Titolo

NIIP, ovvero: il Professor Bagnai e la Contabilità Nazionale

2 commenti (espandi tutti)

Grazie. Dal paper dei Proff. Zingales e Pellegrino, un excerpt (p. 10) e dal Suo lavoro, in calce.

that in the mid 1990s Italy develops a growing productivity gap within sectors, as also shown by Table 3. This gap is responsible for Italy’s productivity slowdown.'

Next steps (ancorche' semplicistico): (i) aggregazione dei distretti di eccellenza e creazione di un contesto business friendly (challenge maggiore, soprattutto con un mercato del lavoro cosi' ...cito WSJ -'Employment, Italian Style' http://www.wsj.com/articles/SB10001424052702304898704577478111174204768

) e (ii) formazione/R&D (altra parolaccia), fa a cazzotti con cronysm. Efficacemente illustrato  nel paper del prof. ZIngales come cronyism ed ICT/crescita facciano a cazzotti. Anche in ambito politico, in cui tale concetto si declina sotto forma di ricattabilita'.

Credo sia la migliore e piu' efficace risposta alle..boutades (si potrebbe dire witticism..forse, per smorzare i toni) sulla 'svalutazione 2:0'. Ma di quanto bisogna svalutare per fare riprendere la crescita a base di labor-intensive (pronuncia: mortadella e vino. Cfr. Zingales, ofc)? Ma che ricettine, o ricottine, medioevali...quelle del Prof. Bagnai (che pero' non parla di modello FED, per la BCE, non propone next steps, e tante altre cose, inclusa la necessita' di riprendersi settori chiave, a cominciare da quella 'cosa' chiamata Olivetti....) Come probabilmente direbbe il Dott. Scacciavillani, totem taumaturgico ed apotropaico...della svalutazione...(ma non si e' entrati nell'euro proprio per evitare tale meccanismo? ed entri nell'euro con la Germania che ha un track record pazzesco? Senza meccanismi compensativi? (shock asimmetrici?) ed il beneficio - risparmi - di costo del denaro tedesco per ca. 15 anni, dove lo mettiamo? Dove sono finiti quei soldi? ed i residui fiscali Nord/Sud Italia? cfr. Rosario Crocetta, oggi...)

Poi, per fortuna (anfibologia) , mi conforta vedere amici e Professori che occupano posizioni apicali...tutti all'estero....

 rimango convinto che le questioni a livello europeo si possano risolvere solo premendo in modo deciso l'acceleratore dell'integrazione (pena un lento declino dell'intero continente). Ma le origini dei problemi italiani sono da ricercarsi altrove, senza gridare in modo poco informato contro il fantasma degli "squilibri delle partite correnti" che, come ho mostrato, hanno giocato un ruolo marginale nell'evoluzione della NIIP.4 Piuttosto, si dovrebbe agire sul problema principale, ovvero la produttività del Paese che, a quanto ho potuto vedere, fa da riflesso ad un livello di capitale umano preoccupantemente decrescente come mostrano alcuni scritti in cui, di tanto in tanto, mi imbatto sul web.

Caro New Deal,

Grazie per l'apprezzamento del post.