Avatar



di James Cameron. Con Sam Worthington, Zoe Saldana, Sigourney Weaver, Laz Alonso, Joel Moore. Produzione 20th Century Fox - Esce in Italia venerdì 15 gennaio 2010
22 dicembre 2009fabio scacciavillani

Un film che farà epoca.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Nazisti immaginari, meglio dei veri

La literatura nazi en América
Bolaño, Roberto
Editorial Seix Barral, Año 2005, Precio 18.00 €
6 dicembre 2009palma

 

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Alda Merini è morta

Poesie
Alda Merini
2 novembre 2009michele boldrin

Nella migliore tradizione italica, ora si scriveranno su di lei valanghe di boiate santificanti.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Gli Imperi del Mare

Imperi del Mare
Roger Crowley
Bruno Mondadori
11 ottobre 2009sabino patruno

Una lapide sul castello di Porto Recanati - dove vivo - ricorda il capitano Paolo Gigli che guidò alla battaglia di Lepanto centonove recanatesi, di cui "non men che sei ritornarono".

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Chi l'ha visto?

Barbarossa
Renzo Martinelli
RAI, 2009
10 ottobre 2009palma

Tanto per parlar d'altro ...

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Capitalism and socialism

Capitalism, A Love Story
Michael Moore - writer and director
24 settembre 2009alberto bisin

Today I have seen Michael Moore's new movie: Capitalism, a love story. (Sorry, it's in English because it's full of quotations which need to be expressed in their own language - and because it just came out this way when I started writing. Will try and translate it by the opening of the movie in Italian.)  

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Due filmetti:

District 9 - Public Enemies
Neil Blomkamp - Michael Mann
8 settembre 2009palma

uno bello e uno brutto.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Merda

Il Secco e l'Umido
Jonathan Littel
Giulio Einaudi, Torino 2009
22 luglio 2009palma

Uno studio suggerisce il bolscevismo sia diarrea.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Sabbie e mare

18 luglio 2009Marcks

Se pensate che questo post sia la solita tirata del misantropo esofobico contro le spiagge affollate dell'azzurro mare di luglio, non è così. Non ho nessuna intenzione di parlare delle spiagge strapiene; dei palestrati-sbalestrati-depilati che passeggiano sulla battigia guardandosi attorno manco fosse una sfilata; né mi interessa maledire i vicini di ombrelloni che fumano e che spengono le loro maledette cicche nella spiaggia, dove le troverò d'inverno, quando il mare ci rivomiterà addosso quello che ci abbiamo buttato dentro tutto il resto dell'anno; e neanche parlerò delle teglie di alluminio con le lasagne mangiate sotto l'ombrellone con il sole a picco a 40° o dei termos di pasta (fredda) rappresa o delle borse frigo; non indugerò sulle cosce di certe donnone, smodate e crivellate di cellulite; né sui pattini che camminano fuori dalla corsia a loro dedicata; delle barche che non rispettano i limiti di distanza dai bagnanti; né delle moto d'acqua che si muovono pericolosamente tra la gente; né dei ragazzini che giocano a calcio nella riva assiepata o che con le loro racchette generano, ogni anno, sempre gli stessi litigi. No, questa volta parlo d'altro.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Io sono Lilith

Adrenalina
Joumana Haddad
Edizioni del Leone
3 luglio 2009sabino patruno

E' il titolo di una delle poesie di Joumana Haddad, poetessa libanese dai versi sensuali e crudeli.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Il Divo: Il Corpo del Reato

Il Divo
Regia di Paolo Sorrentino
2008, Lucky Red, con Toni Servillo
24 maggio 2009Marcks

Il film “Il Divo” di Paolo Sorrentino racconta l'incredibile storia politica di Giulio Andreotti. E' un film nuovo, non tanto per ciò che racconta, ma per come lo racconta. E per il peso che associa alla fisicità del protagonista.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

In the Loop

In the Loop
Jesse Armstrong, Simon Blackwell, Armando Iannucci, Ian Martin and Tony Roche (sceneggiatura)
Regia: Armando Iannucci. Anno di produzione: 2009
13 maggio 2009piergiuseppe fortunato

Ovvero il film che mi ha convinto maggiormente fra quelli che sono riuscito a vedere al Tribeca Film Festival di quest'anno. Satira politica di prima qualità, ne consiglio vivamente la visione non appena sarà distribuito nelle sale.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

The Reader

The Reader
David Hare (sceneggiatura) e Bernhard Schlink (libro)
Regista: Stephen Daldry. Anno di produzione: 2009
24 marzo 2009Marcks

Nota dell'Editore di turno: la recensione contiene dettagli sulla trama del film. Da qualche giorno è uscito nelle sale un film che ha fatto molto discutere. Si tratta del film “The Reader” e racconta la vicenda di una ex guardia delle SS che, all'età di circa 35 anni nella Berlino post-bellica degli anni '50 intrattiene, anche se solo per il tempo di un'estate, una relazione molto intensa con un ragazzo di 15 anni che conosce casualmente nell'atrio del suo palazzo. La relazione fra i due è sia sessuale sia intellettuale, dal momento che all'iniziazione erotica del giovane corrisponde l'iniziazione alla lettura della donna, che come scopriremo nel corso del film, è analfabeta ma ama ascoltare la lettura a voce alta dei libri (da cui il titolo del film).

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Ogni ditra ha milenato il fiommo

25 gennaio 2009andrea moro

Il significato del titolo del post ve lo spiego dopo; riguardo all'autore, tranquilli, non sono io. Ho scoperto Andrea Moro, un linguista presso l'Università Vita-Salute San Raffaele di milano, ricevendo per errore i suoi email; un collega poi per scherzo mi ha passato un opuscolo di MIT press con la pubblicità del suo libro e non ho resistito, ho ordinato il libro, e l'ho letto tutto di un fiato, nella versione inglese. Dato il nome dell'autore, avevo delle notevoli aspettative, che sono state soddisfatte. La linguistica era una disciplina a me sconosciuta. L'ho trovata una scienza affascinante, per certi aspetti simile all'economia.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Devozioni senza Speranza

10 dicembre 2008Marcks

Con il suo nuovo libro, il Senatore Marcello Pera si dimostra incapace di rispettare l’esortazione di Pietro (1Pt 3,14-17: “Pronti sempre a rendere ragione della speranza che è in voi”) e ci lascia con più dubbi che speranze. Indifferenti al Mistero ci travagliamo piuttosto dinnanzi a un più profano mistero: come possono argomentazioni così deboli passare nei giornali e nelle case editrici senza provocare un'alzata di scudi?

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

L'impero di Hitler e perché non poteva non cadere

Hitler's Empire: How the Nazis Ruled Europe
Mark Mazower
Penguin, 2008, $39.95
6 dicembre 2008michele boldrin

Di Hitler e dei nazisti è difficile poter pensare più male di quanto già si pensi. Quest'enorme, estremamente documentato e ben fatto libro ci riesce. Non serve leggerlo, basta sfogliarlo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Le gioie dell'Impero

19 novembre 2008sabino patruno

Chi ha creato il mondo moderno? Secondo Niall Ferguson è stata la Gran Bretagna col suo impero che per tre secoli ha dominato il mondo, forgiandolo, per la maggior parte, a sua immagine:  democrazia parlamentare, libertà civili, libero commercio, libera impresa.   

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

Bilal: Il mio viaggio da infiltrato nel mercato dei nuovi schiavi

28 ottobre 2008Marcks

Fabrizio Gatti è un ottimo giornalista dell’Espresso, che ha inaugurato un metodo di lavoro atipico per i giornalisti della carta stampata, ma assai usato nella televisione: assume identità di volta in volta diverse e descrive vicende di cronaca dal punto di vista di chi le vive direttamente. Si possono sicuramente non condividere alcune delle sue affermazioni in merito alle vicende che scoperchia, ma di certo non si può mettere in dubbio che ricerchi la notizia con coraggio e passione, senza aspettare che arrivi bella impachettata sul tavolo del suo ufficio. L’ultimo suo libro, Bilal, applica questo approccio al giornalismo al tema dell’immigrazione.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

L'errore standard degli econometrici

The Cult of Statistical Significance: How the Standard Error Costs Us Jobs, Justice, and Lives
Stephen Ziliak, Deirdre McCloskey
University of Michigan Press (2008)
21 settembre 2008JP

Stephen Ziliak è un econometrico del mercato del lavoro presso la Roosevelt University di Chicago, Deirdre McCloskey insegna economia, storia e inglese alla University of Illinois, a Chicago: esperta di storia economica, di retorica e di metodi quantitativi, da giovane si chiamava Donald, portava i basettoni e giocava a football. Oggi è cattolica, libertaria, femminista e non si separa mai dai suoi barboncini. A partire dagli anni Ottanta hanno incominciato a raccontare il vizio capitale dell'econometria, prima in una serie di articoli (quindici), poi in un volume del 2008 dal titolo Il culto della significatività statistica, il cui sottotitolo recita Lo standard error ci costa posti di lavoro, giustizia e vite. Credo che valga la pena di leggerlo.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La teoria delle superstringhe e il declino dell'accademia americana

19 settembre 2008andrea moro

Ho provato per la terza volta nella mia vita a leggere un libro divulgativo di fisica teorica (nella versione originale, intitolata "The Trouble with Physics"), e anche questa volta la mia zucca, che credevo immodestamente di dimensioni leggermente superiori alla media, non è riuscita a capirci nulla. Esiste qualche fisico teorico fra i nostri lettori? Lo chiedo, perché magari sto leggendo i libri sbagliati.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »

La giornata di uno scrutatore, di Italo Calvino: breve recensione

La giornata d'uno scrutatore
Italo Calvino
Einaudi 1963 / Mondadori
11 aprile 2006andrea moro

Elbrusco nel suo recente articolo su questo sito, ci ricorda che in questa come in altre elezioni, la "riforma elettorale si è rivoltata contro chi l'ha fatta". Un altro caso è quello della famosa "legge truffa" del 1953. Questo mi ha fatto ricordare uno dei libri meno conosciuti di Italo Calvino, "La giornata di uno scrutatore", che lessi diversi anni fa.

LEGGI IL RESTO DELL'ARTICOLO »
PAGINE