Ma questa e' satira?

23 maggio 2006 alberto bisin
La satira puo' essere informazione? e altre scemenze simili alla prova dell'impero Amerikano.

In Viva Zapatero Sabina Guzzanti racconta le traversie della sua trasmissione di satira censurata dalla Rai. Nel film sono intervistati vari politici/intellettuali che corrugano la fronte e producono pensieri colti e profondi, del tipo: quella di Sabina Guzzanti e' satira, ma e anche informazione, ma se e' informazione deve essere fatta da giornalisti, ma allora non e' satira. Altri sono meno "profondi" e piu' diretti, come Lucia Annunziata: "ma tu mi fai con gli occhi storti e quindi non aspettarti aiuti da me" (ai tempi direttore "di garanzia" della Rai, si noti).

Negli Stati Uniti ci sono due telegiornali satirici (saranno giornalisti o comici, a che sindacato appartengono, chi li controlla?) che ogni sera fanno informazione e prendono in giro tutti, e in modo particolare il presidente Bush. Tutte le sere, ma proprio tutte!

Adesso, non e' che l'amministrazione Bush sia proprio un esempio di garanzia delle liberta' civili, come tutti sappiamo. Ciononostante, nessuna censura. Di piu', Bush invita alla Casa Bianca Steven Colbert, il conduttore di uno di questi telegiornali, per uno show davanti alla buona societa' di Washington. E non e' che si diverta Bush, forse nemmeno capisce le battute, ma ha una visione del processo democratico infinitamente piu' rispettosa dei politici di casa nostra (sto parlando di Bush, non di Blair ne' di Zapatero; Bush, quello che fa controllare religiosamente e rigorosamente le nostre e-mails e le nostre telefonate).

Ecco il video di Colbert alla Casa Bianca con Bush che fa finta di divertirsi. E' divertentissimo. Al confronto la Guzzanti con Berlusconi e' una signora ben educata della borghesia romana.

1 commento (espandi tutti)

sexygate?

lorenzo 10/7/2008 - 09:36

Non so se mi sono perso qualche vostro commento in merito. Se così fosse mi scuso della ridondanza.

Volevo sottoporre alla vostra attenzione due questioni:

  • cosa pensate del fatto che in certi ambienti - persino in argentina - tutti sappiano del contenuto delle intercettazioni e che il cittadino-elettore-consumatore-pagatore di tasse medio debba rimanere allo scuro di tutto "illuminato" solo dall'agitazione della SG o dalle allussioni dei bloggers?
  • cosa succederebbe in amerika se il medesimo chiacchiericcio girasse attorno al presidente ed ad altre importanti cariche delo stato?

Grazie

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti