Titolo

Letture per il fine settimana 20-9-2014

3 commenti (espandi tutti)

Dopo la rotta di Marignano, i cantoni svizzeri adottarono la neutralità ma mercenari svizzeri servirono diversi sovrani.

Nelle guerre di Valtellina del XVII secolo furono ampiamente coinvolti i Grigioni che, mi pare, non aderivano ancora alla confederazione.

Nel XIX secolo cantoni protestanti e cattolici combatterono una guerra civile.

Negli intervalli, la Svizzera ha costruito un'economia di un certo rilievo: gli orologi a cucu, pace Orson Wells, traggono origine dalla Foresta Nera.

A che guerre di Valtellina ti riferisci? Io sapevo che le guerre di Valtellina si svolsero negli anni 30 del 1600 mentre la neutralità svizzera fu dichiarata per la prima volta nel 1674.

C'entra poco con il discorso generale  ma era una mia curiosità, siccome mi avevano spiegato che le perdite umane svizzere in Valtellina ed alto Lario (in particolare al Forte di Fuentes) ebbero il loro peso nella scelta della neutralità. Io ho sempre pensato fossero quelle degli "anni 30" tra Grigioni e Spagna, ma a questo punto potrebbero essere quelle relative ai mercenari nella successiva guerra si successione spagnola.

Una cosa è la dichiarazione ufficiale, avvenuta nel 1674, un'altra è la pratica di non intervento nelle guerre europee, tendenzialmente seguita dai cantoni (cfr. la voce "neutralità" del Dizionario Storico della Svizzera: http://www.hls-dhs-dss.ch/textes/i/I16572.php).

I Grigioni, benché alleati della confederazione, rimasero indipendenti sino all'invasione napoleonica (http://www.hls-dhs-dss.ch/textes/i/I7391.php).