Title

Die Stalingrad protokolle

1 commento (espandi tutti)

in

palma 4/11/2015 - 06:20

(un ringraziamento a sabino e marcodivice)

dunque il volume in question e' (anche) in Inglese (forse meno ostico ai lettori)

due punti:

meta' della prima parte (nel testo di Hellbeck) venne dedicata a smontare il lavoro di Beevor (qui sopra citato da Sabino Patruno.) Un motivo e' di bassissima cucina (due esperti di storia che si rimproverano di errori etc.) Ma, un secondo motivo e' piu' serio, & e' il seguente:

Hellbeck e' un tedesco, al momento e' a Rutgers, NY; lavoro' moltissimo con l'accademia delle scienze russa (non sovietica per ragioni che immagini, sabino) e ne sa molto di piu'.

Per dar un esempio Beevor accetta supinamente le versioni tedesche dei fatti. Le versioni tedesche dei fatti sono le cretinate delle "culture" slavoniche barbariche e semi-asiatiche, incuranti delle persone e dei loro problemi, a partir da quelle della sopravivvenza. Esse includono pure le idiozie dei 15,000 fucilati dalla sezione di NKVD dedicata ai codardi.

Con spirito da storico vero Hellbeck ando' ad aprirsi gli archiv. Da seguaci del FERREO FELIX gli ufficiali di NKVD hanno scritto tutto quel che fecero e i loro codardi eseguiti (alla pistola, non si usano i plotoni d'esecuzioni, chi ha un fucile ha altri impegni) sono meno di quattrocento. Per chi non abbia mai seguito, in questo caso NKVD/sezione ebbe il ruolo non di "spada e scudo del partito", ebbe il ruolo equivalente ai carabinieri nella grande guerra (adamello, gorizia e altrove) di controllo e di polizia militare.

Il volume in Inglese venne fatto editare all'inizio di quest'anno da PUBLIC AFFAIRS, costa 15 euro e se sabino fosse interessato venne stampato su carta e anche per i 'kindle readers'

 

http://www.amazon.com/Stalingrad-City-Defeated-Third-Reich-ebook/dp/B00P...

vi auguro eccellente giornata