Titolo

Referendum costituzionale: le mie ragioni per votare NO

2 commenti (espandi tutti)

Lo sto preparando io, ma dovete aver un po' di pazienza.  Fine settimana.

Abrazos

Grazie Sandro, e grazie Michele per i suoi argomenti.

Michele, i tuoi argomentisi riducono a 2 macro problemi: il bipolarismo e il federalismo. Il bipolarismo e' forse quello piu' attaccabile, come mi sembra sia emerso dai commenti qui.

Grazie al tuo articolo, mi sono letto per la prima volta il testo della riforma. Fino a qualche giorno fa propendevo per il si, poi i dubbi sono diventati maggiori.

Leggendo il testo della riforma, la cosa piu' grandemente assurda che ho letto e' sulla composizione del nuovo Senato. Questo nuovo Senato sarebbe composto da persone, allo stesso tempo, dovrebbero fare i senatori e i consiglieri regionali o i sindaci (se non ho capito male - inizialmente pensavo che i senatori fossero scelti tra consiglieri regionali e sindaci, e immaginavo che, diventando senatori, dovessero giocoforza abbandonare la precendente carica; ho riletto piu' volte e non mi sembra questo il caso). Questa mi sembra una scelta fatta apposta per far fallire il nuovo Senato. Come e' possibile fare l'uno e l'altro? Chi sono questi 95, supermen/ superwomen?

Sandro per favore se puoi argomentare contro questa obiezione nel tuo pezzo "per il si".

Vi segnalo tra l'altro l'ultimo numero del Mulino (# 4), con commenti sul referendum- interessante come lettura collaterale.