Titolo

Letture per il fine settimana, 08-09-2017

2 commenti (espandi tutti)

Le 34mila interrogazioni sono il frutto di un sistema ancora "roma-centrico".
Tutto li' converrge perché tutto lì si chiarisce e decide. Ma il sistema centralizzato ... gna 'a fa! 

Diciamo che tutto questo è un buon indicatore, leggi "cartina al tornasole", di quanto sia falso il concetto di federalismo che è stato spacciato come tale agli italiani. In un sistema federale vero, come quello in cui vivo e lavoro ormai da 30 anni, le interrogazioni sarebbero in gran parte presentate ed evase a livello locale, perché locali sono i 2/3 circa delle competenze.  I tempi di risposta sarebbero inferiori  e sarebbero anche un indicatore di efficenza tra comuni e cantoni diversi. 

comunque è vero che vi sono interrogazioni parlamentari fatte per chiedere informazioni o la risoluzione di problemi di livello ultra-localistico, tanto che uno anche si domanda come possanno fare i ministeri ad evadere certe richieste...

d'altra parte anche in alcuni comuni, vi sono consiglieri comunali "tuttologi" che intasano i consigli comunali con interrogazioni e risoluzioni per risolvere problemi sui quali i comuni non hanno, e non possono neanche sperare di avere, alcuna competenza.

a volte non è un problema di centralismo, ma di attivismo politico dei rappresentnati che per far vedere ai propri sostenitori che stanno facendo qualcosa, presentano domande ben sapendo che non saranno mai evase, nemmeno se i ministeri volessero farlo.