Finalmente il nuovo look degli anni '90

17 agosto 2008 vittorio bisin e devin dulany

Scoop e commentario estivo sulla creatività degli stilisti, in forma di note per una commedia.

Il contesto. Una passeggiata estiva a Portofino

per digerire l'eccessivo pesto e la grigliata.

I caratteri. Due italo-amerikani e un amerikano vero, cresciuti a pane e sitcoms (forma d'arte che, assieme al jazz e all'hip-hop, costituisce il vero momento alto dell'impero amerikano - e non abbiamo dubbi nel giudizio, condiviso anche dal nostro eccelso critico, l'Osangelino).

La trama. Si passeggia, si passeggia annoiati (ma non doveva esserci Naomi Campbell a Portofino? e Catherine Zeta-Jones? ci basterebbero almeno Abramovich e Galliani!); si guardano le barche dei ricchi, i ristoranti dei ricchi, le vetrine dei vestiti per i ricchi, ...... ed ecco il momento alto della serata: all'unisono i due italo-amerikani e l'amerikano vero, cresciuti a pane e sitcoms, urlano alla vista della vetrina di Dolce & Gabbana,

devins_camera_08_101_0

la puffy shirt, the new look of the nineties,

meglio tardi e con poca fantasia che mai.

but I don't wanna be the pirate......

Finale felice. Si corre a casa a vedere l'episodio. Grande giornata.

 

 

 

3 commenti (espandi tutti)

Seinfeld (il programma citato nel video di YouTube qui sopra) è stato trasmesso nella TV italiana per un breve periodo su una rete minore, TMC2, e mi sono sempre chiesto se la sua comicità fosse "intraducibile". Vale la pena spiegare a chi non ha vissuto negli usa durante gli anni '90 che Seinfeld è stato il programma comico di maggiore successo degli anni '90, e forse di sempre. La chiave del suo successo, secondo me, e' stata quella di essere stato il primo a cogliere il fastidio generalizzato per la "political correctness", e a presentarla sotto forma di una farsa dagli esiti esilaranti. Sta in questo l'intraducibilità?

Io credo che sia traducibile, invece. Non e' stato fatto bene, ma io credo che piacerebbe. A tutti noi e' piaciuto immediatamente, dopo tutto, quando ancora dell'amerika conoscevamo poco o nulla. Piu' in generale la sitcom forse e' genere cui non siamo piu' abituati. Mi sbaglio o solo Happy Days in Italia ha avuto rango di "icona culturale" (e questo forse perche' rappresentava la scoperta dell'amerika)? Friends credo piaccia ma solo alle ragazzine. 

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti