'addizionale Irpef deciso dalla scorsa giunta Galan, verrà aumentata l'addizionale stessa dello 0,5%, come riferito sempre dal Gazzettino; portandola al massimo nazionale dell'1,4%, dico io. Suona male, ma è la verità, che dire +0,5% la gente pensa "Beh, almeno non me l'hanno alzata del 3%"...perché non potevano! Altrimenti chissà?

Ecco, per queste due genialate, andava benissimo anche il buon Giuseppe Bortolussi con tutto il carrozzone PD-Idv che si portava dietro. Anzi, probabilmente il Bortolussi riusciva a giustificare in altro modo l'idea di far volare degli aerei militari disarmati, senza dedicarsi ai non sequitur alla Ale e Franz...

Che poi a me Bortolussi piace, però non mi piaceva la compagnia che si tirava dietro...

Ehi Lega, se qualcuno di voi legge nFA, che senso ha prendere gli stessi, identici provvedimenti che avrebbe preso una giunta di sinistra (aumento addizionale Irpef vs riduzione spese, appoggio teppisti anti OGM, obiezione di coscienza...che non vuol dire che va bene la guerra in Afghanistan, ma ci sono mille modi e ragioni per opporsi)?

Beh, il mio commento era necessariamente schematico, ma non avevo intenzione di accusare nessuno di avere i paraocchi.Mi riconfermi nella pessima opinione che ho di Zaia da che lo sento nominare.

gli edotti sono x la maggior parte di sx

Non so se sono edotto, ma liberale certamente ed altrettanto certamente non berlusconiano. Ma forse destra e sinistra è una catalogazione non più funzionale. Comunque magari i sinistrorsi ragionassero come qui usa. Sarebbe un sogno.

... che ne pensa di nFA. Ha dato un'occhiata, poi ha preso il mouse ed ha iniziato ad aprire vari blog in vari tab. Per esempio questo e questo. Non e' il contenuto - mi ha detto (con tutto che i contenuti dei due blog nell'esempio non sono banali, per quanto leggeri) - ma la forma. Font stile terminale primi anni '90, sfondo color piastrella del bagno di zia (non scherzava, il colore e' proprio quello), logo tristanzuolo ed in generale un look che dire poco accattivante e' dire poco. Il suo commento finale, di fronte al mio stupore, e' stato qualcosa del tipo "quante donne partecipano? immagino pochissime". Io, per inciso, avevo solo chiesto cosa pensasse del blog, visto che qualche articolo l'aveva pure letto...

Non sono in grado di proporre un layout decente, purtroppo, altrimenti mi metterei volentieri in moto!

Mi pare che abbiamo una risposta, come al solito bastava chiedere (non alle donne che ci sono già).

Ok direi che uno dei primi task per la neonata fondazione è un bel restyling. Scommettiamo che una grafica più accattivante porta nuovi lettori oltre che lettrici?

i colori vanno bene, è la visualizzazione ad albero dei post che è da liste di discussione anni '90. 

OK per i colori. Anche il rosa ( se molto chiaro ) per la sezione "rosa shoking " di Biba.

 

Come sarebbe una visualizzazione dei post migliore di quella ad albero qui utilizzata ? A me sembra ottima.

 

Bisognerebbe solo aggiungere la possibilità di poter settare "Ultimi commenti dei lettori " con un opzione del tipo : " a partire da .... data ... ora ... " in modo che così se uno sa che non ha letto NFA da venerdi scorsa sera ( per esempio ) può continuare da dove era rimasto. Una funzione brillante di questo blog è che quando clicchi su un commento passato si "illuminano" tutti i commenti succcessivi e quindi non rileggi più quello che hai già letto ( a meno che tu voglia approfondire ).

Per i commenti più vecchi di quelli indicati nella colonna di sinistra , questa funzione non è disponibile e bisogna rileggersi tutto. Comunque niente di insuperabile , ma bisogna sempre puntare al meglio.

Grazie Pierre, quella funzione ha richiesto non poco lavoro... per ora ti suggerisco un escamotage... cerca l'identificatore numerico del piu' vecchio articolo che vuoi aprire e aggiungi all'URL dell'articolo la seguenza ?#cxxxxx dove al posto delle x, dopo la c, ci va il numero dell'identificatore. Clicca reload e si dovrebbero aprire tutti i commenti successivi. 

