Titolo

Lo strano caso dell'abolizione dell'IMU

3 commenti (espandi tutti)

Mi trovo perfettamente d'accordo con Zanella. Cui faccio un'unica critica: se l'obiettivo è spiegare le cose anche a persone che non le sappiano già, mettere la cosa nei termini:

Il Sig. Rossi ha una casa ma non ha la liquidità per pagare elevate imposte sugli immobili? La casa può essere venduta e così l'imposta evitata.

forse non è una grande idea. Diciamo che detta così suona un po' rude, brutale e molti qui smettono di leggere pensando "ecco il solito eocnomista folle schiavo della teoria astratta"... spero di essermi spiegato. Ma, a parte questo, la situazione è, come al solito frustrante. Riporto due commenti in cui mi sono imbattutto discutendo - come faccio da giorni - con persone, badate bene, che non si può liquidare come ignoranti. Per far capire perché poi idee così palesemente sballate trovino tanto consenso...

1) Commento al pezzo di Giulio, da me condiviso e commentato su fb

X: tutti i migliori economisti avranno sicuramente argomentato la cosa con perizia e avranno la ragione che un ragionamento fondato ha, detto questo, a me l'idea di dover pagare tasse su un bene acquistato pagando tasse e con soldi sui quali pago tasse non sembrerà mai equa. tassare i redditi, il conto in banca, i beni di lusso è un conto, la casa, specie la prima, è proprio un'altra storia. la casa è un diritto, capisco che in molte città d'italia è un diritto solo sulla carta, ma tant'è, rimane un diritto. e tante volte, specie i nostri genitori, non hanno ereditato un bel niente, se la sono sudata, lavorando e pagando le tasse, ripeto, su quello che guadagnavano. dover continuare a pagare la stessa tassa a vita è ridicolo e poi iniquo. piuttosto tassassero davvero i conti in banca.

Io: Eh, X, purtroppo io potrei risponderti solo con altri ragionamenti (auspicabilmente) fondati. Roba inutile, insomma.

X: rispondimi quando ti compri una casa .

2) Sulla bacheca di un militante Pd.

Y: Se io ho un appartamento che metto in affitto a 400€/mese, e quella è la mia unica fonte di reddito perché disoccupato, fra tasse sulla proprietà e irpef quello che mi rimane è 210€ al mese ossia poco più del 50% del totale incassato. È una rendita o sopravvivenza? Da qui il nodo politico: siamo sicuri che abbassare e cancellare le tasse sulla proprietà sia di destra è un tabù?

Z: Se non ci abiti, non e' la tua prima casa. E se paghi tutte quelle tasse, vuol dire che non puoi adottare la cedolare secca. Sei perciò ben al di sopra della sopravvivenza.

Y: Non ci abito per sopravvivenza, abito ancora a casa di mio padre perché non posso permettermi di vivere fuori casa. Hai fatto male i conti

Insomma, spero di aver reso l'idea...

ma le soluzioni al problema dei ''poveri in case con tasse alte'' ci sono e non richiedono necessariamente la vendita della casa, con tutti i costi di transazione monetari e non monetari che questo comporta. Una soluzione che si potrebbe adottare è quella di postporre il pagamento della tassa fino alla morte dell'occupante, per poi farla pagare al momento dell'eredità. Si eviterebbero in tal modo le storie sulle povere vecchiette senza soldi che abitano in case con imposte così alte da non poterle pagare  (non so quante ce ne siano veramente).  Questa se si vuole metter su un'imposta razionale che minimizza il costo sociale inevitabilmente associato a qualunque imposta. Ovviamente questo non ti fa guadagnare neanche un voto. Per cui, il buon Matteo si adegua e va dove i voti ci sono.

Ma sì...

marcospx 19/10/2015 - 12:38

Grazie Sandro... ma certo, così come si potrebbero esentare dal pagamento i redditi particolarmente bassi (non dico che sarebbe la soluzione migliore, ma di certo limiterebbe le critiche e renderebbe più "digeribile" la tassa).
Ma, appunto, le questioni vere sono altrove e molte sono ben evidenziate dal successivo pezzo di Michele.
Ho messo il commento perché mi faceva davvero ridere il caso del tizio che, poverino, si mantiene solo con i soldi dell'affitto ed è "costretto" a vivera a casa di papà... e non si accorge che, messa in altri termini, questo vive di rendita sul patrimonio di papà, il quale a sua volta, per pagare meno tasse, ha intestato al figlio la sua seconda casa... :D