Titolo

Buon anno a Papa Francesco

11 commenti (espandi tutti)

Non sottovalueterei anche il dilemma del desco comune, cioè (per come ricordo di aver letto e capito) il fatto che alla crescita di prodizione agricola ha come effetto la crescita delle bocche da sfamare attorno al tavolo. In effetti la popolazione mondiale del 1900 era stimata a 1'650 milioni e dopo 111 anni abbiamo superato soglia 7 miliardi (il 31.10.2011).

Un simile aumento della popolazione (piu' che quadruplicata in circa un secolo) non è mai avvenuto in tutta la storia dell'umanità e come detto nell'articolo è dovuta alle metodologie produttive di tipo industriale applicate all'agricoltura ma anche alle scoperte della medicina (che ha debellato numerose malattie di tipo epidemico) e della biologia (prima gli ibridi F1 in agricoltura, ora gli OGM). 

Probabilmente sono ora gli OGM che potranno dare una risposta alle sfide del futuro (progressiva desertificazione e salinizzazione del terreno) dando la possibilità di produrre generi alimentari modificati che resistano ai climi equatoriali, sia come crescita sia come immagazzinamento.

OGM

Marco 2/1/2014 - 16:49

Senza dover per forza passare come quello che "tifa contro" almeno le fesserie sugli OGM che sfamano il pianeta ce le potremmo risparmiare?
Gli OGM sono "mirati": possono essere creati per resistere a specifiche malattie oppure a prodotti creati dall'uomo, consentendo nelle stesse zone di coltura rese maggiori a parità di superfice coltivata.
Fine delle potenzialità della tecnica? No di certo ma non ci sono nè a breve ci saranno colture OGM che crescano nel deserto, è la stessa differenza che passa tra andare sulla Luna e pensare di farlo a piedi.

P.S.
Convincere il papa che il dio è il denaro merita davvero un plauso.
Ho forti dubbi sul fatto che "l'economia dello sviluppo" sia più reale dell'acqua che non bagna: i paesi sottosviluppati storicamente restano sottosviluppati anche quando il loro PIL cresce (che poi la ricchezza materiale sia premessa per lo sviluppo civile andrebbe dimostrato prima di spacciarla come regola).
"Se dovessimo descrivere due secoli e mezzo con una battuta diremmo, rubando le parole a David Friedman, che il capitalismo ha reso i ricchi più ricchi, e i poveri più ricchi."
...affinchè i ricchi diventino sempre più ricchi è condizione necessaria che anche i poveri siano più ricchi.
Con buona pace del battutista.

i poveri sono più ricchi di un tempo. Che, contestualmente, i ricchi siano anch'essi più ricchi è un problema?

se non fosse che i "poveri" (seppur meglio stanti almeno dalle nostre parti) sono in aumento e i "ricchi" sono in diminuzione ma possiedono quote sempre maggiori del disponibile.

Gli OGM sono "mirati": possono essere creati per resistere a specifiche malattie oppure a prodotti creati dall'uomo, consentendo nelle stesse zone di coltura rese maggiori a parità di superfice coltivata.
Fine delle potenzialità della tecnica? No di certo ma non ci sono nè a breve ci saranno colture OGM che crescano nel deserto

Non sarei così deciso, si veda questo articolo :

http://millionaire.it/luomo-che-coltiva-il-deserto/

Soprattutto non userei il termine "fesserie".

Lo sviluppo di colture per climi aridi è una delle possibilità della tecnologia genetica. Possibilità concreta anche se non attualmente disponibile.

Certo prima di mettersi a coltivare il deserto, dove non esiste agricoltura e quindi agricoltori, ha più senso (ed è più redditizio) sviluppare soluzioni per sfruttare meglio agricolture esistenti. Questo è un processo di sviluppo comune a tutte le tecnologie. Ad esempio si stanno sviluppando auto ibride e sofisticate per i mercati più sviluppati, mentre i mercati meno sviluppati (più poveri) usano ancora auto a vecchia tecnologia e abbandonano la bici. Per gli OGM sarà lo stesso.

OGM e CO2

massimo 4/1/2014 - 16:24

In linea generale se c'è abbondanza di CO2 le piante hanno bisogno di meno acqua per vegetare. L'ideale sarebbe sviluppare OGM che massimizzino il vantaggio di una più elevata concentrazione di CO2 nell'atmosfera, in modo da trasformare un problema in un vantaggio.

co2 e h2o

valerio 4/1/2014 - 18:18

"In linea generale se c'è abbondanza di CO2 le piante hanno bisogno di meno acqua per vegetare."

davvero?

CO2 e acqua

massimo 4/1/2014 - 21:26

Si tratta di una materia da approfondire, ma in principio è così. L'idea sarebbe di produrre OGM che massimizzino questo fenomeno.

Mirati

Francesco Forti 2/1/2014 - 18:19

Appunto. Uno dei problemi emergenti è il progressivo aumento della salinità del suolo. Su questo è possibile intervenire anche con OGM mirati.  Non credo sia una fesseria.

OGM ed altro

Marco 4/1/2014 - 17:24

Lei ha ragione sul punto, non a quello mi riferivo con "fesseria".
Dopo la salinità del suolo il problema sarà l'eccessivo azoto percolato dalle discariche (per assurdo): creeremo altri OGM e relative economie; poi verrà il problema del limitato apporto energetico dei cereali, c'è già un OGM apposta.
Ma il vincolo generale della scarsità di risorse sul pianeta sarà sempre lì; la "fesseria" a cui mi riferivo è pensare che la soluzione di ogni problema stia nello sviluppo tecnologico, che si parli di OGM o di cura del cancro.
Da questo punto di vista ha "ragione" il papa: senza la volontà di sradicare la fame nel mondo c'è solo l'avanzamento della tecnica.

senza la volontà di sradicare la fame nel mondo c'è solo l'avanzamento della tecnica.

E' una questione che non dipende esclusivamente dall'Occidente.
Non c'è più il colonialismo, non possiamo sostituirci ai governi e al popolo di quelle nazioni povere. E anche se alcuni filantropi e multinazionali donano miliardi di euro di cibo non risolvi il problema. Anzi, è controproducente per loro, i poveri.