Letture per il fine settimana, 7-1-2012

7 gennaio 2012 sandro brusco

Questa settimana: Eskinder Nega, blogger etiope perseguitato; Napolitano su Einaudi; gli effetti di lungo periodo di un bravo insegnante; prima tragedia, poi farsa: edizione Calderoli;

Buona lettura, buon fine settimana e buon anno.

  • Segnaliamo un appello a favore del giornalista e blogger etipoe Eskinder Nega, che apparirà prossimamente sulla NY Review of Books. Per chi combatte per la libertà nei paesi autoritari l'esposizione internazionale della propria persecuzione è spesso l'unica arma efficace di difesa. Incoraggiamo quindi tutta la stampa italiana a occuparsi del caso.
  • Con ampio ritardo, ho notato (via questo articolo di Menichini sul Post) questo articolo di Napolitano su Luigi Einaudi. Noiosetto, ma lo stesso interessante.
  • Il New York Times ha un lungo articolo in cui racconta i risultati di uno studio degli economisti Raj Chetty, John N. Friedman e Jonah E. Rockoff sulla misurazione della performance degli insegnanti secondo il criterio del "valore aggiunto". Qui trovate un riassunto dello studio da parte degli autori e qui il paper completo
  • Sembra un secolo fa, e invece non sono passati neanche due anni, che ci toccava rintuzzare le improbabili idiozie di Calderoli sullo scudo fiscale. Erano altri tempi. L'untuoso Riotta aveva appena incoronato Voltremont uomo dell'anno e l'orribile scudo fiscale veniva presentato più o meno come una manifestazione del genio italico. I semi venivano quindi gettati per la tragedia successiva, almeno in termini di andamento delle finanze pubbliche. Ma, come sappiamo, alla tragedia segue sempre la farsa. Ed è, pare giusto, lo stesso Calderoli a farci ridere con la sua grottesca polemica sul capodanno della famiglia Monti. Dopo essere stato ben benino preso per i fondelli il buon Calderoli, anziché smettere, ha deciso di scavare ancora più a fondo la buca in cui si è cacciato. L'intervista a Libero (il giornalista che ha fatto l'intervista non si capisce se è completamente servo o se lo prende astutamente per il culo) post comunicato è da morir dal ridere. Il pezzo in cui, imbeccato dal giornalista, minaccia azioni giudiziare è veramente da alta comicità. Calderoli, ti preghiamo tutti, continua. Abbiamo tanto bisogno di allegria.

18 commenti (espandi tutti)

A proposito di Calderoli è poi saltata fuori la ricevuta fiscale rilasciata dal barbiere a M.M.

Mi pare che questo caso molto serio di presunta evasione fiscale sia stato insabbiato e il popolo bue magistralmente distratto dal blitz di Cortina di cui ha fatto  le spese la benemerita categoria (che Dio ce la conservi a lungo!) degli "evasori per necessità", indefessi cariatidi del nostro pil. Per essere precisi pare siano stati colpiti anche centinaia di turisti che si stanno pagando la vacanza a rate o con mutuo di quelli sostenuti dall'ex governo. Questo secondo una dichiarazione alla stampa di Massimo Boldi (Sbirulino).Oddio! Non vorrà entrare in politica anche lui? Ma ci rendiamo conto che i comici in politica sono quasi più degli avvocati anche se la conta presenta qualche difficoltà per la presenza di personaggi ambivalenti. Paniz, quello di Ruby nipote di Mubarack lo contiamo come comico o come avvocato?

La morale è che non è tanto Calderoli a preoccuparci quanto i tre milioni di italiani, opps padani, adulti e vaccinati, che pendono dalle sue labbra.

In realtà Sbirulino era una personaggio di Sandra Mondaini. Per Boldi forse pensavi a Max Cipollini.

Touchè! La mia cultura televisiva fa acqua da tutte le parti. Proposito per il nuovo anno: recuperare.

Mi dispiace riprenderti Aldo, ma la parola "Boldi" e la parola "Cultura" (anche se "televisiva") non possono stare insieme nello stesso thread..per nessun motivo. :-)
Comunque il "Cipollino" in questione ha già provato ad entrare in politica. Fu con il PSI ma venne trombato, nonostante si fosse proposto in tutte le trasmissioni possibili (erano gli anni del tramonto di Craxi).

Ricordo che in una trasmissione gli chiesero cosa avrebbe fatto, una volta eletto, e lui rispose: "di preciso non lo so, a me hanno detto di candidarmi". 

Credo sia stato l'unico caso documentato di satira politica involontaria!

Perché? Credi che questa intervista di Calderoli sia satira politica volontaria? Che sia satira politica non ci sono dubbi...

?

Corrado Ruggeri 7/1/2012 - 17:02

Che c'entra Calderoli? Stavo parlando di Massimo Boldi. E' lui "Cipollino".

L'intervista di Calderoli mi mette solo tristezza.

Non perchè lui non si renda conto di umiliarsi agli occhi di tutti, quello è inevitabile . Mi mette tristezza perchè, invece che alla Piccola Casa Della Divina Provvidenza, era al governo democraticamente eletto.

ops

Corrado Ruggeri 7/1/2012 - 17:07

Credo di aver fatto un commento un po' pesante (nei confronti di quelli della Piccola Casa non nei confronti di Calderoli). Dato che non posso più cancellarlo, vogliate comunque scusarmi.

...forse l'intervista a Calderoli è triste. Ma la trovo involontariamente più comica e rivelatrice di una certa politica dell'uscita di Boldi che citi.
Questione di punti di vista, comunque.

...e' proprio bella! Grazie della segnalazione.

Più che bella, fa riflettere. Da quanto tempo Giorgio Napolitano ha maturato le convinzioni che esprime? Chi lo ha eletto alla Presidenza della Repubblica ne era informato? Oppure si tratta di una maturazione recente? se così è, è vero che spes ultima dea, molti altri della sua originaria "famiglia" politica possono compiere lo stesso percorso ... 

E' di lunedi', ma io aggiungerei anche questo intervento di Barro sul WSJ.

 

Oltre alla interessante lettera di Napolitano ho trovato notevole che nel discorso di Capdanno abbia espltimente affermato che c'è un eccesso di spesa pubblica che va ridimensionata e che essa è la madre di malapolitica e corruzione.

Io il discorso di Capodanno del Presidente della Repubblica non l'ho ascoltato - credo di non seguirne uno da una vita ..... - ma mi fa piacere l'affermazione che vi sia un eccesso di spesa pubblica, e che questa sia madre della corruzione.
Vorrei vedere anche le conseguenti azioni concrete, però, ad esempio sui costi del Quirinale in paragone a Buckingham Palace ......

Davide Giacalone sul suo blog esprime un giudizio molto critico sull'interessato, pubblicato prima dell'elezione.

 Mi rendo conto che una richiesta di questo tipo da parte di un first poster (il sottoscritto) sia quanto mento avventata, però...

Perchè non scrivere una bella risposta all'amico San Precario, che a quanto pare dovrebbe essere mio protettore, su questa "fenomenale" proposta?

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/09/reddito-base-risponde-precario/182512/

Un saluto a tutti i redattori e un in bocca al lupo per il 2012 da un aficionados!

Edit: Il nome è Matteo Paternoster, non Gentile nFA :)

scusa..

marco esposito 15/1/2012 - 17:21

.. ma un cognome come Paternoster di questi tempi ci servirebbe proprio -).

Scusa la facile ironia e non te la prendere, benvenuto su nFA..

Apice e pedice nella barra sopra non funzionano. Rimpiccioliscono solo il carattere e i successivi.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti