Sex, lies, and MEDIAsex (Mediaset?)

2 febbraio 2007 palma
Mentre il governo del compagno Bertinotti, dell'amico Prodi, e dell'ambidestro Pecoraro Scanio tra tante difficolta' forse, *FORSE*, combina qualcosa..., l'opposizione inventa una manovra di alto profilo metafisico, politico, e morale. Trattasi di tempesta in tazza di te', pubblica e pubblicizzata.

Ogni tanto, il governo in carica, combina qualche cosa (risulta persino che alcuni prezzi, per esempio dei medicinali, siano scesi grazie a provvedimenti di liberalizzazione) e l'intrepido Cavalier SB (Berlusconi Silvio, *non* Sandro Brusco) e la sua dolce Dulcinea estraggono la spingarda mediatica che meglio sanno usare.

Avete notato: tutti i sondaggi danno il governo in breve ma misurabile ripresa (causa pacs -- che sono popolarissimi tranne tra gli zuavi tardo fanfaniani di Mastella -- e causa le -- va bene, modeste! -- liberazioni/liberalizzazioni, etc.)

Il cavaliere SB avendo notato che a nessuno potrebbe interessar meno se Fini o Adornato ricevono il titolo di delfino o di leader "in pectore", manda

1. se stesso a una trasmissione detta dei "gatti" (cosi mi han detto);

2. ivi guarda varie smutandate sul viale del tramonto e propone matrimonii qui e li;

3. invia la moglie a vergare una lettera in cui ella chiede che egli profferisca pubblicamente la parola "scusa";

4. la moglie, per altro agente politico in proprio e semi-proprietaria di un giornale (il "Foglio"), invia a un giornale del gruppo di Caracciolo-De Benedetti (eterno nemico e competitore del nostro cavalier SB) la lettera di cui al punto precedente, condita di scemenze sulla necessità della virtù e della dignità sua, delle figlie, etc.;

5. "Repubblica" pubblica il tutto ed innesca il bailamme a cui risponde l'onorevole Berlusconi via Ansa.

Penso solo i dementi credano a simili manovre (ma a chi mai viene in mente di dire a un giornale di dire al coniuge che il comportamento tale e tal altro è inaccettable? ma quale mai coniuge scrive all'Ansa le scuse dirette alla moglie?), ma i dementi votano e tutto può sopportare la destra italica tranne l'irrilevanza.

Vado a pensare a cose più serie ed auguro a tutti un eccellente week end.

 

 

18 commenti (espandi tutti)

Diagnosi perfetta. 

La parte piu' triste per me e' che la notizia ANSA e' stata riportata qui negli USA NPR, per cui mi sono sentito ripetere quest'ennesimo ridicolo "Italian Tidbit" da un buon 75% dei miei conoscenti :(

sinceramente a me il berlusca che si dichiara "fedele in maniera malandrina" e maramaldeggia fra veline e segretarie sta addirittura simpatico...e poi ormai certi atteggiamenti sono stati ampiamente digeriti dall'opinione pubblica internazionale: il personaggio e' noto e l'ennessima gaffe non penso danneggi ulteriormente l'immagine (quale immagine poi?) del nostro paese...

Qui si sta sottovalutando la reazione dell'elettore medio italiano, quello al bar che legge la gazzetta:

" Il Berlusca, 70 anni, il bypass e si tromba tutte quelle femmine? Io lo voto"

;-) 

Personalmente preferisco un Berlusconi ce fa le corna nelle foto con i primi ministri, che da del Kapo a improbabili politici stranieri e che racconta barzellette equivoche piuttosto che quella faccia da addormentato di Mr. P....ma e' solo una questione di gusti!

Quando leggo un'affermazione come la precedente (ed anche di quella che la precede, anche se resa ambigua dal tono ironico) dettate solo dalla fideistica adesione ad un campo politico o all'altro - ed oggi ne
abbiamo ben tre su nFA, due in questo post ed un'altra qui,
ragion per cui ripeto il commento anche li': par condicio - non so mai
se incazzarmi, scuotere melanconico la testa, o ridere ... quindi fate
voi, per me fa lo stesso.

Alla luce dei fatti, tali affermazioni appaiono, come dire? Mah, mettete voi
l'aggettivo. Per quanto uno possa trovare noiosa la mediocrita', mi sembra incredibile tessere l'elogio della volgarita' imbecilloide di uno la cui percezione del mondo e' quella degli ubriaconi del bar piu' infimo del quartiere piu' desolato della citta' piu' degradata. Dare del Kapo' a un avversario politico tedesco e' creativo? Fare le corna in un incontro ministeriale e' mostrare immaginazione? Dire al presidente di turno dell'Unione Europea che, siccome e' giovane, dovrebbe corteggiare la moglie del suo anfitrione e' dimostrare senso dell'ospitalita'? Questione di "gusti"? E' cosi che si vuole "contestare il relativismo morale che purtroppo sta invadendo la societa' occidentale."? O e' forse una maniera di "riconoscere i limiti della propria razionalita'"? Suvvia ...

