Titolo

Letture per il fine settimana 15-11-2014

1 commento (espandi tutti)

ma il confronto tra Boldrin e Bagnai è sperequato: se al secondo va dato il merito di avere invitato Michele al dibattito, poco gli resta. Non sapendo contrastarlo in maniera efficace, s'è sempre ridotto a dichiarare di essere d'accordo, ma ... e a questo punto sollevare timidamente obiezioni che il primo ha sistematicamente smontato. Alla fine, ha rinunciato alla lotta, quasi offeso perché non gli era stata concessa una ritirata onorevole.

Quanto alla performance di Michele, mi è parsa di grande livello - anche se talvolta il suo eloquio era sovrastato dalla voce dei traduttori (non sempre puntuali, per la verità). Ho ascoltato un economista capace di offrire analisi politiche estremamente lucide, anche se a volte discutibili, di fronte alle quali quelle dell'interlocutore sono sempre apparse non convincenti o addirittura esorbitanti (compreso il ricorso all'immortale categoria del fascismo per descrivere la politica renziana). Ma, si sa, se non si esagera non si attrae il volgo ...