Titolo

Perché credo che votare il meno peggio favorisca, nel 2018, il declino.

2 commenti (espandi tutti)

Ometti di considerare due elementi del sistema, nel tuo ragionamento:

Dato che il regime fiscale è uguale in Italia, se la regione x versa tributi pro capite più della regione y, è perché in x ci sono più persone che producono reddito e redditi più alti. Non credo che dovrebbero pagare meno tasse le singole persone che vivono dove c'è più ricchezza, come diceva Formigoni che proponeva di trattenere il surplus riducendo l'aliquota irpef. Oppure trattenerlo per fornire maggiori servizi e bonus alle popolazioni già più benestanti, accentuando il divario.

Il regime fiscale "formale" sara' uguale in Italia, ma l'evasione fiscale (stimata in diversi indagini) e' molto diversa. L'economia sommersa rispetto al PIL e' tre volte maggiore in prima approssimazione nel Sud Italia rispetto a Piemonte, Veneto ed Emilia Romagna e circa 6 volte rispetto alla Lombardia.

Secondo punto, le leggi saranno le stesse, ma la spesa pubblica pro-capite non e' la stessa in Regioni o Province diverse.

Entrambi gli elementi determinano i residui fiscali, assieme al diverso livello dei redditi. Questi elementi che tu ometti danno luogo a residui fiscali ingiustificati (e nocivi, perche' favoriscono che evade di piu', chi spreca di piu', chi ha maggiore corruzione pubblica). In particolare, la diversa incidenza dell'evasione fiscale determina una parte sostanziale dei residui fiscali complessivi, ed e' il maggiore determinante delle stime  dei residui fiscali ingiustificati.

Sinceramente non ci ho capito quasi niente; e nemmeno il legame con l'argomento e col mio commento.

Io mi riferivo alla considerazione per cui gli abitanti di alcune regioni manterrebbero quelli di altre regioni, attraverso i trasferimenti statali. Mi sono riferito ai dati citati; se ce ne sono altri che li smentiscono li vedrò con attenzione e mi sarà pure utile.

Non ho capito quei 'sarà' e 'saranno', visto che 'è'. Né cosa ho omesso, visto che i residui fiscali attivi e passivi li ho considerati; quelli pro capite sono di 13.106 € nelle regioni in attivo e di 13.354 nelle regioni in passivo; differenza dell'1,89% in più che mi pare del tutto trascurabile.

Non capisco la frase sull'evasione fiscale e i residui fiscali complessivi e quelli ingiustificati. Significa che al sud si va in passivo perché si evade di più? E che forse la popolazione del sud sarebbe più ricca? Ma davvero? Forse che l'evasione compensa la differenza tra i 34.856 € del Trentino e i 15.909 € della Campania di reddito pro capite?

Non ho capito il senso delle tue osservazioni e cosa ritieni giusto: compensare la maggiore evasione al sud con aliquote erariali più basse al nord?

E comunque nel mio 'ragionamento' non capisco cosa c'entri l'evasione fiscale. A meno di non buttarla in una valutazione etica: al sud sono più imbroglioni che al nord. O in una opportunistica per il proprio campanile, a danno dell'unità d'Italia.

Ma è davvero vero che c'è più evasione al sud? Prendo il primo dato che m'è capitato sottomano, che pure indagine è: 

Http://www.confcommercio.it/documents/10180/13595649/Le+determinanti+del...

Dalla tab.3 l'incidenza % dell'economia non osservata (NOE) sul valore aggiunto (VA) è pari al 19,5% nel mezzogiorno rispetto al 12,4% del nord, ovest+est.

Dalla tab.4 risulta che l'incidenza della NOE è pari al 47,3% del VA al Nord, al 22,1% al Centro e al 30,6% al Sud e isole. Se si rapportano queste % alle popolazioni delle tre aree risulta che, fatto 100 mld l'intera NOE, quella pro capite è pari a: 1.437 € al Sud, 1.705 € al Nord e 1.831€ al centro. Salvo smentite per errori od omissioni, considero anche questa una indagine di cui ho stima. E infatti nel documento citato c'è scritto:

' pur in presenza di un'incidenza della NOE molto più elevata nel meridione, è nel Nord dove si concentra oltre il 47% dell'economia sommersa'

Insomma ci sono pure altre indagini in contrasto con quelle a cui fai cenno tu. E' ovvio che ognuno cita quella di suo interesse. Io ho riportato la mia.

C'è pure l'indagine sui conti esteri che fa sospettare una evasione maggiore al Nord.  E ci sono stati i 'viaggi fiscali' in autobus dal Veneto nella vicina Austria e Slovenia, durante i quali i partecipanti hanno avuto la possibilità di aprire conti bancari. A naso, dove c'è più ricchezza ...

Le aliquote fiscali sono le stesse in Italia. Cambiano di poco le addizionali all'irpef e le accise. Volendo dare più autonomia si potrebbero aumentare le aliquote delle addizionali riducendo di altrettanto le aliquote irpef, e addebitare alle regioni alcuni costi sostenuti dallo Stato centrale, con opportuni vincoli. Andrebbero più soldi alle regioni ma un maggior controllo da parte dei cittadini. Nella speranza di un comportamento virtuoso, e certamente non solo al sud.

Ma questi sono altri temi e nel rispondere sono andato fuori.