Titolo

Letture per il fine settimana 18-2-2017

4 commenti (espandi tutti)

allora il limite del 6% al surplus per tre anni consecutivi stabilito dai trattati di Maastricht è una sciocchezza. Ma allora può essere una sciocchezza anche il limite al deficit che gli stessi trattati fissano al 3%. Ognuno faccia come gli pare.
E non c'entra nulla il sovranista. Si possono fare anche esempi di casi in cui fare deficit è una benedizione, proprio come quelli che fa lei; ma se si può criticare (e sanzionare) un paese che viola la regola del 3, allora si può farlo anche per quello che viola la regola del 6.

Diciamo che un surplus eccessivo e continuato da parte di uno solo dei paesi della UE, come lo spread, è divergente. Genera uno squilibrio che tende a distruggere l'area valutaria. Dovrebbero essere proprio quelli che hanno a cuore la tenuta dell'euro a chiedere alla Germania di rispettare i trattati.

ahi!

dragonfly 20/2/2017 - 11:24

Diciamo che un surplus eccessivo e continuato da parte di uno solo dei paesi della UE, come lo spread, è divergente. Genera uno squilibrio che tende a distruggere l'area valutaria

argomento rovente, sul quale non ho apporti da dare. non credo che però un surplus verso US, Gb, Cina sia "destabilizzante" come un surplus verso un paese dell'eurozona. inoltre, è sempre stato ovvio per tutti che i vincoli alle allegre finanze pubbliche, cioè il 3% di deficit e il rientro dal debito, erano i veri cardini del six pack, varato nell'emergenza della crisi italiana del 2011, di cui molti adesso si scordano.

la differenza

valerio 20/2/2017 - 21:52

è la differenza che c'è tra guidare a 150 all'ora in autostrada e guidare contromano con un camion che ti viene incontro.

La regola del 6% serve a "redistruibuire" in ambito comunitario parte degli attivi della bilancia commerciale. Ma in un Europa in cui i Paesi eurodeboli-come il nostro- sforano deficit e debito e chiedono la mutualizzazione del passivo, il problema è davvero il trade balance della Germania con USA e Cina?