Microfoundations I

29 aprile 2006 michele boldrin

La qualità di un sistema politico si misura anche dalla qualità dei comportamenti individuali dei suoi esponenti. Il sistema italiano è, chiaramente, marcio visto che, alla sua base, c'è una collezione ineguagliabile di stronzi.

Da Repubblica, che riporta on line i risultati della terza votazione. Le prime due sono andate a vuoto perché qualche pirla ha pensato di fare ricatti giocando sui nomi e mandando così il classico messaggio mafioso: "occhio, siete in mano nostra. preparatevi a pagare."

00:28 Marini 161, Andreotti 155, fiato sospeso per un "Marini" senza nome. Franco Marini ha ottenuto 161 voti contro i 155 voti di Giulio Andreotti. Cinque schede bianche. Per il raggiungimento del quorum (a 162 voti) è determinante il voto "Marini" senza nome, che molto probabilmente non verrà ritenuto valido. Dalla prossima votazione è sufficiente la maggioranza semplice.

Ovviamente l'escremento politico che ha messo sulla sua scheda solo "Marini" invece di "Franco Marini" (apparentemente esiste un Giulio Marini, pure senatore) sapeva ciò che faceva. Il livello di barbarie mafiosa di questo parlamento è spaventoso. Metà vota per una cosa come Giulio Andreotti (avete provato a spiegare ai vostri colleghi non italiani l'intera vicenda, e chi è il personaggio in questione? provateci, da risultati spassosi ... ) mentre nell'altra metà un tot d'impresentabili manda messaggi trasversali di ricatto giocando sui nomi. Si superano al ribasso ogni volta. Non vale neanche la pena cercare di parlare di cose serie, con questa gente non v'è speranza alcuna. Dedichiamo gli Ex-Kathedra alla Cina o al Mexico, ci sono più probabilità di avere un effetto positivo lì che in Italia. Agli italiani, dello stato patetico e degradante in cui vivono non frega nulla, anzi ci sguazzano. Gli sembra d'essere furbi.

Ma, di nuovo, ogni paese ha la classe politica che si merita. Mai scordarselo.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti