Titolo

Lettera luterana sul vicino oriente, II

2 commenti (espandi tutti)

in breve

palma 20/10/2014 - 18:07

nulla, dato un fatto che non e' soverchiamente difficile da constatare. Si fa qui riferimento al fallimento dell'illuminismo vero, non e'vero che una volta che tutti leggono Newton la smetteranno di credere a varie sciocchezze. Il papa piu' moderno del secolo 20simo (Giovanni Paolo il 2ndo) era perfettamente in graod di guidare la guerra calda contro l'Urss in Polonia -e vincerla-- & esser seriamente convinto che Maria Vergine avesse deviato una pallottola.

Su queste sono sciocchezze di Croce (il "barocco" l'era del "romantico" etc. che vengono dedotti guardando lo stile dell'angiolo della chiesa di Pescasseroli)

andiamo...

Se è a questo che si riferisce con le parole "fallimento dell'Illuminismo", allora certo, avete ragione, Lei e Jurgen Habermas.
Ma questo progetto è purtuttavia partito, ed ha prodotto un qualcosa. Che è già un qualcosa di riconoscibile, almeno nei suoi tratti essenziali, come il non-finito michelangiolesco.

Non serve che tutti leggano Newton, ma non sarebbe male, e mio avviso, che tutti riconoscessero una volta per tutte la Modernità cosa sia: per incompiuta che sia, questa figura dello spirito è l'unico antidoto che si conosca alla peste intellettuale del Medioevo.