Titolo

Sull'utilità ed il danno dell'istinto in politica

1 commento (espandi tutti)

100 in tutta Italia era già un successo clamoroso

Vi ho visti cercare di spiegare politica in maniera articolata a gente abituata a slogan.

Vi ho visti farlo sulla rete e nelle piazze

Vi ho visti sopportare le battute su "come sta Giannino?"

Vi ho visti dibattere di energia ed economia con "decrescisti" e no euro.

Soprattutto vi ho ammirati.

Mi dispiace non aver avuto tempo o forse coraggio di passare da tesserato ad attivo. Adesso sarei arrabbiato per il risultato ma con la coscienza più a posto.

Condivido quello che scrivi, diversi argomenti non sarebbero "nati" senza il programma di Fare. Purtroppo come movimento politico sono stati fatti grossi sbagli che hanno portato alla disfatta. Ovviamente di "sbagli" parlo con il senno di poi.

Mi ha fatto molto, ma molto, piacere leggere l'autocritica di Michele, non perchè mi dovesse qualcosa anzi ci ha messo la faccia, ci ha messo il tempo (io me ne stavo a Maiorca), sono io che gli devo qualcosa. Mi ha fatto piacere perchè ho capito che la persona è rimasta integra, che è quello che mi "sembra" di aver conosciuto leggendolo su nfA, perchè quelle cose che non sono piaciute a me , vedendole da fuori, non sono piaciute nemmeno a lui.

Non finisce qua ? Grazie, non sai che piacere mi fa sentirlo.