E' vietato dal
partito preso riconoscere che l'ironia di Palma e' appropriatissima, che per ottenere pubblicita' e visibilita' SB usa argomenti e prende posizioni che rasentano il gravemente patologico? Che la cosa sia stata pianificata a tavolino o sia "sincera" non fa differenza! Davvero la destra italiana ha deciso che il proprio referente culturale e' la TV spazzatura, il priapismo indotto da pastiglie blu, le "soubrettes" disposte a tutto pur d'arrivare da qualche parte, la volgarita' fine a se stessa, l'ipocrita blaterare di sacri valori morali e familiari mentre ci si rigira nello sterco del meretricio televisivo attorniati da una corte dei miracoli di ladri, nani e ballerine?

Se l'unico suono che si e' capaci d'emettere e' il rutto, non sarebbe meglio tener la bocca chiusa invece di cantare a cappella?

Perche' non riconoscere l'ovvio? Solo perche' e' una
questione di "bandiera"? Solo perche' poi diverrebbe giocoforza
riconoscere, come sosteniamo in questo sito da quanto l'abbiamo messo
su e privatamente anche da prima, che questa classe dirigente, destra o
sinistra, e' completamente delegittimata e deve andarsene TUTTA a casa
perche' vi sia mezza speranza di cambiamento o riforma? Ma se, a sinistra, persino
Nicola Rossi se n'e' accorto, perche' a destra continuate a raccontarvi che non
e' vero? Per farvi e farci del male?

Perche' infangare le perle del liberalismo con il letame della TV spazzatura, dei suoi loschi padroni, dei loro imbecilli guitti, e delle loro inani e frustrate consorti?

evidentemente se sei stato indeciso tra scuotere la testa melanconico, incazzarti o ridere, non mi e' venuta troppo bene. palma dice che anche il mio ometto con la gazzetta sottobraccio vota (mah, lui ha detto demente... non so se si applica one-to-one alla categoria "ometto con la gazzetta sottobraccio", ma non sottilizzo), io gli ho risposto sottolineando quale e' il ragionamento che potrebbe fare.

dove vedi l'esaltazione delle gare di rutti e della tv spazzatura non lo so.  

Okkei, okkei, Rabbi. Ti ga' razon, chiedo venia: mi son fatto prendere le dieci dita dalla tastiera anti-berluscazziana. Che la tua fosse una battuta, a mia parziale discolpa, avevo ammesso fra parentesi di sospettarlo. Evidentemente ha avuto buon gioco l'effetto "nel contesto", ovvero il fatto che venisse a mezzo millimetro dal secondo commento, che battuta non era.

Ora vedo che, se non proprio una battuta, una "provocazione" intendeva essere ... che il concetto di "provocazione" implichi che si dice il contrario di cio' che si pensa per creare una reazione nel lettore, non lo sapevo ma lo apprendo ora. Pensavo che implicasse solamente l'esagerare un poco le proprie posizioni.

Rimane il fatto che il commento chiarificatore di Giulio conferma quanto la provocazione faceva sospettare: ossia che egli - in compagnia di milioni di altri, sia chiaro, ed e' per questo che il suo punto di vista e' importante e va discusso - ritiene l'ex amante di Fabrizia Carminati un grand'uomo che ha introdotto delle positive novita' nella politica italiana. Tali novita' consistono, appunto, nel saper comunicare con la parte piu' ignorante, volgare, ed immorale - almeno secondo i parametri che Giulio stesso sembra proporre in altri suoi interventi - della popolazione stessa. Tale comunicazione (di cui erano apparentemente privi i politici anteriori: Giulio dev'esser giovane, quindi questa gliela passo) avviene nel segno della TV spazzatura su cui, assieme alla compravendita di politici e giudici corrotti, ha fondato la propria ricchezza il mentore della timorata d'Iddio Benedetta Valanzano. Perche' di questo, non di altro, si nutre il linguaggio diverso del sostenitore politico di Michela Vittoria Brambilla - e vi prego di far attenzione alla fonte del post. Il fare ripetutamente appello ai piu' primitivi (ed irreligiosi, ed immorali, caro il nostro Giulio) istinti e moduli di comportamento dell'Italia impresentabile. L'armonia del rutto e della pacca sul culo, l'estetica della tetta rifatta e della coscia smodatamente offerta all'occhio peccatore, la morale (sia pubblica che privata) della compravendita di fedelta' ed appartenenze.

