Titolo

Sull'utilità ed il danno dell'istinto in politica

1 commento (espandi tutti)

Devi convincere chi non è pensionato (e sono la maggioranza)...

La maggioranza dei non pensionati comunque rientra in una delle altre categorie (evasori, statali, paraculati...)

Devi convincere chi paga mille balzelli (cioè la maggioranza)...

La maggioranza di chi paga mille balzelli comunque rientra nelle altre categorie (pensionati, statali, paraculati...)

E cosi' via con le altre categorie.

Altra illusione e' quella che chi ha votato Monti possa confluire su Fare. Monti e' espressione di un elite economico-finanziaria-bancaria-imprenditoriale bocconiana alla Montezemolo, che non votera' mai per un partito minoritario. Infatti, una volta che si sono resi conto che Monti era lontano dalla maggioranza, tutto e' crollato e quel partito e' quasi scomparso, mentre il suo elettorato se n'e' andato a gambe levate al PD.

Fare si rivolge principalmente alla base dell'elettorato, con un programma che mira a scuotere (giustamente) l'assetto istituzionale, cosa che quella elite teme profondamente.

E' vero, l'ottimismo aiuta molto di piu' del pessimismo, Einstein diceva "i pessimisti hanno spesso ragione, ma sono gli ottimisti a mandare avanti il mondo".

Io auguro tanto a Fare di realizzare i suoi sogni, ma voglio anche portare la mia testimonianza, quella di uno che dopo 20 anni di ottimismo e calci sui denti, ha deciso di emigrare e ricominciare da un'altra parte, e che oggi e' pentito di non averlo fatto prima e si vergogna di essere Italiano.

E lo dico per quelli (e sono tanti) che stanno pensando se continuare a combattere o andarsene: andatevene se potete.