Il Gardini lower bound

28 ottobre 2006 gian luca clementi
Il Gardini lower bound consiste nel nuovo record di rozzezza ed intolleranza stabilito venerdi' da Elisabetta Gardini, la portavoce, nonche' deputata, di Forza Italia.

Dopo essere assurta all'onore della cronaca per ignorare cosa sia la CONSOB, nella giornata di venerdi' la Signora Gardini si e' distinta per l'assalto verbale che ha riservato alla collega di Rifondazione Comunista Luxuria, al secolo Vladimiro Guadagno. Come e' noto ai piu', Luxuria e' un transessuale non operato. A detta dei giornali, la Signora Gardini ha rivolte pesanti invettive all'Onorevole Luxuria, intimandole tra l'altro di non utilizzare il bagno delle donne di Montecitorio. Oggi Repubblica riporta che la Gardini ha reiterato ed enfatizzato la sua posizione, dichiarando di essersi sentita addirittura stuprata, alla vista della collega nel bagno delle donne. Ha poi dichiarato che accetterebbe Luxuria nello stesso bagno, solo se costei optasse per la rimozione chirurgica degli organi genitali maschili. Fino a quel momento, sempre secondo la Gardini, Luxuria dovrebbe utilizzare una toilette riservata unicamente a lei.

A questo punto, potrei offrire congetture a proposito delle frustrazioni sessuali che probabilmente affliggono la Gardini (come, altrimenti, spiegare l'analogia con lo stupro?). Dato che se lo facessi mi porrei sul suo stesso piano, soprassiedo. Potrei anche riflettere sulla mancanza di rispetto che la Nostra ha mostrato verso le donne che veramente sono state stuprate. Decido pero' di dedicarmi ad altro.

L'oscenita' delle parole della deputata di Forza Italia non ha bisogno di commenti. Manifestano un grado di intolleranza e rozzezza che neanche uno Storace in gran forma o il Bossi dei vecchi tempi erano riusciti a raggiungere. E, aggiungo una nota del tutto personale, mi rafforzano nella convinzione che non vi sia alternativa al votare a sinistra, nonostante le gran cazzate di questo governo. Nessuno, dico nessuno, tra i parlamentari dell'opposizione, ha stigmatizzato l'uscita della collega.

Visto che in un sabato mattina piovoso il costo opportunita' del tempo non e' poi cosi' alto, ho deciso di sprecarne un po' per una google-ricerca a proposito della sopracitata deputata di FI. (By the way: mi rifiuto di chamarla onorevole, perche' di onorevole non ha proprio nulla). Ne e' uscito che lo scorso 4 ottobre la Signora Gardini ha partecipato ad un incontro segreto di parlamentari Cattolici, appartenti sia alla maggioranza che all'opposizione, tenutosi a Piazza del Gesu'. Secondo Italia Laica, i relatori hanno lanciato un invito alla convergenza su principi non negoziabili, come la tutela della vita e il riconoscimento del matrimonio. Spingo pochi tasti, e dopo 0,3 secondi Google mi informa che la Signora Gardini e' si' sposata, ma anche separata. Sia chiaro che non e' mia intenzione giudicarla, e tantomento biasimarla, per decisioni che afferiscono totalmente alla sfera privata dell'individuo. Non me lo permetterei mai. Voglio solamente porre in evidenza l'ennesimo esempio di quel comportamento incoerente e ipocrita che e' caratteristico, ovunque nel mondo, di molti movimenti cristiani convervatori (evangelical christians, teocon,...). Quello che piu' mi infastidisce, comunque, non e' ne' l'ipocrisia, ne' l'incoerenza di questi signori. Dopotutto, chi puo' dirsi completamente esente dall'una e dall'altra? Io, no di certo. Piuttosto, quello che mi tormenta e' l'arroganza e la falsita' ideologica con cui costoro stabiliscono la lista dei valori non negoziabili del Cristianesimo. Sembra quasi che le le loro copie dei Vangeli manchino di tutte ( e sono tante ) le pagine in cui ci viene richiesto di amare il prossimo come noi stessi, e quelle in cui ci viene ricordato che gli ultimi saranno i primi, e che coloro che sono discriminati saranno esaltati. Gesu' tende la mano al publicano, alla Samaritana, e alla prostituta. La Cattolicissima Gardini caccia Luxuria dal bagno perche' quest'ultima ha avuto la sfortuna di nascere donna con un corpo da uomo... forse mi sfugge qualcosa. C'e' nessuno che mi aiuti a capire cosa?

