Titolo

Le due o tre cose concrete del documento congressuale di Renzi

3 commenti (espandi tutti)

L'ascolto

FireLord 6/11/2013 - 11:16

Secondo me e' qualunquismo identificare tutti solo come ladri/incompetenti, se smettiamo di valutare ognuno per quello che dice e per quello che fa cadiamo nel Grillismo... e' facile fare di tutt'erba un fascio. Io non sono per il nuovo a tutti i costi: io sono per qualcuno con idee , voglia e capacità di fare. Quindi se Renzi dicesse cose condivisibili (un programma intelligente che possa aiutare l'Italia) lo ascolterei. Trovo molto presuntuoso non ascoltare qualcuno, anche perché è impossibile anche criticare senza ascoltare (anche se in Italia si fa molto spesso). Quindi il mio invito e' leggere le proposte di tutti e valutarle, anche a rischio di appoggiarle se condivise.

Giusto

sandro brusco 6/11/2013 - 16:47

Infatti non identifichiamo tutti come ladri/incompetenti a prescindere. Quando pensiamo che qualcuno sia incompetente lo documentiamo, tipicamente in abbondanza. Lo abbiamo fatto con Tremonti, l'ho appena fatto per Fassina.  Stesso vale per l'essere ladri, eccetto che i nostri poteri di inquisizione sono limitati.

Renzi lo ascoltiamo molto attentamente, questa è la ragione per cui Andrea si è messo a comparare il programma del 2012 e quello del 2013, scoprendo che varie parti importanti e condivisibili sono state annacquate.  Mica possiamo dire che va sempre tutto bene

Concordo

FireLord 12/11/2013 - 12:45

Infatti il mio commento era relativo a Michele non ad Andrea, di cui ho apprezzato moltissimo l'articolo.