Titolo

Sul federalismo fiscale USA e la golden rule

3 commenti (espandi tutti)

E' perché il livello più alto non ha nessuno sopra che controlla, è una situazione diversa nell'UE in cui i controllori sono i controllati. E poi il livello più alto tende a "socializzare le perdite", cioè ad assumersi il peso delle sfighe, di origine interna o esterna.

Quanto alla Svizzera è vero che è il livello federale si assume il peso del debito, ma non è il livello che lo crea.
Dai documenti dell'amministrazione confederale risulta che a livello di tassazione la confederazione, i cantoni e i comuni ricevono rispettivamente: 10.4%, 6.9%, 4.3% del PIL, mentre spendono: 10.8%, 13.6%, 7.4%. E' piuttosto evidente che il debito si crea prevalentemente per trasferimenti verso i cantoni e i comuni.
Trasferimenti che sono di tipo crucco: trasferimenti verticali per riequilibrio fiscale ai cantoni più poveri (anche se gli svizzeri sono meno generosi dei tedeschi) e cofinanziamento di progetti cantonali.

Sì, la UE è una situazione diversa ma soprattutto perché non è una federazione e nemmeno una confederazione. 

Per CH hai ragione, ci sono trasferimenti sia per finanziare compiti concorrenti, per la perequazione, sia per gli investimenti. Poi c'è un capitolo complesso relativo alle assicurazioni sociali, in parte federali e cantonali, con finanziamento misto (contributi e quote di IVA). Il complesso però è di tutto rispetto (pressione fiscale totale 28%, rapporto debito PIL al 35%) ... diciamo che c'è da farci la firma!

 

E' perché il livello più alto non ha nessuno sopra che controlla...

Volevo aggiungere una considerazione su questo. I federalismi USA e CH sono abbastanza simili, perché in origine i testi nacquero da una fitta collaborazione e scambio di testi preparatori. Naturalmente ci sono differenze ed una di queste riguarda proprio il "chi controlla il livello piu' alto".  In CH il referendum a livello federale è previsto ed è obbligatorio su certi temi (adesione di trattati internazionali, modifiche della Costituzione) e facoltativo nella legislazione federale ordinaria, quindi per leggi che provocano nuove spese e per leggi che istituiscono nuove tasse o elevano le aliquote di imposte esistenti. Da qui nasce un bel freno alla tendenza del livello federale a gonfiarsi, acquisendo nuovi compiti che necessitano nuove fonti di finanziamento. In USA i referendum sono previsti solo a livello statale e locale. Non federale. E questo per me basta a spiegare l'esplosione della spesa federale usa e dell'indebitamento. Se gli americani oggi potessero votare su Obamacare, per esempio, la accetterebbero? Ci sono sondaggi in merito? Se la accettassero sarebbe il popolo responsabile consapevole dell'aumento della spesa federale.