Titolo

Stai pensando di frequentare un PhD in Economia? Cosa fare, cosa aspettarsi

5 commenti (espandi tutti)

Matematica

luca rigotti 13/12/2014 - 21:31

Una piccola aggiunta sull'importanza dei corsi di matematica. A Pitt, per fare l'esempio che conosco meglio, e' molto raro che ammettiamo uno studente che non abbia frequentato una serie di corsi di matematica tipo (mi scuso per l'inglese, ma non sono sicuro come tradurre) real analysis, linear algebra, n-variable calculus, e via dicendo. Questo per dire che non solo e' importante seguire corsi di economia che usino matematica e statistica, ma e' anche importante fare corsi di matematica per se. Sapere la matematica bene avvantaggia non solo in sede di ammissione, ma anche durante il primo anno perche' consente di fare maggiore attenzione a contenuto e intuizione economica di quello che si studia. Quindi, il consiglio e' di fare questi esami (e prendere ottimi voti) cosi' da togliere qualunque dubbio sulle abilita' in merito al comitato di ammissione.

Matematica

Marco Ruzzante 14/12/2014 - 18:41

Spesso si fa la matematica che c'è, e nelle uni italiane non è tanta. Io personalmente tra triennale e master ho fatto tutta la matematica che potevo fare, eppure alla fine ce n'era di più in game theory che in tutti gli altri esami messi insieme.

Esami a scelta

floris 14/12/2014 - 19:18

Se non sbaglio ci sono uno o due esami a scelta libera per ciclo di laurea, forse con quelli si può rimediare.

Opzionali

Marco Ruzzante 14/12/2014 - 19:29

Si, mi riferivo ai corsi a scelta. Anche a scegliere tutti gli esami di matematica a disposizione tra i corsi opzionali, questi non sono poi tanti.

Ok

floris 14/12/2014 - 19:48

Forse allora potrebbe essere utile fare la triennale in statistica o matematica, che consentono l' accesso diretto alla magistrale di economia. Ci vorrebbe un parere di un prof però, magari così si perderebbero elementi fondamentali di economia.