Ed e' vero, tutto questo ben s'accompagna alla becera chiusura mentale degli ex lottatori continui e funzionari educati alle Frattocchie. Tant'e' che uno dei piu' beceri in assoluto fra costoro gli ha fatto da consigliere, ministro, confidente ed ora dirige un foglio di propaganda che il possibile futuro consorte di Mara Carfagna (la foto illustra anche come interessare le casalinghe alla politica) gli ha regalato via la di lui acculturata consorte corrente. Nel mentre, un lottatore continuaro doc gli fa da consigliere assieme ad alcune dozzine di simili individui. Vi sono forse piu' ex radical-chic in FI che nei DS ...

Infine, e qui sta il punto, cosa vi e' di piu' "fideistico" dell'accettare e difendere tale e tanta spazzatura umana e morale, solo perche' si ritiene (a torto o a ragione, non importa) che i suoi avversari siano piu' "fastidiosi"? Forse che il fastidio degli uni cancella il continuo ed immorale peccare di costui? Non e' che, nella miglior tradizione della curia italiota, troviamo conveniente - con espressione cara a mio padre, cattolico doc - nasconderci sempre dietro una rigida morale sorretta da comode ed elastiche tiracche?

A me in realta' ( e non solo a me, qua se ne e' parlato tra italiani...) la cosa che ha turbato e' stato lo spazio che e' stato dato alla vicenda sui giornali nazionali. Voglio dire, e scusate il cinismo, se a Catania non ammazzavano nessuno, su Repubblica e il Corriere starebbero ancora ad intervistare sociologi, psicologi, sindaci, giornalisti di Rete 4, femministe, sessuologhe, scrittori e poetesse...

Per cui, uomo con la gazzetta sottobraccio, sii felice, perche pare che tu sia il lettore (e l'elettore) mediano. ll che forse spiega anche il fatto delle tifoserie politiche da te sottolineato, Michele. Anche se il montanelliano "turatevi il naso" (non piu' solo elettorale ma diventato norma di comportamento quotidiano, nella paura che se si dice male si aiuta l'avversario abominevole) compete come spiegazione.  

Michele, affermare che la novita' di Berlusconi consista semplicemente nel comunicare con la parte piu' ignorante, volgare ecc... del nostro Paese e' forse un po' riduttivo, non credi? Equivale ad affermare che gli elettori di FI sono persone ignoranti che non capiscono che votando per SB fanno semplicemente il gioco di un corrotto...e' un'affermazione un po' forte, non credi? Certo, ci sara' sempre il secchione di turno che se ne esce con delle statistiche che dimostrano che il livello di scolarizzazione degli elettori della Casa della Liberta' e' inferiore a quello della sinistra, ma questo (ammesso che sia vero) non significa nulla. Io personalmente ritengo che ogni opinione e modo di agire sia da comprendere e da rispettare (anche se non lo si condivide). Smettiamola di continuare ad affermare che Berlusconi costituisce un'anomalia, magari nascondendosi dietro il dito (mignolo) del conflitto di interessi (di cui agli italiani non importa un fico secco, come e' stati dimostrato dal livello di affluenza del relativo referendum)!!

Deboluccio come argomento, non ti sembra? Eppoi, che c'entra con quanto si diceva prima? Forse che qualche esempio di masse che sostengono ineggianti personaggi poco raccomandabili ti farebbero cambiare idea sulla rilevanza, per non dire cogenza logica, di cio' che argomenti? Temo di no. Allora lasciamo stare.

Concludiamo amichevolmente che tanto "provocazione" il tuo commento non era, e che sei onesto a abbastanza da dire apertamente cio' che pensi: a te, il Berlusconi che definisce Kapo' i propri avversari politici e' uno gradito.

Insomma, sei al tempo stesso un fan di Berlusconi e dei valori morali predicati dalla chiesa cattolica. Ad uno che ha "Fede" la banale logica degli umani appare per cio' che e', logica banale. 

Contento te, contenti tutti. 

Mi dispiace michele, ma non si riesce proprio a parlare del fenomeno-berlusconi senza prescindere da un giudizio morale sulla sua persona. Non sono affatto un fan di Berlusconi, anche se ritengo che, nel complesso, abbia cambiato il modo di fare politica.

