Ci manca la parola

22 maggio 2010 redattori noiseFromAmeriKa

Ma dopo un po' le parole arrivano. Anzi, una: Mi(li)to!

La Coppa dei Campioni

 

Parole e musica liberamente ispirate a un altro argentino.

HIMNO AL PRINCIPE

Aprendimos a quererte
desde la historica altura
donde el sol de tu bravura
nos entregò el triplete.

Aqui se queda la clara
la entranable transparencia
de tu querida presencia
principe Diego Milito.

Tu pié glorioso y fuerte
dentro la porteria dispara
cuando todo el Bernabeu
se despierta para verte.

Aqui se queda la clara
la entranable transparencia
de tu querida presencia
principe Diego Milito.

Quien es que mando la brisa
con sol esta primavera
para plantar la bandera
con la luz de tu sonrisa?

Aqui se queda la clara
la entranable transparencia
de tu querida presencia
principe Diego Milito.

Tu amor interista
te conduce a nueva empresa
donde esperan la firmeza
de tu piè libertario.

Aqui se queda la clara
la entranable transparencia
de tu querida presencia
principe Diego Milito.

Seguiremos adelante
como junto a ti seguimos
y con Morattii te decimos:
Hasta siempre, Principe!

41 commenti (espandi tutti)

La prima squadra nella storia del calcio italiano a realizzare la tripletta!! Onore al merito! :-) 

capisco che il bernabeu rimpiazza santa clara (van gaal come l'odiato fulgencio) però perchè

Quien es que mando la brisa
con sol esta primavera
para plantar la bandera
con la luz de tu sonrisa?

quando l'originale non pone una domanda ma afferma

Vienes quemando la brisa
con soles de primavera
para plantar la bandera
con la luz de tu sonrisa

Detto questo, complimenti da un tifoso del Toro.


terzo titulo, the special one.

'nuff said.

Da tifoso del Genoa, oggi ho urlato come un pazzo a ciascuno dei due gol de El Principe. Non l' ho mai fatto per nessuna altra squadra italiana nelle coppe europee. Perche'?

Per vari motivi. 

Uno:

http://www.youtube.com/watch?v=A4TB6teQvrg

Due: per avere rinunciato ad andare al Tottenham con molti piu' soldi due anni fa perche' doveva fare la serie A con noi. Per avere detto che il Genoa e' la sua casa.

Tre: come i gol nel derby di ritorno dopo avergliene fatto un altro all' andata.

Quattro: perche' El Principe e' IL CALCIO e non riesco ancora a credere di essermelo potuto godere con una maglia rossoblu

Cinque: per tutti i tifosi interisti che sostenevano che fosse un buon rinforzo per la panchina

Sei: perche' ha detto che se non avesse fatto il calciatore, avrebbe fatto l' economista

Sette: perche' rarissimamente a questi i livelli, il rapporto tra abilita' e' umilta' e' stato cosi' basso, in qualsiasi campo

Otto: perche' e' da due anni che rompo i c.... a miei colleghi, che di calcio non se ne interessano, con El Principe. Stesera e domani mattina, finalmente capiranno di cosa stavo parlando

Ogni volta che lo vedo giocare con un' altra maglia mi viene il magone, ma se c'e' qualcuno nel mondo del calcio che si merita tutto questo, e' lui. Spero solo che quell' imbecille di Maradona gli dia la possibilita' di giocarsela per il pallone d'oro.

Grazie campione

Scusa se sono puntiglioso, ma io credo che il rapporto al punto Sette fosse più prossimo a 1... altrimenti pare n brocco :) 

Milito, é fantastico! 

 

 

forse il peggior post di sempre su nFA :-) scherzo, ve la siete meritata!

Questo  è uno dei punti più bassi della (gloriosa?) storia di nFA. W la Juve

 W la Juve

Sottoscrivo :-)

 

Una cosa positiva di questa finale (oltre, ovviamente, alla vittoria dell'Inter) è che i tifosi non si sono picchiati, i perdenti non si sono incazzati ed i vincitori non hanno esagerato con i festeggiamenti.

Sono appena arrivato a Madrid ed all'aeroporto c'erano svariati gruppi delle due tifoserie che accampavano in attesa dell'aereo. Tutti molto rilassati (forse per il sonno, questi dovevano essersi passata la notte all'aeroporto  ...) Mi ha divertito un gruppo di tifosi del Bayern ad uno dei bar all'arrivo della T4: avevano almeno 20 bottigliette (quelle da .375) di vino vuote accumulate sul tavolo, loro erano in 4 ... giusto quando passavo hanno notato allo stesso bar uno con la maglia dell'Inter, tutto soletto. Hanno iniziato a chiamarlo che andasse sbronzarsi con loro.

Io ora aspetto che appaiano Sabino e signora, poi svegliamo l'Antonio (che ieri era al Bernabeu ... l'ho chiamato da O'Hare giusto alla fine della partita) ed andiamo qui a festeggaire.

Mi spiace che Mou vada via. Piaccia o meno, provocatore o meno, bravo allenatore o meno che sia considerato, almeno non profferiva le solite banalità buoniste ed idiote con il consueto atteggiamento ipocrita di chi non vede l'ora di piantarti una coltellata nella schiena.

A Proposito non sono un tifoso di calcio. Seguo il rugby.

Da juventino, complimenti all'Inter. Vittoria strameritata contro un'avversaria arrivata in finale grazie a fin troppa buona sorte e a sviste arbitrali. Importante anche il fatto di aver vinto, ai fini del coefficiente UEFA, contro una squadra tedesca. Peccato per l'addio di Mourinho, il calcio italiano perde un grande allenatore, forse il migliore al mondo.

Stamattina verso le 11:30 hanno mandato un servizio sulla Champions mostrando i festeggiamenti dei tifosi. Per un refuso (o per forza dell'abitudine ;-)) hanno chiamato la squadra vincitrice AC Milan! Beata ignoranza!

 

È il post peggiore di sempre: il calcio è merda, è oppio per il popolo, ed è, nel caso specifico, anche emblematico e paradigmatico della rovina del paese

Signor Keidan, provi a vedere se in questa pagina trova qualcosa che le possa far cambiare idea sul calcio.

PS

Un milanista che difende questo post! Non mi facevo così masochista.

Forse la cosa sbagliata è dire che IL CALCIO è merda, forse dire che questo calcio o il calcio italiano è merda, sarebbe un'espressione più corretta. Come ogni altra attività rispecchia lo stato del paese.

Nel calcio italiano ci sono sicuramente parecchie cose che non vanno bene (mentre negli altri paesi è perfetto;-) ). Così come nel paese ci sono parecchie cose che non vanno bene e forse le due cose sono correlate, ma non sono d'accordo con definizioni così nette. Perchè: "merda" ?

Se la definizione per un gioco, per una festa come questa è : "merda"; la strage di Capaci come la definiamo?

Perchè tanto odio? Dove è il problema? Da fastidio che la gente si diverta ? Distrae dai problemi del mondo? Dallo sfruttamento del proletariato e dal complotto delle multinazionali? Siamo nati per soffrire e "partorire con il sudore della fronte**" è il calcio potrebbe farcelo dimenticare ?

Se eliminiamo il calcio il mondo non diventerà un posto migliore e, se pensiamo sia l'oppio dei popoli, bhe troveranno un'altra droga (Argentina: MALVINAS!).

Se invece non piace come gioco esistono il fioretto e l'atletica leggera, guardate quelli. Noi, ogni 4 anni, esprimeremo entusiasmo e ci lamenteremo del poco spazio dedicato a sport cosi nobili (dove il doping non esiste). Poi torneremo a guardare qualcosa di veramente divertente che ci fa gioire, disperare e gufare e che soprattutto è solo un gioco.

PS

**Dal Genesi del mio professore di Tecnologia

 

Sapevo che avrei suscitato un vespaio: il calcio è un'ideologia che non ammette dissidenti. Dispiace che anche questo sito non ne sia immune.

Signor Keidan, provi a vedere se in questa pagina trova qualcosa che le possa far cambiare idea sul calcio.

Dovrei cambiare idea perché Pasolini ha detto che il calcio è un linguaggio? Da linguista posso dire che quando qualcuno parla a sproposito di linguaggio mi viene il sangue alla testa più o meno come capita ai redattori di questo sito quando sentono parlare del modello superfisso. Quindi, citazione non accettata (per non parlare della bibliografia del tifoso autocelebrativo citata da Ne'elam). Per restare in tema di citazioni rispolvero Musil:

Lo sport [...] si potrebbe definire il sedimento di un odio universale finissimamente diffuso, che precipita nelle competizioni sportive.

"Uomo senza qualità", cap. 7 

Ce n'era anche una più bella, dove Musil definisce lo sport "un vano sforzo animalesco", però non riesco a trovare il passo… 

Che sia calcio o basket o altro è indifferente, ho citato il calcio perché è più attuale per la situazione Italiana. Il tifo sportivo è esecrabile perché è una tipica dipendenza, compulsiva e irrazionale, che per di più sfocia inesorabilmente in atteggiamenti aggressivi. Accade lo stesso con l'alcolismo, ad esempio. Certo, vi sono paesi, tipo la Russia, dove essere alcolisti, e parlarne pubblicamente, è considerato normale. Però, in assoluto, l'alcolismo non è normale.

Il problema non è neanche il presunto "tifo violento", il problema è che migliaia di persone che si considerano "normali" vanno allo stadio e si comportano in modo animalesco esattamente come quelli violenti. Solo che poi non tutti hanno il coraggio, usciti dallo stadio, di continuare a fare i vandali.

il calcio è un'ideologia

sarà anche ma che permette anche serissime analisi di biomeccanica

Non è il calcio che le permette, ma l'anatomia e la fisiologia umana

Dispiace che lei non voglia dare allo sport una chance.

Magari se Musil avesse potuto finire il libro si sarebbe accorto di aver sbagliato :-D.

Mai visto un terzo tempo nel Rugby o Wilander che fa rigiocare il match point perchè non è sicuro sia punto suo o lo stadio di Madrid che si alza in piedi ad applaudire Del Piero? Come si fa a definirle sedimentazioni di odio?

Le persone serie e non compulsive ai tempi di Musil (forse anche lui?) preferivano ammazzarsi sul Brennero piuttosto che per le partite di pallone? Non era un vano sforzo animalesco quello ma bella morte? Questione di scelte e di circostanze, ma perchè Musil aveva tanto odio per lo sport? Perchè qualcuno si si divertiva a differenza che in guerra?

Come diceva qualcuno l'impresa eccezionale è essere normale.

Musil parla dello sport in questi termini non per svista, ma proprio perché vedeva, mentre scriveva il suo romanzo negli anni '30, a che cosa porta la generalizzazione dei comportamenti da stadio alla vita privata e politica di tutti i giorni.

Non "accusavo" Musil di aver avuto una svista, ma proprio di aver scritto una solenne stupidata (succede anche ai migliori)!

Ah, un'altra cosa tipica del tifoso e contemporaneamente del drogato (almeno di certe droghe, tra cui l'alcol e l'LSD): cercare di convincere gli altri di seguirli nella loro passione

Veramente, il comportamento dell'ultimo commento potrebbe essere il suo, gli autori del post non l'hanno mica obbligata a commentare un post sull'Inter definendo merda quello che piaceva loro o no?