Comunque il tutto migliorera', ma dovete pazientare qualche mese.

sfondo color piastrella del bagno di zia

Verissimo. Se è per questo sia a casa mia che in ufficio le piastrelle sono di questo colore. Adesso non ricordo se le ho viste prima in ufficio e poi le ho messe in casa o viceversa. E' un colore rassicurante quando ci si prende cura di sè e ben predispone a quella necessaria intimità che il luogo richiede.

Ok direi che uno dei primi task per la neonata fondazione è un bel restyling. Scommettiamo che una grafica più accattivante porta nuovi lettori oltre che lettrici?

Io mi sono registrato proprio per poter dire la mia su questo tema! Visto che seguo con interesse sia gli articoli sia i commenti, dico: fate pure il restyling, ma attenzione a non far diventare il sito pesante come per esempio libertiamo.it... mi piacerebbe continuare a leggervi anche dal cellulare!

attenzione a non far diventare il sito pesante

Giusto.

E, già che ci siamo, a me le tabelle, i grafici e pure le equazioni piacciono. In TV guardo Quark e se la famiglia Angela si mettesse a fare finti provini per volgari character che insultano e si fanno insultare da "divertenti" giudici, perderebbe me e non sono certo che guadagnerebbe uno spettatore dalla De Filippi: nessuno sa fare tutto.

Finora l'argomento mi pare scorra lungo 3 binari:

1) siete/siamo troppo aggressivi.

Questo non mi pare un problema femminile. Ci sono i timidi e i meno timidi in tutti i sessi.

2) siete troppo competenti/documentati/razionali e non vi lasciate mai andare a cazzate con libertà di autocontraddizione.

Qui non so se il problema è per il genere femminile. Vorrei sperare di no, ma lascio la parola alle esperte, finora piuttosto restie a esprimere giudizi su certe cose che sono emerse con preoccupante frequenza in questa discussione. Dico però che non mi pare una gran scelta trasformare il blog nel regno degli incompetenti/ignoranti/irrazionali che aprono tread su argomenti a caso dicendo tutto e il contrario di tutto nello stesso post: il web è pieno di posti simili e sono certo che ci sono migliaia di bloggari molto più bravi di voi se uscite dalla vostra nicchia.

3) la coda sinistra è poco compianta. Ci si limita a valutarla quantitativamente e non si dedica abbastanza spazio a descriverla nei dettagli e a ripetersi "cazzo ragazzi, questo sì è un problema serio!"

Ora, se invece della ricerca di soluzioni che gente come voi pensa di poter dare si vuole il compatimento inconcludente se non dannoso di tutti quelli che ne parlano h24 in Italia e nel mondo, vale il discorso di prima: il web è pieno di blog, siti, magazine, quotidiani, filmati e chi più ne ha più ne metta che, dopo ponderosi pistolotti per ricordarsi di cosa si parla (che senza numeri la questione è sempre in bilico...), ripropongono sempre le solite idiozie vecchie, abusate e inconcludenti, se non originanti i problemi stessi che vorrebbero risolvere.

Mi sembra fuori tema questo post. Non credo che i binari della discussione siano quelli riassunti.

1) L'aggressività è un problema di stile, ma tutto sommato è un minor point e non credo che le donne se ne spaventino più di tanto. Tuttavia sarebbe meglio cercare di non insolentire i dissidenti, tranne in casi estremi di ignoranza e maleducazione che mi sembrano pressochè inesistenti in questo blog.

2) La competenza è una cosa ottima ed è uno di punti di forza di questo blog, nè mi risulta che nessuno/a abbia detto di non volerla. Nè capisco chi voglia il "compatimento inconcludente", certo io no. Quanto all'autocontraddizione, gli animatori di queso blog magari non si autocontraddicono, ma spesso si contraddicono fra di loro e questo mi sembra fisiologico e inevitable, dato che non si parla di esperimenti scientifici nè di verità scolpite nella pietra.

3) Questa non la capisco. Cos'è la "coda sinistra" che sarebbe poco compianta?

La finisco qui, auguro a tutti buon lavoro e continuerò a leggervi.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti