Titolo

Letture per il fine settimana 20-9-2014

5 commenti (espandi tutti)

solo invertendoli, si può essere così sbrigativi. adottando il sistema svizzero, diventeremmo svizzeri? senza aver avuto ad es. centinaia di anni di pace, proficuamente passati ad intagliare orologi a cucù?

Una gran parte degli Svizzeri non aveva nemmeno iniziato il percorso che li avrebbe portati a diventare Svizzeri poco prima del 1850 (http://www.lse.ac.uk/economichistory/pdf/studer/whendidtheswissgetrich.pdf)  e molto probabilmente almeno fino al 1820 producevano pro capite meno degli italiani (http://www.amazon.co.uk/Contours-World-Economy-1-2030-Macro-Economic-ebo...).

prima di andarmi ad impegolare con il loro calvino e la nostra controriforma, mi permetto di osservare che il tuo entusiasmo

Gli Italiani hanno una finestra lunga 333 leghe su quello che é il piú grande e compiuto esperimento di democrazia diretta e partecipativa di tutta la storia dell'umanitá, ed invece di ringraziare la loro buona stella per aver fornito un modello di tale bellezza, efficienza e funzionalitá a cosí poca distanza...

non è completamente condiviso dagli interessati, almeno a giudicare da questo scampolo (da una presentazione ufficiale  della confederazione)

...

Gli oppositori del sistema (della democrazia diretta) sostengono che è lento e complicato. Possono passare anche cinque anni prima che un'iniziativa popolare diventi legge, I referendum possono anche essere utilizzati per rimandare cambiamenti sociali o politici. Un esempio è quello del diritto di voto per le donne, approvato dal Parlamento nel 1959, ma poi respinto dall'elettorato (interamente maschile) in un successivo referendum. Gli uomini approvarono il progetto solo nel 1971. I critici affermano inoltre che la "doppia maggioranza" da un vantaggio ingiusto ai cantoni più piccoli, che tendono ad essere conservatori.

Quest'anomalia è emersa chiaramente nel 1992, quando gli svizzeri sono stati chiamati a decidere sull'eventuale adesione allo Spazio economico europeo. Il voto popolare era diviso quasi esattamente a metà, ma quello cantonale, con 16 voti contro 7, ha respinto nettamente la proposta.

Per ironia della sorte, qualsiasi tentativo di riformare il sistema dovrebbe essere approvato da questi piccoli cantoni, certo non disposti a rinunciare al loro potere di voto.

In un mondo di rapidi cambiamenti, di comunicazioni istantanee e di globalizzazione, trovare un equilibrio tra partecipazione democratica e maggiore efficienza non è una sfida che si può risolvere una volta per tutte, né in Svizzera né altrove.

eggià, le donne svizzere votano  dal '71, due anni dopo lo sbarco sulla luna;  il referendum non è poi sempre così saggio.

vorrei però anche rimarcare lo stile di tutto il documento linkato: piano e comprensibile, per nulla retorico o tromboneggiante. son svizzeri.

 

non è completamente condiviso dagli interessati, almeno a giudicare da questo scampolo

E ci mancherebbe altro, ma questa minoranza di svizzeri contrari alla democrazia diretta sbaglia. Tra l'altro, immagino che i politicanti svizzeri odino la democrazia diretta, perché è il principale ostacolo che gli impedisce di farsi i cazzi loro. Tutti quegli Svizzeri che si sono dati alla politica per curare i loro interessi particolari ed arricchirsi alla faccia degli interessi generali, vedranno il sistema italiano come la perfezione in terra, e quello svizzero come un purgatorio.

eggià, le donne svizzere votano  dal '71, due anni dopo lo sbarco sulla luna;  il referendum non è poi sempre così saggio.

ma è appunto quello il vantaggio della democrazia diretta: non è una elite ad imporre alla popolazione la sua visione del mondo, a volte migliore delle opinioni dominanti, ma più spesso, nell'esperienza italiana, ben peggiore, ma è invece il corpo elettorale che deve maturare, svilupparsi e crescere, ed imparare a prendere le decisioni. Ovviamente è un processo più lento, ma il risultato è più robusto.

In sostanza è un trade off.

vorrei però anche rimarcare lo stile di tutto il documento linkato: piano e comprensibile, per nulla retorico o tromboneggiante. son svizzeri.

Ma saranno pur liberi di scrivere come vogliono?

si dovrebbe scrivere "cui prodest": il correttore automatico non lo sa.

si dovrebbe scrivere "cui prodest"

Sí, grazie, il correttore automatico non c'entra molto comunque, cui é Italiano almeno quanto qui.