Le reazioni di Bonanni e Mastella ai brogli sul referendum sindacale

9 ottobre 2007 andrea moro
Quanti hanno visto ieri sera Porta a porta? Penso non molti, vista l'ora. Io lavoro fino alle 22, e ceno alle 23 o giu di lì con la televisione accesa proprio sul primo. Gli astri hanno voluto che io assistessi alla "rivelazione" di Rizzo (Comunisti Italiani) sulla possibilità di votare al referendum sindacale in più seggi senza essere scoperti.

Sul referendum ha già commentato oggi Michele. Ho trovato assolutamente sconvolgenti, però, le reazioni di Bonanni e di Mastella.

Grazie al lettore gil, che ci ha comunicato il link della trasmissione su raiclick, ho trascritto tali reazioni (per chi non vuole guardarsi tutta la trasmissione, si trovano un po' prima della metà del filmato). Credo non servano troppi commenti.

Bonanni non cerca nemmeno di sminuire la vicenda. Che il referendum sia inutile non vuole nemmeno cercare di  negarlo.

Questa consultazione serve per dare orientamenti a noi, ogni volta che facciamo accordi importanti. Tutta questa impalcatura, che si sta votando per il governo mondiale, anzi tutta questa bolgia... queste vicende sono degne di migliori situazioni, allora lasciate in pace il sindacato ed i lavoratori in questa sorta di sfida per l'egemonia del mondo sindacale: questo fa danno ai lavoratori...

... questa non è una elezione con tanto di rappresentanti di lista, addirittura con i carabinieri, o addirittura con i rappresentanti dell'ONU. È una consultazione come tante altre che abbiamo fatto, e sta avvenendo con molta tranquillità quindi non capisco questa attenzione morbosa, che ciò che non può entrare dalla porta dovrebbe uscire, entrare per la finestra, ... non capisco qual è questo problema

Mastella invece, più intelligentemente, vuole sorvolare sulla portata dello scoop: il referendum sarà certamente valido, attenti a fare brogli che i metalmeccanici sono dei duri e non ve la fanno passare liscia:

Io credo che il referendum sia un elemento di ricognizione per quanto riguarda il sindacato per rendersi conto la vicenda è abbastanza complicata e sofferta.  Però devo anche dire che, insomma, conoscendo l'atteggiamento molto forte, molto determinato dei metalmeccanici, che sono componente essenziale della parte sindacale, non credo che, insomma, si possono fare cose come quelle che addebita Rizzo al sindacato. Può capitare, ci può essere una qualche screpolatura ma non credo che possa venire perché [...incomprensibile...] montano la guardia un po' i metalmeccanici, che sono persone che hanno anche una forza dissuasiva, quindi alla fine quello che verrà fuori sarà il risultato effettivo e vero.

4 commenti (espandi tutti)

Qualcuno ha capito cosa voleva dire Mastella? Io onestamente non ho proprio capito nulla. Ha a che fare con il fatto che la FIOM si è dichiarata contro l'accordo?

Da quello che leggo, capisco che i metalmeccanici sono dei bruti e che ti menano se tenti di imbrogliare alla consultazione sindacale, quindi i brogli non possono succedere.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti