Titolo

L’insostenibile pesantezza dell’euro?

3 commenti (espandi tutti)

Si dice, riguardo agli effetti di breve termine:

[...] una svalutazione del 30% del cambio nominale farebbe crescere il PIL fra lo 0,3 e l'1%.

Si parla di crescita reale espressa in valuta domestica, giusto?

Poi, sotto, ipotizzando che i prezzi interni non crescano:

A fronte di un aumento della competitività delle imprese si registrerebbe una diminuzione del potere d'acquisto dei lavoratori, dovuta al fatto che le importazioni diventerebbero più care.

Questo vuol dire che il PIL misurato in PPA andrebbe comunque a calare? Si può azzardare una relazione tra svalutazione e inflazione/calo di PIL in PPA (una relazione empirica di massima, tipo sopra)?

Grazie

NO

Giovanni Vera 15/4/2014 - 00:34

Si parla di crescita espressa in termini reali (http://it.wikipedia.org/wiki/Prodotto_interno_lordo#PIL_nominale_e_PIL_r...). Ciò che calerebbe non è il Pil PPA, ma il Pil nominale espresso in una valuta straniera.

Vorrei provare a capire meglio, se possibile.

Diciamo, assai teoricamente e in ottica superfissa, che domani si esce dall'€, si entra nella L e che la transizione non è per niente traumatica per la tenuta del sistema finanziario, etc. Diciamo che il cambio passa immediatamente da 1L = 1€ a 1L = 0.75€ e che i prezzi in L dei beni e servizi italiani rimangono stabili. Ultima ipotesi generale, la botta di competitività fa sì che in un anno si vendano più beni e servizi italiani nella misura dell'1%.

Adesso, due scenari:

1 - Siccome le importazioni non si azzerano, il prezzo del paniere di consumo tipico sale rispetto a quello della neo-eurozona, diciamo del 10%. In questo caso leggerò su Wikipedia, con riguardo all'anno della svalutazione:

a) PIL reale = +1%;

b) PIL in L = +1%;

c) PIL in € = +1% -25% = -24% circa;

d) PIL in PPA = +1% -10% = -9% circa (?).

2 - Le importazioni si azzerano perché se serve compriamo il pc italiano invece di quello tedesco, il petrolio italiano invece di quello tedesco, etc. e il rapporto tra il livello dei prezzi italiani in L e quello dei prezzi in eurozona in € rimane costante. Però, come suggerito nel post, sto comprando roba che prima non avrei comprato... Quindi, secondo me, a), b) e c) rimangono come nello scenario 1. Il PIL in PPA invece?

d) PIL in PPA = +1% ?

Cioè: tutta la perdita di "potere d'acquisto" (è giusto chiamarlo così?) la leggo nel PIL espresso in valuta estera (c)?

Thanks again