Titolo

L'ordinanza di affidamento di Berlusconi letta da un comune cittadino

2 commenti (espandi tutti)

Caro NV, è vero, Al Capone fu condannato per evasione fiscale ma non è per questo che è famoso. Ed il sofismo "Al Capone era un  evasore fiscale => chiunque evade il fisco è un gangster come Al Capone" è falsa non solo e non tanto logicamente, ma anche e soprattutto empiricamente. Eh sì perchè a differnza della Chicago degli anni '30, nella seconda metà del XX secolo e nel XXI i mafiosi le tasse le pagano eccome; lo spiegava già Pino Arlacchi nel 1983 (La Mafia imprenditrice) e per motivi ovvi se solo ci si riflette un poco. Dunque NV, tu sei in boss mafioso, con una fiorente e lucrosa attività per esempio nel traffico all'ingrosso di droga. Gli affari vanno bene, vivi in una grande villa con parco, giri in Ferrari, tua moglie sfoggia dimanti grossi come nocciole; cosa c'è scritto alla voce "professione" sulla tua carta d'identità? "disoccupato/nullatenente"?  Non sembrerebbe un poco strano? No, invece tu ti procuri un'impresa di copertura,  fai in modo che dichiari sostanziosi profitti e ovviamente ci paghi sopra le tasse. "Ma no, Maresciallo, ma cosa va mai a pensare? Io sono un impreditore di successo, questi sono i bilanci della mia azienda, regolarmente depositati e questa è la ricevuta del modulo F24 (non è la versione economica dell'F35) e naturalmente dopo aver lavorato così duramente mi piace anche godermi la vita. Un bicchierino di rosolio Maresciallo? Arrivederci e baciamo le mani". Spero di aver chiarito che l'evasione fiscale e la criminalità organizzata sono due mestieri diversi. Quanto a Mangano, molte aziende impegano ex detenuti che hanno regolarmente scontato la pena, e se con quello avesse fatto qualcosa di men che irreprensibile qualche solerte magistrato lo avrebbe sicuramente scoperto, trattandosi dell'uomo più inquisito del globo. Quanto a Sicilia e Calabria, sono state alternativamente governate dal centrodestra e dalla sinistra, e nè la qualità dei servizi nè il livello della spesa pubblica sono cambiate granchè

Corrado, voglio effettivamente affermare che una magistratura politicizzata che sfrutta la giustizia per fini politici è sicuramente più grave di un comune politico corruttore Non voglio tanto difendere Berlusconi quanto far rilevare che un suo governo sarebbe comunque preferibile a quello della banda PCI-PDS-DS-PD (sono sempre le stesse persone); in verità CHIUNQUE avrebbe fatto meno danni di loro. Non sono deluso da Berlusconi (non mi sono mai illuso su di lui) ma diamine, è stato fatto cadere proprio nelle rare occasioni in cui stava facendo qualcosa di buono!

Pagare le tasse su attività illegali senza farsi scoprire non credo sia esattamente semplice, e comunque chi ha una mentalità criminale è avido, e in genere non commette un solo tipo di reato.

Quanto al Berlusca, non è famoso in quanto evasore (e frodatore) fiscale ma in quanto politico controverso proprio per le sue frequentazioni con mafiosi e favoreggiatori della mafia.

Ovviamente provare in un aula di tribunale che BS abbia commesso reati di concorso esterno in associazione mafiosa è estremamente difficile, ed è giusto che come imputato lui abbia diritto a tutte le garanzie di sorta, ma sul piano politico fare finta di nulla, chiamare "peccadillos" (definizione del suo servo Giuliano Ferrara) una frode fiscale di alcuni milioni di euro (che erano molti di più prima della prescrizione), significa non avere senso di ciò che serve ad uno stato sviluppato per funzionare.

Quanto all'"è stato fatto cadere", BS ha sempre governato con maggioranze schiaccianti. Se non ha mai combinato nulla di buono è stato per la sua incapacità e mancanza di volontà, non certo per il "gombloddo" dei giudici comunisti o della Merkel.