Nessuno vuole che lei condivida la nostra passione ma se lei viene qui dicendo il calcio è una merda, rovina il paese (citando l'oppio dei popoli come un sociologo marxista degli anni '70) ci permetterà di spiegarle che non è così? Poi se lei non vuol sentir ragioni e rimane della sua idea, amen (detto all'italiana)

Re(4): sicuro?

ne'elam 24/5/2010 - 00:38

Dottor Keidan suggerisco di rileggere il capitolo 7.

The fascination of such a fight, he said, was the rare chance it offered in civilian life to perform so many varied, vigorous, yet precisely coordinated movements in response to barely perceptible signals at a speed that made conscious control quite impossible.....

Ulrich, who now wanted to say something comprehensible, took the opportunity to point out in passing that even love must be regarded as one of the religious and dangerous experiences, because it lifts people out of the arms of reason and sets them afloat with no ground under their feet.

True enough, the lady said, but sports are so rough.

So they are, Ulrich hastened to concur, sports are rough. One could say that they are the precipitations of a most finely dispersed hostility, which is deflected into athletic games. Of course, one could also say the opposite: sports bring people together, promote team spirit and all that—which basically proves that brutality and love are no farther apart than one wing of a big, colorful, silent bird is from the other.

 

il gruppo brusco, un nome che offre sicuramente garanzie, offre una bibliografia ampia sulla materia. Io suggerisco di leggersi qualcosina: comincerei da questo. Per cominciare a capire qualcosa prima di parlare.

Mi permetto di suggerire (perchè il tifo non è solo quello degli ultrà) questo . Non è facile da trovare, ma fa capire l'atmosfera e perchè il calcio sia uno sport così amato da noi barbari.

Beh, Artemio, il calcio è uno sport, e in fondo lo sport non è poi così male, no?  Forse che si tratta dei nuovi circenses (elargiti con generosità perche' di panem ce n'e' poco)?  Forse, ma in ogni caso non sarebbe l'unico, quindi o la tua frase è eccessiva o e troppo riduttiva.

Sicuramente è una frase valida per l'Italia, ma è davvero colpa del giuoco del pallone?  Forse è il contesto a non andare bene?

Mi permetto di far notare un'anomalia: l'Italia ha vinto la più importante competizione europea per società private con una squadra quasi interamente straniera (al fischio d'inizio di ieri c'erano SOLO stranieri) allenata da un allenatore straniero, il quale per giunta dice di non amare il calcio italiano (questa è forse l'unica anomalia: un espatriato di lusso generalmente non disprezza il paese nel quale sta lavorando)!  Questo rende la vittoria meno italiana?  No, tanto più che se consideriamo che grazie a questa vittoria è aumentato il ranking del "sistema paese" italiano (calcisticamente parlando).  Piuttosto rifletterei: si parla tanto di "fuga dei cervelli": come mai invece in questo settore riusciamo ad attrarre talenti che ci fanno primeggiare?

Al di là di battute scontate sul "chi non ha testa abbia gambe" e il fatto che esportiamo ricercatori (ma è poi così vero?) e importiamo calciatori: l'Italia è davvero un'anomalia positiva nel calcio così come lo è negativamente per altri aspetti?  E in caso la risposta sia affermativa, in cosa la nostra economia può imparare da Moratti & co.?

 

Sarebbe interessante prendere le differenti squadre di champions league dei vari paesi e vedere se ci sono differenze significative nella presenza di stranieri e nel volume di denaro mosso durante la campagna acquisti (magari paragonandolo con il PIL della propria nazione).  Vado a sentimento, ma ho come l'impressione che l'Italia non sia un'anomalia, quindi, di nuovo, non credo che il calcio sia da condannare né che lo sia il calcio italiano, mentre forse bisognerebbe riflettere sul contesto nel quale è inserito.

Se questo renda la vittoria meno italiana non saprei, penso che ognuno avra' una sensibilita' diversa su cosa e' "italiano" o meno. Pero' e' senz'altro una vittoria storica per il motivo riportato sopra, nessuna squadra in passato aveva vinto la coppa senza almeno 2 giocatori del proprio paese nella formazione titolare della finale (in media 5-6 da quando sono state aperte le frontiere). Nel dettaglio, gli ultimi 20 anni.

