Titolo

PISA 2012: c'è davvero qualcosa di nuovo?

2 commenti (espandi tutti)

Concordo con quanto scrivi, in particolare sul fatto che la formazione professionale e tecnica andrebbe spostata a corsi post-diploma e le risorse andrebbero sfruttate molto meglio. Si pensi anche al fatto che spostare la formazione tecnico-professionale a corsi post-diploma consentirebbe di razionalizzare (e per una volta non nel senso di tagliare ma di razionalizzare dando più spazi agli alunni e riducendo i tempi - ed i km - di percorrenza*) sia la rete scolastica che la selva di classi di concorso delle scuole secondarie di 2' grado (circa 200 oggi, e nella migliore delle ipotesi circa 70-80 a modifica compiuta - spostando la formazione tecnico-professionale al post diploma si potrebbero ridurre a meno di 20).

*La molteplicità d'indirizzi nella scuola secondaria di 2' grado rende necessario spostare le scuole secondarie in centri più grandi costringendo molti alunni a percorre decine e decine di km cosa che non si verifica per la scuola primaria e secondaria di 1' grado

Mismatch

andrea moro 4/12/2013 - 12:19

solo osservare quanto si sovrappongono le distribuzioni dei risultati di licei e scuole professionali (gli estremi degli intervalli in verde sono il quinto e 95esimo percentile) dovrebbe far capire che una moltitudine di ragazzi sta nella scuola sbagliata. Ci fossero piu' percorsi nella stessa scuola sarebbe piu' facile e meno costoso reindirizzarli.