Titolo

Assicurazioni obbligatorie contro i danni da terremoto

2 commenti (espandi tutti)

visto che conosciamo molto bene la ripartizione del rischio in base al territorio non sarebbe più conveniente, e mi azzardo a dire più utile, obbligare a costruire/ristrutturare con criteri idonei uscendo da quella sindrome "del dov'era e com'era"? Va da se che ogni intervento andrebbe "sorvegliato" ma credo che, a medio/lungo termine, costerebbe infinitamente meno.

Mio padre ha in parte ereditato ed in parte acquistato la casa dei miei nonni, sita in una zona a rischio sismico ed idrogeologico non indifferente. Pochissimi anni fa una frana si è portata via un bel pezzo del paese. La casa in questione è una delle pochissime case costruite in regola in quella zona. Mia nonna era nata nella casa numero 310 del paese, e la licenza edilizia della casa costruita da mio nonno, 40 anni dopo, era la numero 3. La casa dove è nato mio nonno scivolò in una frana di un secolo fa, tanto che oggi si trova in un altro comune. La mia personale opinione è che nel caso di un evento sismico, ci sono pochissime case in quella zona che potrebbero sopravvivere, tra cui quella di mio padre (a cui darei un generoso 20% di non venire distrutta da un 6 Richter). Dato che mio padre vive a centinaia di chilometri di distanza, e sono anni che non riesce più ad affittarla, sono circa 10 anni che cerca di venderla. Chiede 120 mila euro per 3 appartamenti. In quel paese c'è solo una casa fatta e posizionata leggermente meglio, ed il proprietario di quella gli ha offerto 20 mila euro. È l'unica offerta che gli sia mai arrivata. Gli altri continuano imperterriti a vivere e costruire case in posti chiaramente esposti a rischi incredibili. Personalmente non riesco ad immaginare sia possibile che un comune possa autorizzare tali costruzioni, e sinceramente mi stupirei se abbiano mai concesso una licenza edilizia numero 4. Perfino la frana e la distruzione di una buona percentuale delle abitazioni del paese non ha portato all'arrivo di alcuna offerta di acquisto, se gli sono arrivati finanziamenti pubblici, li hanno usati per costruire case fatte e posizionate peggio.