Titolo

Cambiamento climatico: un aggiornamento

1 commento (espandi tutti)

Sono d'accordo. Intanto bisogna stimare le conseguenze prevedibili e vedere se tutte le conseguenze sono negative. Oggi il dato negativo è dato dal probabile innalzamento dei mari, cosa già successa in passato e che comporta l'abbandono di alcune fasce costiere e città sul mare. Ma tra i dati positivi di una maggiore presenza di CO2 nell'atmosfera abbiamo che il mondo vegetale riceve piu' "pappa" e quindi la crescita di alberi (che poi possiamo usare in vari modi, basta non bruciarli) e di specie vegetali che mangiamo è maggiore. Alcune zone che oggi non possono sostenere l'agricoltura, perché troppo a nord un domani saranno adatte.  Penso alla Russia, per esempio. Altre saranno abbandonate perché troppo a sud ma questo è già successo in passato, basta ricordare che dove è nata l'agricoltura 10000 anni fa oggi ci sono grandi deserti. Ed anche qui non si sa se un cambiamento climatico ha desertificato quelle zone o se l'agricoltura intensiva di allora ha desertificato e prodotto un cambiamento climatico. 

Poi bisogna vedere se l'attuale contributo umano a scaldare il pianeta sia oggi in contrasto ad una fase di raffreddamento che era stata individuata una sessantina di anni fa, quando ancora non si parlava di riscaldamento globale.

Sul piano delle eventuali misure di contrasto poi io punterei anche sulla consapevolezza delle attività individuali, in funzione della produzione di Co2. Certo, se qualcuno di noi risparmia emissioni di Co2 probabilmente dall'altra parte del pianeta qualcuno userà quel risparmio per le sue attività, tuttavia puo' essere educativo vedere come i comportamenti dei singoli individui producono CO2. Da qualche parte qualcuno stimava quanta Co2 viene emessa quando uno fa una ricerca con google. Chissà quanta CO2 ha generato questa discussione, tra server e le centinaia di computer accesi. Questo sito racconta qualcosa. Come i 51kg se ci facciamo un te tutti i giorni per un anno. O il mezzo Kg per la carta igenica (annuale). Cè un tasto "random" che vi propone diversi esempi. Quello che non dice, mi pare, è quanto emettiamo noi respirando. Circa un Kg al giorno. 900 grammi, secondo alcune fonti. I giorni sono 365 e noi siamo 7 miliardi. Il 10% delle emissioni mondiali calcolate ufficialmente lo facciamo noi respirando. Un altro 20% il bestiame.

Ognuno ora sa cosa fare, se vuole.