Titolo

Cambiamento climatico: un aggiornamento

1 commento (espandi tutti)

Abbiamo due fenomeni osservati: il riscaldamento globale (ora chiamato cambiamento climatico) e l'aumento della CO2. In passato ho letto diverse analisi a livello geologico (alternanza delle glaciazioni in periodi in cui la causa antropica è esclusa) che mettevano in correlazione i due fenomeni ma avevano anche rilevato che l'aumento di temperatura precedeva l'aumento della Co2. Questo era spiegato con lo scioglimento dei terreni ghiacciati (tipo tundra) ed la conseguente liberazione di CO2. Ho trovato traccia del fenomeno, che si verifica anche oggi, in questo articolo di Scientific American. 

Ora non metto in dubbio che l'effetto serra causi riscaldamento ma come spiegato sopra CO2 non è l'unico gas serra. H2O è molto piu rilevante. Quello che non ho mai capito poi riguarda il fenomeno del riscaldamento nei due emisferi. Ringrazio quindi per le immagini qui sopra perché mostrano una cosa interessante, che avevo già rilavato io analizzando una decina di anni fa un database NOAA, allora di pubbblico dominio. Prima che mettessero i dati a pagamento avevo scaricato dati di temperatura per tutto il pianeta raggruppati per paralleli e per anni. In questo modo potevo plottare l'amento medio delle temperature, distinguendo tra Nord e Sud. E la sorpresa (mia) fu che il ritmo di crescita era maggiore a Sud. I due dati partivano da temperature medie piu' antiche, un po' piu elevate a Nord che a Sud ma il ritmo di crescita al sud era piu' forte, tanto da raggiungere quasi il Nord. Decisi di rifare i calcoli ma il giorno dopo l'accesso a quel database era diventato a pagamento e decisi di non spendere soldi per uno sfizio personale.  Da qualche parte devo avere ancora i dati, anche se il computer non c'è piu'.

Ora, ammesso e non concesso che la mia elaborazione fosse stata corretta, come sarebbe possibile imputare all'attività antropica un fenomeno del genere se si verifica maggiormente dove ci sono meno abitanti e dove l'attività industriale è meno sviluppata?

Ma anche se i due fenomeni, al sud come al nord fossero uguali, sarebbe contraddittorio.  I due emisferi non si scambiano liberamente l'atmosfera (per tutta una serie di fenomeni legati alla circolazione) tanto che ai tempi della guerra fredda giravano storielle sull'opportunità di andare a vivere a sud perché in caso di conflitto nucleare, che avrebbe colpito principalmente il nord, la radioattività portata dalla ricaduta atmosferica non sarebbe arrivata a sud se non dopo molti anni. In pratica se il colpevole è la Co2,  (tramite l'effetto serra) essa viene prodotta a Nord. A Sud eventualmente c'è il metano delle mucche argentine ma la CO2 arriverebbe con anni decenni di ritardo. Le due circolazioni sono debolmente comunicanti ed un fenomeno che si verifica in uno solo dei due emisferi ci mette molto tempo a diffondersi pienamente nell'altro.

Comunque ad avere i dati ed una opportuna potenza di calcolo una verifica la si puo' fare. I satelliti geostazionari dedicati alla meteo esaminano il globo sia nello spettro visibile sia nell'IR e per IR usano diverse bande di assorbimento: H2O e CO2. In pratica esaminando ogni singolo pixel, nei valori da 0 a 256 è possibile quantificare quanta acqua e quanta CO2 c'è nell'armosfera in quel deteminato posto (di alcuni km2) ed in quel determinato momento.  L'evoluzione della sommatoria e della media dei dati nel tempo potrebbe raccontarci molte cose. I dati sono omogenei nel tempo, fin dal primo GOES e dal primo Meteosat, perché i satelliti  ricalibrano periodicamente i sensori con una metodologia comune.

In realtà le differenze tra nord e sud riguardano essenzialmente l'estensione delle terre emerse e, in modo inverso, delle superfici oceaniche. A sud c'è piu' acqua, quindi un riscaldamento puo' creare vapore acqueo nell'atmosfera, che è molto piu' "serra" della Co2.

A nord ci sono piu' terre emerse e quindi oltre all'attività antropica umana ci sono anche grandi superfici di tundra che possono liberare CO2 impriginata nel suolo. Ancora non c'è una prova evidente di chi sia causa e chi sia effetto.  Notizie poi come questa (sulla cui veridicità tecnica non so valutare) dovrebbero indurre a condurre ulteriori studi prima di additare la classica vittima designata.