Anno Vincitore Finalista Titolari "non-stranieri"

1991 Stella Rossa Marsiglia 10 8

1992 Barcellona Sampdoria 8 9

1993 Marsiglia Milan 8 9

1994 Milan Barcellona 8 8

1995 Ajax Milan 9 9

1996 Juventus Ajax 9 8

1997 Borussia D. Juventus 8 6

1998 Real Madrid Juventus 4 7

1999 Manchester UTD Bayern M 5 10

2000 Real Madrid Valencia 7 6

2001 Bayern M Valencia 4 4

2002 Real Madrid Bayer L 6 7

2003 Milan Juventus 6 6

2004 Porto Monaco 10 6

2005 Liverpool Milan 2 4

2006 Barcellona Arsenal 3 2

2007 Milan Liverpool 7 3

2008 Manchester UTD Chelsea 6 4

2009 Barcellona Manchester UTD 6 4

2010 Inter Bayern M 0 5

Interessante. Per il Barcellona, conti come "straniero" ogni non-spagnolo, o ogni non-catalano?

Nel Barcellona ogni non-spagnolo. Nel Manchester ho incluso anche Giggs che e' gallese. E ovviamente per il Monaco ho contato i francesi.

La Stella Rossa aveva tutti quegli "stranieri" ? Io ricordo solo il rumeno Belodedici, gli altri ai tempi erano tutti considerati jugoslavi.

Errata corrige

Ho capito rileggendo che il numero è riferito ai giocatori in campo.

Lor signori sono pregati di contare quante volte ricorre la parola "Milan".

Cordialità

felicitazioni pureda parte mia, tifoso Viola, anche per aver "vendicato" la nostra eliminazione da parte del Bayern Ovrebo. Inter veramente stellare, Mou, Zanetti e Milito sopra tutti: chi vi batte più?

Milito è una delizia per gli occhi, mi ricorda un poco quel Batistuta (che era più potente ma meno tecnico) che da voi non ha avuto modo di vincere.

Grazie di tutto Mister e grazie a te Principe.

Forza Inter!

Da milanista che non si sbatte per il calcio, sto comunquue rosicando, ma comunque devo fare i complimenti all'Internazionale (nomen omen), siete stati bravi, e, per quest'anno, i migliori.

Però non posso non incollare qui il pensiero che ho postato su facebook:

"Tutto 'sto casino per una coppa che non vedevate da 45 anni, noi per contenere tutte quelle che abbiamo vinto abbiamo dovuto comprare una bacheca nuova, a voi basta e avanza un treppiedi".

Così, giusto per non rosicare troppo.

Comunque complimenti di nuovo

Beh, ai miei tempi le parole della canzone erano un po' diverse:

Aquí se queda la clara,
la entrañable transparencia,
de tu querida presencia
Capitano Claudio Sala.

Adesso mettiamo Capitan Rolando Bianchi?

Forse il mio commento all'articolo che annunciava il processo costitutivo della fondazione non era tanto estemporaneo, come qualcuno l'ha definito ... al di là del fatto sportivo - qualunque cosa significhi - e dell'ovvio de gustibus, in questo post e alcuni commenti traspare un atteggiamento fideistico che dovrebbe essere agli antipodi di quanto espresso in tanti post seri.

Auguri e complimenti.

CA-RAC-CIO-LO!

POS-SAN-ZI-NI!

 

Soffro troppo

ROB 22/6/2010 - 11:34

solo una domanda.... vorrei i nomi degli autori interisti in modo da non leggere i loro post da buon juventino che soffre troppo...scherzi a parte complimenti davvero per tutto il blog, sono uno studente al primo anno e seguo con piacere gli spunti e le spiegazioni date( e non preoccupatevi che quella sera tifavo cmq inter)

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti