Favole & Numeri

Autopromozione: Alberto Bisin, ha pubblicato su Egea - Università Bocconi un libro divulgativo di economia. Il libro è disponibile come e-book e in libreria. L'autore ha bisogna di una nuova moto....a buon intenditor poche parole. Qui la recensione di Andrea, commentata da Alberto

L'ordinanza di affidamento di Berlusconi letta da un comune cittadino

20 aprile 2014andrea moro

È uscita l'ordinanza di affidamento in prova ai servizi sociali di Berlusconi. Ne propongo una lettura da "comune cittadino", non possedendo speciali competenze giuridiche salvo l'aver superato all'università qualche esame di diritto. Ho voluto compiere uno sforzo di comprensione del linguaggio prolisso e spesso ripetitivo dei giudici per cercare di capire quello che si stanno chiedendo tutti gli italiani: perché la pena sia così esigua, se sia vero o no che Berlusconi stia ricevendo un trattamento speciale. Ne è uscito un post lungo quasi quanto l'ordinanza, ma, ve lo prometto, più leggibile, e meno ripetitivo. C'è materiale per comici professionisti, ma anche, credo, molto da imparare. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Giornate nFA 2014: save the date

16 aprile 2014redattori noiseFromAmeriKa

Quest'anno le Giornate nFA si terranno nel fine settimana del 14-15 giugno presso il Centro Universitario di Bertinoro (Forli'). Intanto bloccate la data, seguiranno tutti i dettagli. Oltre ai vostri beneamati (o beneodiati, se preferite) redattori saranno presenti numerosi ospiti per parlare di valutazione delle universita', il ruolo di istituzioni e cultura nel divario nord-sud in Italia e altro ancora. E nella notte tra il 14 e il 15, Italia-Inghilterra in diretta dal Brasile (da giovani si diceva: calcio e rutto libero; da vecchi tratterremo i rutti). A presto!

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Beer and Economics at NYU: On the Ivory Tower

14 aprile 2014alberto bisin

A few times a year NYU econ graduate students organize a "beer and economics" meeting where they eat (pizza) drink (beer) and listen to a faculty member they invite. A few days ago it was my turn. Not an easy endeavor, following on the footsteps of Tom Sargent and David Pearce. So I had to prepare - and here's the outcome. (Be lenient in your judgment; stand-up's not my forte). Here's how it went. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

L’insostenibile pesantezza dell’euro?

13 aprile 2014Francesco Lippi e Fabiano Schivardi

Tra i vantaggi che accompagnerebbero un'uscita dall’euro c’è la possibilità di svalutare il cambio nominale per guadagnare competitività nei confronti degli altri paesi dell'area. C’è tuttavia molta confusione, soprattutto nel dibattito giornalistico e televisivo, su  quali sarebbero i benefici ed i costi che un ritorno al cambio flessibile comporterebbe per la nostra competitività, nel breve e nel lungo periodo. Le valutazioni spaziano da chi crede che ciò fornirebbe un po’ di ossigeno a un’economia in recessione, a chi sostiene che ciò riporterebbe il nostro paese su un sentiero di crescita duraturo, dal quale ci saremmo allontanati proprio con l’adozione dell’euro. In questa breve nota discutiamo questo punto, astraendo da qualunque altro fattore che potrebbe accompagnarsi a un’uscita dall’euro (crisi bancarie, fughe di capitali, ritorsioni commerciali da parte degli altri paesi dell'area, ecc.) e confrontiamo due scenari, uno con l’euro e uno con la lira a cambio flessibile, a parità di tutte le altre condizioni.

NdR: Riprendiamo volentieri l'editoriale di Francesco Lippi e Fabiano Schivardi  pubblicato su La Voce  dell' 11 Aprile  2014. Alcune brevi  precisazioni sono state aggiunte in questa versione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Alcune letture su High Frequency Trading

5 aprile 2014andrea moro

È uscito da pochissimi giorni il nuovo libro di Michael Lewis Flash Boys: A Wall Street Revolt sul mondo dell'High Frequency Trading (HFT). Lewis ha abbandonato Wall Street qualche decennio fa per diventare uno scrittore di successo, raccontando il mondo della finanza con uno stile competente e accattivante. Qualche tempo fa, ho consigliato su questo sito il suo libro sulla crisi dei sub-primes, The Big Short che ho trovato pieno di storie personali avvincenti. Mi scuso in anticipo: tutte le letture che consiglierò in questo post sono in inglese. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Come funziona e quanto costa la riduzione IRPEF promessa da Renzi?

20 marzo 2014giulio zanella e sandro brusco

Nella "slide del carrello della spesa" Renzi ha annunciato "+1000 euro netti all'anno a chi ne guadagna meno di 1500 al mese", indicando in 10 miliardi di euro l'ammontare di risorse necessario: 1000 euro per 10 milioni di lavoratori. Sembrerebbe un calcolo banale, ma purtroppo le cose non sono così semplici. Abbiamo spiegato in un post precedente che c'è il rischio di introdurre un andamento totalmente abnorme delle aliquote marginali effettive. In questo post offriamo un approfondimento tecnico ma non troppo. Utilizzando i dati sulla distribuzione dell'IRPEF per i lavoratori dipendenti pubblicati dal Ministero dell'Economia e delle Finanze illustreremo sia i costi della potenziale riforma per il Tesoro sia i vantaggi per i contribuenti appartenenti a differenti classi di reddito. La nostra semplice analisi conduce alla seguente semplice conclusione: dieci miliardi non bastano. Oppure, il che è lo stesso, se si vogliono sacrificare al massimo 10 miliardi di gettito, nessuno vedrà veramente i famosi 1000 euro in più.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Riduzione Irpef: per favore, fatela bene

19 marzo 2014sandro brusco

I contorni della proposta di riduzione dell'Irpef di Renzi sono ancora nebulosi. L'unica cosa chiara è che il provvedimento dovrebbe essere messo in atto prima delle elezioni europee di maggio, ma per il resto come si possa attuare la promessa di ''1000 euro in più a chi guadagna meno di 1500 euro al mese'' non è affatto chiaro. Non vorremmo che nella fretta si facesse qualche disastro, e un recente articolo su lavoce.info di Pellegrino e Zanardi ci ha un po' inquietato. Se l'analisi dell'articolo fosse corretta infatti ci troveremmo con una struttura di aliquote marginali effettive completamente sballata, con picchi del 60% per redditi tra 25.000 e 30.000 euro lordi annui, che poi scendono per redditi più alti. Proviamo un po' a spiegare come questo sia possibile.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Era meglio se continuava a tacere

18 marzo 2014andrea moro

Nessuno ci ha mai spiegato con quali meriti la signora Marianna Madia sia diventata ministro della Pubblica Amministrazione nel governo più ambizioso della storia della repubblica. Il quotidiano La Stampa racconta che sinora ha preferito stare zitta; le sue prime dichiarazioni ci fanno sperare che torni alle precedenti buone abitudini. Un ministro che non dice e fa nulla è migliore di uno che dice sciocchezze e fa danni. 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Cheap talk sulle slides di Renzi

13 marzo 2014redattori noiseFromAmeriKa

Pubblichiamo un'autointercettazione di uno scambio e-mail redazionale di questo pomeriggio.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Nibor Dooh: prendere ai poveri per dare ai ricchi, ovvero lo strano caso del Dottor INPS.

11 marzo 2014marco esposito

In Italia si puó vincere il Win for life, e vivere bene per vent'anni, oppure essere titolare di una pensione "d'oro" per tutta la vita. Nel primo caso ti pagano gli altri (sfortunati) giocatori, nel secondo tutti gli altri (sfortunati) italiani. Ma cosa é d'oro?  Esistono i pensionati d'oro? E gli altri pensionati sono sfortunati anche loro ? Esaminiamo chi ci curerà nella terza età: il Dottor INPS.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE