Titolo

Speriamo che i ricchi diventino ancora più ricchi

1 commento (espandi tutti)

Feel the Bern

bossone 3/1/2016 - 16:58

E’ da un sacco di tempo che non scrivo più’. Buon post per descrivere il sistema di tassazione americana. Tutto bene, secondo me, tranne il pistolotto iniziale che mi ha lasciato un po’ basito:

“In questo sistema l’84% dei $1.4 trilioni di entrate dalla tassa sul reddito viene pagato solo dal 20% più ricco, gente che guadagna almeno $10,000 al mese. Per questo la social democrazia di Bernie Sanders non trova spazio negli USA.”

 

Semmai e’ vero il contrario: proprio per questo Bernie Sanders si sta rivelando in maniera sorprendente un challenger per Hillary. E sta facendo una cosa epocale in termini di campaign financing in termini di numero di donazioni (2.5 milioni di persone negli Stati Uniti hanno gia’ donato soldi per la campagna di Bernie Sanders secondo le ultime notizie).

 

Ecco, secondo me, il perché’ facendo una semplice “back of the envelope computation” sul tuo articolo. I dati dicono che il 20% della popolazione con reddito più’ alto negli USA paga l’83.9% delle income taxes, quindi mi sembra di capire che hai calcolato: (tax rate_upper20 * Income_upper20)/(tax rate_national*Income_national) = 0.839

 

Ora, quanto e’ lo share di national income negli stati uniti che va a quelli che tu chiami “ricchi”? Cioè’ quanto e’   Income_upper20/Income_national?

 

Scusa se mi permetto di essere un po’ impreciso e approssimativo in maniera che va comunque contro la mia conclusione ma non ho tempo di trovare dati aggiornati adesso e non so neanche se ci sono. Ora secondo il database di Saez http://www.wid.world/#Database: sol0 per upper 10 della income distribution siamo a uno share del 49.85% nel 2014 

Nel 2005, secondo questo sito http://www.cbpp.org/research/poverty-and-inequality/a-guide-to-statistics-on-historical-trends-in-income-inequality eravamo al 57% di income share per il top 20%.

Quindi usando dati non aggiornati del 2005 e che vanno contro la mia conclusione (secondo me a naso income share per il 20% e’ andato su negli ultimi anni, ma potrei sbagliarmi) si può’ approssimare:  Income_upper20/Income_national = 0.57.

 

Ora cosa accade se divido il tuo numero 0.839 per 0.57? Trovo ovviamente tax rate_upper20/tax rate_national. Questo numero e’ 1.47. Cosa mi dice questo numero? Che in media i “ricchi” hanno un tax rate che e’ il 47% in più’ di un houshold medio negli Stati Uniti.

Ma quanto fanno i “ricchi” di income in più’ dell’household medio?

Tre comparisons (la seconda e' la piu' rilevante, but still):

1) Prendi l’income del “ricco più’ sfigato” quello che delinea l’upper top 20% household e secondo i tuoi dati e’ $134,300. Prendo l’income dell’household medio secondo i tuoi dati e’ $67,000.

134,300/67,000 = 2

2) Prendo l’income medio dell’upper 20% che e’ $241,000 (dati qui https://www.cbo.gov/publication/50318): 241,000/67,000 = 3.59.

3) Prendo l’income medio del top 1% che e’ $1,447,000 (dati qui https://www.cbo.gov/publication/50318): 1,447,000/67,000 = 21.59

 

(Piccolo aside: stiamo comunque parlando di average tax rates che per il top 1% in media non arrivano neanche al 30%. E per il middle quintile sono circa il 12-13% quindi modesti per gli standard italiani).

 

Riassumendo il back of the envelope exercise: negli USA, i “ricchi” pagano in media il 47% di tasse in più’ rispetto alla all’household medio avendo pero’ o il 100% o il 259% o il 2000% in più’ rispetto alla all’household medio. 

 

 

E allora…feel the Bern.