Titolo

Letture per il fine settimana 26-9-2015

3 commenti (espandi tutti)

Forse perché le norme europee su NOx sono meno restrittive di quelle americane e perché i Diesel sono principalmente prodotti in europa, non in USA.

Mi sembra di capire che il problema non sia tanto (o solo) la questione delle emissioni di VW, piuttosto il confronto e' tra due visioni industriali, EU e US con i rispettivi campioni: diesel common rail da una parte e benzina dall'altra. Non a caso le norme EU sono piu' stringenti in ternini di CO2 mentre quelle US lo sono per i NOx. Per costruire barriere rispetto al mercato concorrente.

Ne deriva che anche le scelte sulla costituzione del "paniere" delle emissioni, o sui criteri di test, sia una scelta politica a vantaggio o a sfavore di una industria o dell'altra.

Volendo essere sospettosi (complottisti), non si puo' fare a meno di pensare come mai, per anni si siano ignorati i dati disponibili e, quando ormai mancano pochi mesi all'introduzione dei nuovi criteri di misura (2016), si sia sollevato tutto questo polverone.

Detto questo, felicissimo della mia Ford con motore diesel EURO5 i cui consumi sono allineati a quanto dichiarato. Come sia messa rispetto agli NOx non mi e' dato sapere.

Average?

Francesco Forti 30/9/2015 - 09:01

[Modo ironico ON]
Anche io sono felicissimo dalla mia Passat, anche se per limiti di età ora verrà pensionata. Cosi' come i lettori di Repubblica saranno soddisfatti della loro "Average", il nuovo costruttore automobilistico citato in mezzo alle altre marche dal loro giornale preferito. Il tutto nello speciale di ieri sull'edizione cartacea a pagina 21 (così mi dicono amici su FB, includendo esilaranti snapshot). Stranamente questo nuovo costrutture sembra essere il piu' vicino ai dati medi. Penso allora che sostituirò la mia Passat con una Average, naturalmente modello "Median".
[Modo Ironico OFF]

Edit: vedo ora che anche libero è incorso nel clamoroso ed epico fail.

Chi consuma di più - Non va meglio se si parla di consumi dichiarati e consumi reali: General Motors e Psa (Peugeot-Citroen-Ds Automobiles) sono al 40% in più, Mercedes al 48, "nella media" (ossia tra il 35 e il 37% in più) Bmw, Renault, Average, Ford e Volkswagen, mentre Fiat e Toyota hanno consumi più bassi tra test e strada, del 25 per cento.

Esattamente il testo copia-incollato da repubblica.  Una bella fotografia del giornalismo italiano.