Titolo

Letture per il fine settimana 26-9-2015

1 commento (espandi tutti)

Pubblicato il 12 ott 2013

Chi tutela il consumatore?
Hanno davvero bisogno di tutela, i consumatori? Sempre più spesso l'opinione pubblica risponde a questa domanda con un "sì". Sempre più spesso le autorità federali vengono considerate la fonte di questa tutela. Milton Friedman solleva qualche dubbio in merito all'idea che (1) i consumatori abbiano un urgente bisogno di essere tutelati da parte dello Stato contro i raggiri delle aziende e che (2) i provvedimenti pubblici tendano a migliorare le condizioni dei consumatori stessi.

Friedman sostiene che, il più delle volte, la colpa dei problemi dei consumatori possano essere attribuita ai fallimenti delle autorità, più che dai fallimenti del libero mercato. La migliore tutela per i consumatori, secondo Friedman, consiste nel libero mercato. A dispetto dei miti più diffusi, i venditori non hanno il potere di costringere i consumatori ad acquistare i loro prodotti, come dimostra l'esempio della tanto esaltata Edsel, un'auto progettata a tavolino dalla Ford per sbaragliare la concorrenza e che, nonostante l'imponente campagna promozionale escogitata dalle migliori menti del mondo della pubblicità, fallì miseramente nell'intento.

Quando le persone dispongono di alternative, non sono disposte ad accettare prodotti che non desiderano. In un mercato concorrenziale gli uomini d'affari riconoscono che i consumatori hanno alternative e questo rappresenta un potente stimolo a mantenere elevata la qualità dei loro prodotti. La paura di perdere clienti a favore dei concorrenti rappresenta la difesa più robusta per il consumatore. Armati delle protezioni offerte dal libero mercato, i consumatori, afferma Friedman, in realtà ha bisogno delle tutele più esigue da parte dello Stato. Anzi, molti dei tentativi statali di proteggere i consumatori ne hanno peggiorato le condizioni.

Traduzione: Giovanni Chiampesan. Editing sottotitoli: Tommaso Pasi

https://www.youtube.com/watch?v=IXNwzqJcdsg