Titolo

PISA 2012: c'è davvero qualcosa di nuovo?

1 commento (espandi tutti)

francamente non sono d'accordo. Per i diplomati di istituti tecnici che dopo la "maturita'"vogliono procedere a studiare economia e commercio o giurisprudenza o lavorare in un ambito dove nozioni di diritto potrebbero servire (comunque stiamo parlando di una minoranza di tutti i diplomati degli istituti dove si insegna il diritto che credo siano ancora ITC ITG ITA e qualche ITP) basterebbe un anno di integrazione post-diploma (mi sembra di averlo letto su qualche post sopra). Questo a maggior ragione se si ridurra' di un anno la durata complessiva del ciclo di educazione primaria+secondaria. Ho qualche amico tra i commercialisti ed i piccoli imprenditori commerciali che sono datori di lavoro di ragioneri e tutti mi dicono che preferirebbero dai neoassunti ragioneri piu' conoscenze pratiche di contabilita' e software utili (ed in qualche caso di lingua inglese) che non qualche nozione di diritto commerciale o amministrativo. Per me il costo opportunita' dell'insegnamento del diritto a 16-17 anni supera largamente i benefici. In ogni caso ho apprezzato molto il  post e la discussione.