Titolo

Le due o tre cose concrete del documento congressuale di Renzi

8 commenti (espandi tutti)

Cosa?

michele boldrin 6/11/2013 - 07:21

Cosa vi spinge, sulla base dell'evidenza e dell'esperienza accumulata, ad avere tutte queste speranze?

Davvero, perche' per MR usate criteri di updating altri da quelli che adottate con il resto dei politici di professione?

Il buongiorno si vede SEMPRE dal mattino. 

Io spero che l'8 dicembre vinca Renzi come il meno peggio rispetto a Cuperlo, che è sostenuto dalla nomenklatura PCI. Sono convinto che possa battere qualsiasi candidato di destra, compreso SB, nell'improbabilissima ipotesi che riesca a candidarsi, e che possa arginare Grillo - che a mio avviso è molto peggio di SB. Ciò detto sono convinto al 90% che MR non farà riforme incisive e che la sua eventuale premiership si rivelerà l'ennesima occasione persa. Se non ne fossi convinto, mi sarei già iscritto al PD e starei facendo campagna per lui. Sono anche convinto che MR non farà riforme incisive non perchè 'politico di professione' o perchè incapace di capire la necessità di farle, ma perchè sa bene che gli italiani non vogliono le riforme incisive. Ne abbiamo discusso parecchie volte e ne sono sempre più convinto. Aspetto smentita

... Giovanni e con Sandro, più in alto.
(Ah, se ci fosse il "like" su nFA! ;-))

Però se come dici, Giovanni, Renzi è l’underdog, allora sarebbe meglio per lui presentare un programma forte, e anche rompere il partito se perde. L’autobus grillino è in stallo, e anche a destra non stanno molto bene. Una ripetizione con le palle della scommessa del 2006 di Veltroni potrebbe ben riuscire. Io credo che abbia ragione Michele.

lo era nel 2012.  Questa volta pensa di vincere, e teme di mettere in dubbio la sua vittoria. Tutti nel PD sono convinti che vincerà le politiche. Solo che la nomenklatura teme di essere rottamata e quindi è incerta fra buttarsi con Renzi subito per salvarsi il c... (cf. Franceschini) o puntare su Cuperlo per usarlo per condizionare Renzi e salvarsi il c.... (cf Bindi), anche a rischio di perdere le politiche. E Renzi vuole evitare che Cuperlo prenda il 30-40% e poi essere condizionabile. Quindi non dice nulla di 'destra'

L'ascolto

FireLord 6/11/2013 - 10:16

Secondo me e' qualunquismo identificare tutti solo come ladri/incompetenti, se smettiamo di valutare ognuno per quello che dice e per quello che fa cadiamo nel Grillismo... e' facile fare di tutt'erba un fascio. Io non sono per il nuovo a tutti i costi: io sono per qualcuno con idee , voglia e capacità di fare. Quindi se Renzi dicesse cose condivisibili (un programma intelligente che possa aiutare l'Italia) lo ascolterei. Trovo molto presuntuoso non ascoltare qualcuno, anche perché è impossibile anche criticare senza ascoltare (anche se in Italia si fa molto spesso). Quindi il mio invito e' leggere le proposte di tutti e valutarle, anche a rischio di appoggiarle se condivise.

Giusto

sandro brusco 6/11/2013 - 15:47

Infatti non identifichiamo tutti come ladri/incompetenti a prescindere. Quando pensiamo che qualcuno sia incompetente lo documentiamo, tipicamente in abbondanza. Lo abbiamo fatto con Tremonti, l'ho appena fatto per Fassina.  Stesso vale per l'essere ladri, eccetto che i nostri poteri di inquisizione sono limitati.

Renzi lo ascoltiamo molto attentamente, questa è la ragione per cui Andrea si è messo a comparare il programma del 2012 e quello del 2013, scoprendo che varie parti importanti e condivisibili sono state annacquate.  Mica possiamo dire che va sempre tutto bene

Concordo

FireLord 12/11/2013 - 11:45

Infatti il mio commento era relativo a Michele non ad Andrea, di cui ho apprezzato moltissimo l'articolo.