6 commenti (espandi tutti)

"Il Gardini lower bound consiste nel nuovo record di rozzezza ed
intolleranza stabilito venerdi' da Elisabetta Gardini, la portavoce,
nonche' deputata, di Forza Italia."

Gianluca, scusami se mi permetto, ma hai la memoria corta, qui e` una bella gara, eh eh!! ;-)

http://www.repubblica.it/2006/c/sezioni/politica/versoelezioni35/muslux/...

Hai ragione, mi ero dimenticato della Mussolini quando ha detto 'Meglio fascista che frocio'. L'attenuante (mia) e' che la Mussolini la conosciamo da tempo, e ci aspettiamo anche di peggio, mentre questo lato della Gardini mi e' nuovo.

e il commento di scajola su biagi?

Da capire c'e` ben poco, purtroppo. Pur con l'attenuante (generica e quasi irrilevante) che la presenza di Luxuria nel bagno delle donne possa davvero creare qualche imbarazzo e disagio, la reazione della Gardini e` sproporzionata, volgare e contraria agli stessi principi cattolici ai quali si ispira, come fai giustamente notare.

Bisogna invece constatare, amaramente, il fatto che i nostri parlamentari hanno gli stessi vizi e le stesse virtu` di noi italiani. Non e` un caso che siedano su quelle poltrone. Immagino che mille altre donne avrebbero potuto reagire nella stessa maniera, ma non sto certo giustificandole. La disapprovazione per alcune scelte di natura sessuale e` lungi dall'essere un problema superato nel nostro Paese. Per cui non mi meraviglio affatto. Se consideriamo poi che la nostra classe politica e` forse tra le meno preparate e che il loro livello culturale non e` certamente eccelso, beh, i conti tornano perfettamente.

la Gardini aveva gia' fatto affermazioni simili in una trasmissione televisiva qualche tempo fa. Per sbaglio stavo vedendo la TV e sentii l'affermazione, con tanto di sorriso della Gardini "Luxuria... lui, lei... insomma cos e'?".

Diciamo che il degrado politico-culturale di questo paese si rileva da questi atteggiamenti.

La Gardini si e' sentita stuprata vedendo Luxuria nel bagno delle donne? Non so se fara' piacere alla nostra amica, ma io mi sono sentito stuprato vedendo la Gardini in Parlamento. Soprattutto dopo aver sentito le sue affermazioni sia per quanto concerne la preparazione culturale della suddetta (sconcertante) che la sua tolleranza (***************: scusate, ho coperto la parola o scattava la denuncia).

saluti, AG.

Ah, la Gardini. La ricordo candidata per la coalizione di sx , infatti ho trovato in wikipedia:

" Ha iniziato ad occuparsi di politica nel 1994, candidandosi senza fortuna alla Camera con il Patto Segni. Successivamente ha aderito a Forza Italia, con cui è stata candidata alle elezioni europee del 2004: non venne eletta, ma poco dopo venne scelta come portavoce nazionale del partito. Alle elezioni politiche del 2006 ha ottenuto il suo primo mandato parlamentare a Montecitorio. "

Mah, che dirVi: almeno Voi siete oltre atlantico e le cose le vivete con distacco, ma qua...oddio anche a sx le cose non vanno poi molto meglio: L'on (?) Diliberto intervistato alla trasmissione "Le invasioni barbariche" su La7, alla domanda "andrebbe al billionaire di Briatore", rispondeva "..si con una cintura da kemikaze....". Uff rimpiango il cavallo di Caligola....

 

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti