Titolo

Il fisco e il lavoro delle donne italiane

1 commento (espandi tutti)

Okkio

andrea moro 26/5/2014 - 13:19

Lascio a Stefania una risposta dettagliata, ma okkio che il confronto non e' fra 6K in piu' o 6K in meno. A tutti piacerebbe avere 6000 euro in piu'. Il problema e' che devi scambiarli con ore di lavoro, ed e' questo il motivo per cui le famiglie "reali" come dici tu, con due figli a carico, preferiscono (spesso) che la mamma resti a casa. 

La vera domanda e' quanto importante sia una diversa configurazione delle detrazioni (che alla fin si risolvono con una differenza di poche centinaia di euro) nel cambiare la scelta. L'evidenza empirica dice che e' importante. Molte famiglie si trovano attorno a quel margine per cui la differenza di poche centinaia di euro fa la differenza nella scelta fra lavorare e non lavorare.

Il problema e' configurare le detrazioni in modo ragionevole, come spiega Stefania, soprattutto nel "phasing out", cioe' nella fascia di redditi di livello medio in cui queste detrazioni vengono diminuite.  E il modo in cui e' stata realizzata la famosa riforma degli "80 euro" non fa ben sperare perche' introduce, come scritto altrove in questo sito, incentivi perversi.