Titolo

Capire la questione Euro

1 commento (espandi tutti)

Prima di venire alla questione che segue, le consiglio la lettura di (personalmente, sintetizzerei il titolo con '' R&D!'')

Caratteristiche e mutamenti della specializzazione delle esportazioni italiane

http://www.bancaditalia.it/pubblicazioni/econo/temidi/td05/td559_05/td559/tema_559_2.pdf

Ora veniamo ai supposti (lemma non casuale) 125 miliardi...I vincoli europei sono rispettati se, si verifica almeno una delle seguenti 3 condizioni:

1) il differenziale rispetto al 60% e' diminuito negli ultimi 3 anni ad un ritmo medio di un ventesimo all'anno (backward looking) [scarico al volo il benchmark:2014debito_form4bis

ddt è il valore di soglia e dt è il rapporto debito/pil al tempo t. ]

2) le proiezioni di bilancio della Commissione indicano che la riduzione necessaria del differenziale si produrrà nel triennio che comprende i due anni successivi (forward looking). risparmio la formula

3) nell’applicazione del parametro di riferimento si deve tenere conto dell’influenza del ciclo sul ritmo di diminuzione del debito. Il ciclo economico ha effetto sia sul livello del debito pubblico che sul Pil

In breve: l'Italia e'... OK nel 2015 se il debito sara' sceso nel 2012--2013 (ipotesi 1),   o si sara' ridotto nei due anni successivi (ipotesi 2), oppure si sara' ridotto nel 2012-14 considerando sia il debito pubblico che il Gdp corretti per il ciclo (ipotesi 3)

In soldoni: nell'ipotesi piu' 'sfigata' (ultime previsioni Commissione), il limite inferiore dello 0.5% strutturale sarebbe violato nel 2015 salvo effettuare una correzione delll'indebitamento netto di 3 punti decimali di PIL (ossia 5 - cinque - miliardi di euro)

Again, il tema e' sempre: 1) debito pubblico troppo elevato rispetto al PIL ( a servizio del debito ca 80 miliardi di euro all'anno, ai tassi hyper flat di oggi), che impone di mantenere un avanzo primario sopra livello storico. 2X10_12, ma in lirette erano 15 zeri...) 2) bassa competitivita' dovuta alla scarsa produttivita' (: inefficienze P.a., sistema giudiziario, debole governance- auto-censura - corruzione, evasione fiscale, ritardi nello sviluppo del capitale umano- ecc...)

Chiudo: io non ho parlato di spesa. ho parlato di sprechi, il che e' ben diverso. ho anche parlato di R&d, valorizzazione ed internazionalizzazione dei distretti di eccellenza, ecc.

Personalmente, mi preoccuperei maggiormente di (i) come pagare le pensioni di domani, piu' che dei vincoli europei (: e non dico neppure che l'euro sia una 'costruzione perfetta' tale da non richiedere aggiustamenti) (ii) come creare posti di lavoro (iii) razionalizzazione della spesa pubblica inefficiente (: sempre, gli sprechi) e (iv) via IRAP.

Un esempio concreto: 20k al mese (netti) per alti funzionari della farnesina...Si faccia lei il 'benchmarking'..con gli omologhi Tedeschi

http://www.bundesfinanzministerium.de/bundeshaushalt2012/pdf/2011/epl05.pdf