Titolo

Lettera luterana sul vicino oriente, II

1 commento (espandi tutti)

Se è a questo che si riferisce con le parole "fallimento dell'Illuminismo", allora certo, avete ragione, Lei e Jurgen Habermas.
Ma questo progetto è purtuttavia partito, ed ha prodotto un qualcosa. Che è già un qualcosa di riconoscibile, almeno nei suoi tratti essenziali, come il non-finito michelangiolesco.

Non serve che tutti leggano Newton, ma non sarebbe male, e mio avviso, che tutti riconoscessero una volta per tutte la Modernità cosa sia: per incompiuta che sia, questa figura dello spirito è l'unico antidoto che si conosca alla peste intellettuale del Medioevo.