Titolo

Letture per il fine settimana 15-11-2014

2 commenti (espandi tutti)

Grazie per la risposta, si, si è vista la penosa scena del telefonino e son tornato indietro dopo quella per capire meglio. Tranne il fatto che avevi ragione (mi permetto di usare il tu) non ho tratto altro vantaggio però. Sul resto, ho chiesto aiuto perché sinceramente mi parevano affermazioni insensate ma non essendo del settore non capivo se l'insensatezza fose dovuta a mia scarsa dimestichezza con un campo di ricerca economico o al fatto fossero insensate come mi pareva.
My two cents: non è un problema di ignoranza. Non so chi partecipasse al convegno ma dalle immagini mi aspetto persone con una profondità culturale superiore alla famosa casalinga di Voghera. Se la mia impressione è corretta e questi credono a queste affermazioni non è un problema di ignoranza e di istruirli ne di fatica ad istruirli. Il problema è che sono convinti di essere nel giusto e anche mostrare i fatti che dimostrano che hanno torto è inutile. Mi permetto di consigliare questa copia di articoli di Bressanini riguardo questo problema però in campo medicina omeopatica. Da leggere rigorosamente in questo ordine:

http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/04/01/lo-zucchero-piu-costoso-al-mondo/ (prima di storcere il naso notare la data)

 http://bressanini-lescienze.blogautore.espresso.repubblica.it/2014/04/21/omeopatia-non-e-curarsi-con-le-erbe-omeopatia-e-diluizione/

Grazie ancora per la risposta

nel caso dell'omeopatia, si tratta di una 'fede' che porta a dei sacrifici - le 'medicine' omeopatiche  costano. Le bufale economiche sono gratis e offrono una narrativa assolutoria per il passato e la speranza di una soluzione che eviti  sacrifici futuri.  Negli anni Settanta-Ottanta  non si è trattato solo di speranza, ma di reali posti di lavoro e aumenti di stipendi.