Titolo

Potremmo arricchirci con il turismo

1 commento (espandi tutti)

Grazie della sua risposta. Purtroppo mi sono reso conto di aver scritto il commento in modo fuorviante, di pancia, diciamo.

Non mi azzarderei a commentare nel dettaglio il merito dell’articolo o della proposta, ci mancherebbe altro. Se è parso così nel mio commento è solo perché è stato scritto di getto. Non è questa la mia area di competenza e d’altronde si rischia spesso di parlare a vanvera quando si prova a fare gli esperti di qualcosa in cui non lo si è.

Il mio era un modo di chiedere quale fosse il punto politico che si cercava di fare. In particolare modo: mi pare chiaro che il professor Zingales non sia un idiota, dunque l’unico modo di interpretare il suo intervento è come una boutade atta a focalizzare l’opinione pubblica su una possibilità di intervento di policy in quell’area (di Briatore non credo sia il caso di parlare seriamente). Nessuno credo possa sostenere veramente che l’unico futuro per l’italia sia diventare una nazione di camerieri. Tuttavia si può andare al di là delle sparate e discutere del merito di chiedere uno sforzo coordinato del governo in quest’area. D’altra parte, sempre ritornando al caro Piemonte, le Langhe non hanno trovato successo finché non hanno imitato i francesi e imparato a vendere il loro prodotto in modo più profittevole. Forse di banconote per terra ce ne sono anche altre pure se la teoria direbbe il contrario.

Non so che tipo di economia mi insegnino, ma diciamo che dopo questi anni penso di aver capito il vantaggio comparato di Ricardo, quindi sul paper direi che passo :).

Saluti.