Titolo

Autonomia del Veneto entro il 2018

5 commenti (espandi tutti)

Non ho ancora guardato i CPT del 2014, ma a suo tempo mi feci un po di conti su quelli del 2013, e sinceramente non ho visto tutta questa differenza di trattamenti tra le regioni italiane, con le 3 ovvie eccezioni delle 2 province autonome di Trento e Bolzano e della Val d'Aosta.

Segnatamente, fatto 100 il rapporto spese per tipologia di soggetto su spese totali della PA per ogni singola regione, questo è il risultato per il 2013:

Chi spende le spese della PA per ogni singola regione

La differenza tra Veneto e Sicilia è di 3 punti percentuali.

Se poi escludessimo le spese previdenziali, perlopiù statali, noteremmo addirittura un avvicinamento, praticamente tra Sicilia e Veneto c'è appena un punto percentuale di distanza:

Chi spende le spese non previdenziali della PA per ogni singola regione

Dici di non vedere " tutta questa differenza di trattamenti tra le regioni italiane". E per sostenere questa tua visione illustri come la spesa pubblica viene ripartita tra enti regionali, locali e centrali.

Ora, se proprio vuoi vedere dove sta la differenza illustraci il grafico sui residui fiscali. Il tutto e' off topic rispetto all'articolo, ma il tuo commento guarda al dettaglio di solo meta' della storia intera

Ora, se proprio vuoi vedere dove sta la differenza illustraci il grafico sui residui fiscali. Il tutto e' off topic rispetto all'articolo, ma il tuo commento guarda al dettaglio di solo meta' della storia intera

Eccoti accontentato:

Residuo Fiscale non previdenziale

Dal grafico si capisce immediatamente che nel Bel Paese il problema è essenzialmente previdenziale. Gli altri tipi di trasferimenti sono poca cosa (non mi stupirei che la perequazione tra i cantoni svizzeri fosse ben maggiore).

Tra l'altro qui su NfA abbiamo già discusso di CPT qualche mese fa, e ricordo tutta una serie di caveat ed interessanti osservazioni che rendono piuttosto problematico l'utilizzo di quei dati.

?

michele boldrin 17/5/2016 - 14:00

Posti un grafico che (oltre ad essere troncato) per la parte che si vede nega la tua affermazione e, tranquillo come una pasqua, la reiteri.

Davvero, Alessandro, ma ci hai presi tutti per fessi o stai poco bene? 

Il grafico non è troncato, lo tronca il design del sito. (l'ho ripostato non troncato in un altro messaggio).

Qui il link  grafico: https://c2.staticflickr.com/4/3740/20469248655_fab9b4b53f_c.jpg

che tra l'altro mi pare di aver postato altre volte su NfA.

Quello che quel grafico mostra, con tutti i caveat sui CPT di cui abbiamo già discusso qui, è che la gran parte dei trasferimenti sono previdenziali. Infatti le barre delle regioni che danno sono enormemente più grandi delle barre delle regioni che ricevono. I soldi che mancano sono quelli che finiscono alla previdenza.

Continuo ad insistere sulla ma affermazione iniziale:

Dal grafico si capisce immediatamente che nel Bel Paese il problema è essenzialmente previdenziale. Gli altri tipi di trasferimenti sono poca cosa (non mi stupirei che la perequazione tra i cantoni svizzeri fosse ben maggiore).