La mia era evidentemente una provocazione. Cio' che va riconosciuto a berlusconi e' il merito, si' secondo me e' un merito, di aver rotto le regole del gioco della politica,e queste sue esternazioni- indubbiamente volgari e spesso fuori luogo- non sono altro che un modo per proporsi agli italiani con un linguaggio diverso. E' innegabile che in Italia ci sia una classe politica mediamente mediocre, ma non ritengo che l'arroganza e la volgarita' di certi personaggi che Forza Italia ha portato in parlamento (in primis SB) sia meno fastidiosa della becera chiusura mentale dei parlamentari che si sono "formati" alla scuola dei quadri del PCI di frattocchie o dello snobismo culturale di certi personaggi che provengono da Lotta Continua. Perche' invece di criticare berlusconi non cerchiamo di capire quali novita' e' riuscito a portare nel panorama politico italiano? Ricordo una delle prime manifestazioni del polo delle liberta' a roma (1996): rimasi impressionato nel vedere che SB era riuscito a portare in piazza persone di tutti i livelli culturali (non solo le casalinghe che guardano rete 4) che fino ad allora si erano totalmente disinteressati alla politica attiva.

penso purtroppo che in Italia l' "adesione fideistica ad un campo politico" sia la regola piu' che l'eccezione. da noi non esistono elettori dotati di pensiero critico (o per lo meno sono in gran minoranza), ci sono bensi' dei tifosi dell'uno o dell'altro schieramento.

non e' un caso infatti che le nostre elezioni non vengano quasi mai decise da swing voters ma dalle astensioni degli elettori di destra o di sinistra: un tifoso non cambia suadra, semmai decide di non andare allo stadio se e' incazzato con i giocatori.

la triste conseguenza di questo atteggiamento la si vede nel pessimo e livoroso dibattito politico di casa nostra: visto che a dei tifosi si parla, per motivare i propri sostenitori i capatazz dei due schieramenti trovano piu' efficente demonizzarsi a vicenda piuttosto confrontarsi sulle issues rilevanti per il paese. e' cosi' che berlusconi diventa il caimano (pessimo film, tra l'altro) e prodi un ex agente del kgb.

sia ben chiaro, concordo a pieno con michele, sia a destra che a sinistra siamo circondati da incompetenti (nei migliori dei casi) che farebbero bene a tornarsene casa. non penso pero' che se il berlusca avesse rivinto saremmo finiti in una dittatura, ne' che fassino&co. mangino i bambini. 

SB sono anche le mie iniziali, oltre che quelle di tanta altra gente perbene. Potreste evitare di usarle per indicare un singolo potente signore che tanto perbene non è? Pleeeeeeeeaaaase, grazie mille.

annoto

palma 4/2/2007 - 00:15

e corretto il tiro. A meno che anche S(andro) B(rusco) sia pure lui cavaliere del lavoro.

In passing e' interessante notare come i commenti abbiano preso sul serio il problema. 

Ancora una volta Berlusconi si dimostra di una bravura da... Mike Bongiorno. 

Penso solo i dementi credano a simili manovre (ma a chi mai viene in
mente di dire a un giornale di dire al coniuge che il comportamento
tale e tal altro è inaccettable? ma quale mai coniuge scrive all'Ansa
le scuse dirette alla moglie?), ma i dementi votano e tutto può
sopportare la destra italica tranne l'irrilevanza.

Berlusconi ha da tempo notato quel che il Dr. Stockmann di Ibsen scopri' a sue spese nel quarto atto di "Un Nemico del Popolo", e cioe' che "gli imbecilli sono una terribile, soverchiante maggioranza in tutto il mondo": e su questo ha da sempre basato la sua strategia (commerciale prim'ancora che politica).

Penso solo i dementi credano a simili manovre (ma a chi mai viene in
mente di dire a un giornale di dire al coniuge che il comportamento
tale e tal altro è inaccettable? ma quale mai coniuge scrive all'Ansa
le scuse dirette alla moglie?), ma i dementi votano e tutto può
sopportare la destra italica tranne l'irrilevanza.

Si vede che oltre che coglione son demente :)

La tesi del complotto, per quanto verosimile, mi pare dietrologia pura.

Veramente vi sembra così assurdo che una moglie dopo chissà quante scenate private ne faccia una pubblica?

Che la risposta di Silvio fosse indirizzata per lo più all' opinione pubblica mi sembra più che probabile.

Scusate, ma non vi e' parso strano che la signora Berlusconi, dopo anni di silenzio e di vita appartata, mandi una lettera a Repubblica? A me sembra piuttosto che la battaglia sia tra i due, e noi ne stiamo vedendo solo la punta. Ossia, Veronica sta segnalando: se non mi dai quello che voglio, guarda che non ci metto nulla a mandare tutto a Repubblica. E ti "sputtano" per bene.

Cosa vuole? Ci sono molte voci in proposito, pare. Ma non speculiamo troppo.

Inizia una nuova discussione

Login o registrati per inviare commenti